Cara Elly…scrive Valentino Bettinelli

Elly Schlein Manifestazione contro il JobsAct Fanpage 390Elly Schlein nella manifestazione contro il Jobs Act 2014 ©Fanpage 390

LETTERA APERTA

“Hai un merito enorme: aver riacceso le speranze in tutte e tutti noi”

di Valentino Bettinelli

Elly Schlein Manifestazione contro il JobsAct Fanpage 390Cara Elly,
è stato un percorso entusiasmante. Una strada partita da lontano e che oggi ti porta ad occupare un posto che meritavi da tempo. Oggi la comunità democratica e progressista di tutta Italia ha la Segretaria che merita.

Un risultato che ha sorpreso solo chi non ha avuto contatti con la gente e la società civile, che porta con sé la storia e le esperienze politiche e personali di tante persone. Militanti, delusi, ex tesserati, giovani alle primissime esperienze e persone anziane che da tempo non trovavano più spazio in quella che è sempre stata la casa del cuore. Donne e uomini che finalmente possono tornare a sentire il calore della loro casa democratica, progressista, di sinistra, antifascista, femminista ed ecologista che da tanto, troppo tempo stavano aspettando.

Hai un merito enorme Elly: quello di aver riacceso le speranze in tutte e tutti noi. Noi che in fondo abbiamo sempre lasciato, in un cassetto a sinistra del nostro cuore, uno spazio per il sogno. Un’utopia che adesso è diventata una straordinaria realtà.

Grazie Elly per aver anteposto sempre il NOI. Parte da noi è stato il filo conduttore di questo percorso, e “abbiamo vinto” le prime parole che hai pronunciato. Non ti ho mai sentita parlare in prima persona. Mai una inutile personalizzazione di una campagna che ha visto protagonista la visione comune di cui questo partito aveva un estremo bisogno.

Sin da subito ti ho sostenuta con forza e grande coraggio insieme alle compagne e ai compagni del mio gruppo. Anche contro tutti quelli che non ci hanno mai creduto e che, come hai detto bene ieri, anche stavolta non ci hanno visto arrivare. E allora la nostra piccola rivoluzione è diventata una spettacolare onda di consenso e popolarità. Di coerenza e visione. Di idee e concretezza. Di temi e di quella necessaria radicalità di cui la sinistra oggi ha bisogno.

Hai risvegliato le coscienze di un popolo cara mia Segretaria, prima donna nella storia del partito a ricoprire questo prestigioso incarico. Hai acceso la passione di tante e tanti giovani e di tantissime donne, che finalmente hanno trovato il loro punto di riferimento.

Nella nostra provincia, Frosinone, non era affatto facile far passare il nostro messaggio, eppure ci siamo riusciti alla grande, con dei risultati che sono andati ben oltre ogni più rosea aspettativa. Abbiamo portato avanti una linea chiara e l’unica candidatura che avrebbe garantito discontinuità di volti, metodo e visione, andando contro l’establishment provinciale del partito, in larga maggioranza schierato con la conservazione Gattopardiana dello status quo insieme a Stefano Bonaccini.

Proprio a Bonaccini, però, voglio rivolgere un pensiero e un ulteriore ringraziamento. Perché questo è stato il congresso dal livello più elevato. Livello raggiunto grazie all’alto valore umano e politico dei due, anzi dei quattro contendenti assieme anche a Paola De Micheli e Gianni Cuperlo. A Bonaccini l’onore di una sconfitta accettata in maniera corretta e leale e l’augurio di iniziare insieme un percorso che riporti il nostro partito in alto. Un partito che torni ad essere aperto alle idee e al contributo di chi oggi non ne fa parte. Una casa politica comune ai democratici e ai progressisti italiani. Un partito che torni ad essere di massa e non d’èlite. Una comunità che torni a coltivare la propria base in maniera concreta, nelle piazze, casa per casa, strada per strada.

Vederti, cara Elly, scendere in piazza, tra le persone, zaino in spalla e megafono alla mano, è stata una ventata di aria pulita per me, per tutte e tutti noi.
Oggi sono convinto di poter registrare quella che è una vittoria politica per il Partito Democratico e per l’intera comunità del centrosinistra, che ha chiaramente manifestato la propria volontà di cambiamento di rotta.

In questa mia riflessione a cuore aperto non posso non citare una persona per me fondamentale e che ricoprirà, grazie alla sua storia e le sue immense capacità, un ruolo importantissimo come quello di delegata in Assemblea Nazionale. Un pensiero e un altro grazie che va ad Emanuela Piroli, amica ancor prima che mentore e riferimento politico per me. Con Emanuela abbiamo condiviso e condividiamo uno straordinario percorso umano e politico e la sua elezione in Assemblea Nazionale rappresenta un risultato che la ricompensa dei sacrifici e degli sforzi fatti nel corso di questi anni. Tanto lavoro di costruzione che oggi viene ripagato con questo enorme riconoscimento, perché la coerenza premia sempre, a volte tardi, ma sempre.

Da oggi inizia un lavoro importante e sicuramente duro, perché il contesto sociale ed economico del Paese è decisamente critico, ma per questo serviva che la scossa arrivasse proprio dal principale partito del centrosinistra.
L’onda è partita da noi, e adesso abbiamo bisogno del sostegno e del contributo del maggior numero possibile di forze, che possono trainare la rinascita di una sinistra moderna, concreta e vicina alle istanze dei più deboli.

Lavoro, diritti, sanità e scuola pubblica, ambiente, lotta alle disuguaglianze. Tematiche centrali e su cui non si può più arretrare o cedere a compromessi. In un contesto in cui la destra sta mostrando il suo lato più duro e contrario alle necessità degli ultimi e dei più deboli, la sinistra può e deve ripartire dalla concretezza e dalla radicalità della nuova Segretaria del Partito Democratico, Elly Schlein.

Alla lotta tutte e tutti insieme!

 

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

con una carta oppure con l’App PayPal dal tuo smartphone, scansionando il QR Code che segue qrcode

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

 

Clicky

 



Clicky

 

 

 

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Valentino Bettinelli

ByValentino Bettinelli

Valentino Bettinelli, nasce a Frosinone il 19/12/1992. Dottore in Scienze politiche. Vive a Ceccano dove ha svolto il servizio civile presso la Biblioteca comunale di questa città. E' anche responsabile dell'Ufficio stampa Ceccano Calcio

Privacy Policy Cookie Policy