fbpx

Frammenti di realtà

Fausta L'Insognata Dumano

ByFausta L'Insognata Dumano

16 Dicembre 2013

Opera di Paolo Gaetanidi Fausta L’Insognata Dumano – Villa comunale. Ancora una volta una mostra particolare organizzata grazie ad Alfio Borghese. Questa volta è di scena Paolo Gaetani “FRAMMENTI DI REALTA'”.
Cominciamo subito da un aspetto importantissimo,visitare la mostra, quando c’è l’artista diventa un’esperienza intensa,perché l’artista, dopo averti lasciata libera davanti alle sue opere, ti aiuta ad entrare nel suo stile, ti racconta non solo le tecniche, ma anche la sua filosofia, la sua passione, insomma interagisce così tanto con lo spettatore che ti trascina nel dentro della tela, rivivi con lui le fasi, ti sembra che con le sue parole stia dipingendo. “Frammenti di realtà”, lo spettatore è talmente protagonista, che nell’ osservare la tela sente suoi i frammenti della realtà. Ogni quadro esposto meriterebbe un racconto a parte. Architetto, specializzato in design, da sempre ha sfruttato le sue doti per la pittura. Allievo del pittore inglese Francis Cox,che negli anni 70 si Volto
Volto di donna di Paolo Gaetani200Volto di donna di Paolo Gaetaniera trasferito a Veroli, dove ora vive Paolo Gaetani. Entrare nell’arte di Paolo è un viaggio, in quanto lui è un interprete della realtà, non un freddo verista, senti la mano dell’artista, lui non copia, non rproduce la realtà, la reinterpreta con i suoi occhi, è come quando racconti un paesaggio ci sono dei tratti indescrivibili, così nella sua tela c’è l’impercettibile. Frammenti che pur restituendo l’immagine della realtà lo fanno secondo un taglio completamente nuovo. La bellezza del colore, lo studio del colore è la prova che non c’è improvvisazione, ma avverti che ha studiato, rimani incantata di fronte alle processioni, la sequenza di come cambia la luce del cielo nella processione dall’alba al tramonto. Volto di donna di Paolo GaetaniVolto di donna di Paolo GaetaniAltro discorso meritano i volti delle donne,che esprimono i frammenti dell’ essere donna. Tele che potrebbero essere la copertina di Vogue, la donna con il cane e la busta. Viaggi nei vicoli, nei luoghi di Veroli, un omaggio a Frosinone, sentendo l’odore dei colori,il suono dei colori,senti sorridere il tempo,vorresti rimanere nei frammenti di realtà. BRAVO PAOLO

 

 

 

 

La riproduzione di quest’articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro.

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Fausta L'Insognata Dumano

ByFausta L'Insognata Dumano

Fausta Dumano divenuta Fausta L'Insognata Dumano è laureata in lettere con tanti sogni nel cassetto. Giornalista, scrittrice, critica d'arte si è inciampata nella prima supplenza con il favoloso mondo degli studenti ed è rimasta intrappolata nel discount istruzione. Frequenta corsi di scrittura creativa, ha pubblicato alcuni libri di narrativa. Da sempre è impegnata nell'arcipelago della sinistra.Ambientalista nel dna, la mamma le parlava di difesa del verde, quando non era nell' agenda della politica tanto da creare la prima festa dell'albero ad Arpino negli anni 60. Impegnata nell'arte pubblica relazionale con artqube e 03100 (zerotremilacento) vive a Frosinone, per metà ciociara e per metà siciliana, cresciuta con due culture e stili di vita differenti... è fortemente convinta che la diversità sia un valore importante, per questo si impegna nelle associazioni che favoriscono l'integrazione. Ha insegnato nelle scuole operaie ai migranti, ai figli di un dio minore e in carcere. Perennemente innamorata dell'idea dell'amore, i capolavori indiscussi della sua creatività sono i suoi figli Venera e Matteo, che riescono sempre a strapparle un sorriso, anche quando tutti i pianeti si allineano contro.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy Cookie Policy