..Beauty Amid War ”volti di donne

Fausta L’Insognata Dumano
La location per conoscere l’artista Fatimah Hossain è il teatro dell’ accademia delle belle arti, una iniziativa voluta dalla direttrice della location Loredana Rea per conoscerla e del Rotary Club. Single e senza velo, hazara, dopo l’ arrivo dei talebani è stata costretta a lasciare il paese .Lo porta vivo con lei con gli scatti delle foto. Vive esiliata a Parigi, ma il suo cuore è restato in Afghanistan. Mi appare sorridente, un sorriso che vuole trasmettere il coraggio per denunciare quello che si respira nel suo paese. Parla con un inglese fluente, la traduttrice è una prof dell’Accademia.

Fotografa, ma anche un’attivista per i diritti e la tutela delle donne. Le sue foto, che tra non molto, daranno vita ad una mostra all’Accademia, narrano soprattutto donne, nella vita quotidiana, storie di antiche tradizioni, ma anche atteggiamenti moderni.

Forza e resilienza in un Paese dominato da uomini e devastato dalla guerra. Difficile parlare di bellezza di un paese in guerra. Laureata in Ingegneria industriale, continua con la laurea in Fotografia professionale.

Nel 2019 docente all’Università di Kabul, fonda ”Mastooraat” un’ organizzazione artistica, per promuovere e sostenere l’arte e la pace. Ci sono divieti che impediscono la diffusione dei suoi scatti e quindi arriva a Parigi con una valigia e uno zaino. Un bagaglio troppo piccolo lei, dice, per portarmi via tutti i miei sogni.

I suoi scatti sono ormai conosciuti in tutto il mondo, la sua raccolta ”2 ..Beauty Amid War ” volti di donne, da oggi sono anche al corso di Fotografia all’Accademia. Gli studenti e le studentesse conosceranno i suoi scatti. Scatti particolari. donne che fumano, guidano, donne in ”atteggiamenti liberi” in un paese dominato dalla guerra e dal patriarcato .

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Fausta L'Insognata Dumano

ByFausta L'Insognata Dumano

Fausta Dumano divenuta Fausta L'Insognata Dumano è laureata in lettere con tanti sogni nel cassetto. Giornalista, scrittrice, critica d'arte si è inciampata nella prima supplenza con il favoloso mondo degli studenti ed è rimasta intrappolata nel discount istruzione. Frequenta corsi di scrittura creativa, ha pubblicato alcuni libri di narrativa. Da sempre è impegnata nell'arcipelago della sinistra.Ambientalista nel dna, la mamma le parlava di difesa del verde, quando non era nell' agenda della politica tanto da creare la prima festa dell'albero ad Arpino negli anni 60. Impegnata nell'arte pubblica relazionale con artqube e 03100 (zerotremilacento) vive a Frosinone, per metà ciociara e per metà siciliana, cresciuta con due culture e stili di vita differenti... è fortemente convinta che la diversità sia un valore importante, per questo si impegna nelle associazioni che favoriscono l'integrazione. Ha insegnato nelle scuole operaie ai migranti, ai figli di un dio minore e in carcere. Perennemente innamorata dell'idea dell'amore, i capolavori indiscussi della sua creatività sono i suoi figli Venera e Matteo, che riescono sempre a strapparle un sorriso, anche quando tutti i pianeti si allineano contro.

Privacy Policy Cookie Policy