A Frosinone c’è tanto di più di quello che si vede

Fausta L'Insognata Dumano

ByFausta L'Insognata Dumano

29 Settembre 2014
ilfuturismobussaallaportadellavillacomunbale

ilfuturismobussaallaportadellavillacomunbaledi Fausta Insognata Dumano – Domenica 29 settembre la location della villa comunale diventa lo scenario di una performance artistica ,che rende omaggio ai fratelli Bragaglia, due fratelli illustri futuristi. Mentre nella città alta San Gerardo spara, nella villa viene presentata ”l’Officina Culturale del lazio, la casa dell’ arte con una performance itinerante ,che conduce gli spettatori a diventare parte attiva,,percorrendo le sale della villa,dove gli artisti regaleranno libere ispirazioni del futurismo.Ogni installazione è curata nei minimi particolari,non sembra proprio di stare a Frosinone. Pubblico “scelto”, autoselezionatosi, che non ha perso questo emozionante spettacolo, due eventi nella stessa serata, Damiana Leone, Amedeo Di Sora, Cecilia Nocella, Luigi Ciccaglione, Francesca Reina, Anna Mingarelli……
Le Officine saranno sempre in movimento, un luogo di sperimentazione e di movimento, non resta che sperare che i docenti e i dirigenti scolastici interagiscano con le Officine culturali. Spiegare il futurismo, far conoscere i grandi frusinati, i due fratelli. Mentre scorrono le immagini del film Thais ,suona Squark Trio……
Amedeo Di Sora ci guida nel futurismo russo…….ogni artista con tanta libertà ci conduce in uno spazio del futurismo….. Questa città è una miniera artistica, un dedalo di artisti, che compongono un puzzle tutto da scoprire. Educare all’arte Is The Mission in una città invivibile, soffocata dal cemento, distratta dalla noia e dalla banalità dell’essere che liquida l’apatia con un ritornello ”a Frosinone non succede mai nulla”. Invece questa città è una fucina culturale.

La riproduzione di quest’articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Fausta L'Insognata Dumano

ByFausta L'Insognata Dumano

Fausta Dumano divenuta Fausta L'Insognata Dumano è laureata in lettere con tanti sogni nel cassetto. Giornalista, scrittrice, critica d'arte si è inciampata nella prima supplenza con il favoloso mondo degli studenti ed è rimasta intrappolata nel discount istruzione. Frequenta corsi di scrittura creativa, ha pubblicato alcuni libri di narrativa. Da sempre è impegnata nell'arcipelago della sinistra.Ambientalista nel dna, la mamma le parlava di difesa del verde, quando non era nell' agenda della politica tanto da creare la prima festa dell'albero ad Arpino negli anni 60. Impegnata nell'arte pubblica relazionale con artqube e 03100 (zerotremilacento) vive a Frosinone, per metà ciociara e per metà siciliana, cresciuta con due culture e stili di vita differenti... è fortemente convinta che la diversità sia un valore importante, per questo si impegna nelle associazioni che favoriscono l'integrazione. Ha insegnato nelle scuole operaie ai migranti, ai figli di un dio minore e in carcere. Perennemente innamorata dell'idea dell'amore, i capolavori indiscussi della sua creatività sono i suoi figli Venera e Matteo, che riescono sempre a strapparle un sorriso, anche quando tutti i pianeti si allineano contro.

Privacy Policy Cookie Policy