fbpx

Ferentino. 5 giorni senza acqua nella zona Ponte Rovescio

Ferentino b 350 260

Ferentino b 350 260di Marco Maddalena – 5 giorni senza acqua nella zona Ponte Rovescio – Interrogazione urgente al sindaco
Il Comune di Ferentino si trova in piena emergenza per quanto riguarda la drastica riduzione del flusso idrico , infatti, i cittadini residenti nella zona di via Ponte Rovescio all’altezza del civico 58, lamentano che da venerdì scorso (6 maggio) fino alla mattinata di mercoledì (11 maggio) è mancata l’acqua nelle loro abitazioni, nonostante le continue segnalazioni al gestore privato (ACEA ATO 5) sono rimasti ben 5 giorni in assenza del flusso idrico (!).

Ancora malagestione AceAto5

Sia nel sito ufficiale del Comune di Ferentino e sia in quello del gestore ACEA ATO 5 non ci sono mai state comunicazioni relative a questa razionalizzazione del flusso idrico in tale periodo, è bene anche ricordare che la convenzione stipulata con gestore privato prevede che dopo 3 giorni di mancato flusso idrico i Comuni interessati possono, oltre la richiesta di risarcimento del danno, intimare la risoluzione immediata del contratto. Per il nostro comune i giorni sono stati ben 5 giorni!!
E’ assurdo che il gestore privato del servizio idrico chiuda discrezionalmente i rubinetti dei cittadini, proprio in un territorio come quello di Ferentino dove quotidianamente ci sono litri e litri di acqua dispersi dalla rete idrica a causa del mancati investimenti e della mancata manutenzione da parte del gestore stesso
Pertanto ho chiesto con un interrogazione urgente al Sindaco se ha intenzione nella veste di autorità MarcoMaddalena 350 260sanitaria locale e di pubblica sicurezza di attivarsi per applicare le relative azione previste dalla Convenzione con il gestore privato quali risarcimento del danno e risoluzione immediata del contratto e di verificare verso le autorità giudiziarie se l’assenza di flusso idrico per ben 5 giorni nel Comune di Ferentino non possa prefigurare ipotesi di reato per interruzione di pubblico servizio e ogni altro reato in danno della salute e dell’igiene pubblica dei cittadini.
La riduzione del flusso idrico, infatti, verificatasi da parte della società ACEA ATO 5, ha determinato anche una vera e propria emergenza per la comunità ferentinate , proprio nelle giornate più calde delle ultime settimane.
Tutto questo succede , quando un bene comune come l’acqua diventa merce per fare profitti, è necessario continuare la sfida della ripubblicizzazione del servizio idrico .
In assenza di risposte adeguate non esiterò ad informare le autorità di vigilanza preposte.

* Marco Maddalena
Capogruppo Consiliare di Sinistra Ecologia e Libertà di Ferentino

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Avatar

ByMarco Maddalena

Autori che hanno concesso i loro articoli, Collaboratori occasionali

Privacy Policy Cookie Policy