fbpx

Disappunti dalla Certosa di Trisulti

Certosa di Trisulti 400 minDiamo inizio al nostro viaggio attraverso la Ciociaria. Come prima tappa partiamo da un luogo mistico, incastonato tra la silvana pace dei Monti Ernici; la meta intercettata dai disappunti conservati sul mio taccuino è la Certosa di Trisulti.

Il monastero del XIII secolo è immerso nel verde e situato nel comune di Collepardo. Un bene ricco di storia per i tanti avventori che decidono di visitarlo. Punto nevralgico per camminatori, escursionisti, ciclisti e fedeli, considerata l’ubicazione della Certosa nel pieno della Via Benedicti. Al suo interno la storica farmacia e una biblioteca, patrimonio nazionale. Nei pressi del monastero, anche il Santuario della Madonna delle Cese, meta di pellegrinaggio per tanti devoti.

Fin qui sembra una descrizione di uno dei tanti luoghi sacri della nostra terra, eppure la Certosa è stata al centro di numerose polemiche negli ultimi tempi. Nel 2018, infatti, l’associazioneFarmacia di Trisulti “Dignitatis Humanae Institute” ha ottenuto la concessione dal Ministero dei Beni Culturali.

La decisione ha scatenato un vera e propria opposizione mediatica, viste le intenzioni della DHI, capeggiata da Steve Bannon, di istituire una scuola per novelli sovranisti nei locali della Certosa. Politica e associazioni hanno mosso la rivolta nei confronti della concessione; tutti uniti dal traino della “Rete delle Comunità Solidali”. Due marce di protesta si sono svolte a Collepardo, accompagnate da atti parlamentari. Un anno di battaglia che ha portato, ad agosto del 2019, all’avvio della procedura di revoca da parte del MIBAC. L’attuale Ministro Dario Franceschini, già titolare del dicastero al momento della stipula della concessione, ha confermato la revoca della stessa alla fondazione dello spin doctor di Donald Trump, Steve Bannon.

Adesso inizia, però, un percorso differente. Perché se da un lato è positiva la notizia della revoca alla DHI, dall’altro mancano delleBiblioteca della Certosa di Trisulti idee che permettano una nuova valorizzazione del bene. Bisogna sottolineare lo stato di cattiva conservazione di alcune aree della Certosa e non si sa quale sarà il piano ministeriale di sviluppo. Sarà messa al centro la storica biblioteca? Cosa ne sarà della farmacia, un tempo luogo principe per i visitatori e ormai chiusa da troppo tempo? Insomma, il ministro Franceschini dovrà prendere delle decisioni su un luogo centrale non solo per noi ciociari.
È giunto il momento di una nuova valorizzazione dei beni pubblici e per questo invito tutti i lettori a segnalare i vostri “disappunti” sulla nostra splendida ciociaria. Potete farlo alla casella di posta elettronica v.bettinelli@unoetre.it.

 

Il vostro giornalista viandante è pronto a raccoglierli. Alla prossima.

 

Clicca sulle foto di destra per ingrandirle

 

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Valentino Bettinelli

ByValentino Bettinelli

Valentino Bettinelli, nasce a Frosinone il 19/12/1992. Dottore in Scienze politiche. Vive a Ceccano dove ha svolto il servizio civile presso la Biblioteca comunale di questa città. E' anche responsabile dell'Ufficio stampa Ceccano Calcio

Privacy Policy Cookie Policy