fbpx

Chiudiamo il sabato perché siamo moderni

frosinone pilonidi Fausta L’Insognata Dumano – Frosinone, la città dove tutto deve cambiare….inquinamento alle stelle, domeniche ecologiche, targhe alterne….chiudiamo le scuole il sabato….proposta del sindaco….che andrebbe discussa, secondo me, con i protagonisti attivi che vivono la scuola….
In rete una specie di dibattito è nato, che può essere diviso in due correnti di pensiero.
I favorevoli bollano i contrari come obsoleti, legati ad una concezione antica…..insomma “ammodernizzatevi”…..
L’insognata appartiene alla categoria dei cavernicoli, contraria come docente, come mamma e pure come una che ascolta il no dei suoi studenti….il luogo comune che vorrebbe gli studenti contenti di restare a letto il sabato non è vero, basta ascoltarli.
E allora cominciamo: primo le sei ore del sabato andrebbero distribuite con due rientri di tre ore o tre di due ore, nella landa dove sto io si esce già tutti i giorni alle 13,45 e un giorno alle 16,30….
I rientri pongono prima di tutto il problema della didattica,,,, verificate cosa possa essere il livello di attenzione alla settima ora o all’ottava, già la sesta ora è tragedia…..
Due la mancanza di mense, significa panino.
Tre il pendolarismo e la mancanza di trasporti….arrivare a casa verso le 18 equivale a non studiare e alla paralisi di ogni interesse esterno alla scuola……compreso lo sport, a scuola le palestre sono un optional…..come mamma…..scuole chiuse, chiudiamo ogni attività per i genitori, che non hanno nonni o baby sitter……sono una cavernicola?

La riproduzione di quest’articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore

 

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Sostieni il nostro lavoro.

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Fausta L'Insognata Dumano

ByFausta L'Insognata Dumano

Fausta Dumano divenuta Fausta L'Insognata Dumano è laureata in lettere con tanti sogni nel cassetto. Giornalista, scrittrice, critica d'arte si è inciampata nella prima supplenza con il favoloso mondo degli studenti ed è rimasta intrappolata nel discount istruzione. Frequenta corsi di scrittura creativa, ha pubblicato alcuni libri di narrativa. Da sempre è impegnata nell'arcipelago della sinistra.Ambientalista nel dna, la mamma le parlava di difesa del verde, quando non era nell' agenda della politica tanto da creare la prima festa dell'albero ad Arpino negli anni 60. Impegnata nell'arte pubblica relazionale con artqube e 03100 (zerotremilacento) vive a Frosinone, per metà ciociara e per metà siciliana, cresciuta con due culture e stili di vita differenti... è fortemente convinta che la diversità sia un valore importante, per questo si impegna nelle associazioni che favoriscono l'integrazione. Ha insegnato nelle scuole operaie ai migranti, ai figli di un dio minore e in carcere. Perennemente innamorata dell'idea dell'amore, i capolavori indiscussi della sua creatività sono i suoi figli Venera e Matteo, che riescono sempre a strapparle un sorriso, anche quando tutti i pianeti si allineano contro.

Privacy Policy Cookie Policy