Ceccano, continua la degenerazione urbana

Pnrr e cemento stampato: asfaltare i problemi dei cittadini per continuare la degenerazione


di Ceccano a Sinistra

Ceccano, lavori in corso

Il centro storico di Ceccano è chiuso ormai da alcuni giorni per lavori in corso.

Con una fretta davvero inusuale per chi amministra la città fabraterna, sono stati aperti i cantieri grazie ai quali – con centinaia di migliaia di euro provenienti dal Pnrr – una lingua di asfalto stampato coprirà Piazza Camillo Mancini e  Piazza Municipio. E così, un’altra parte del patrimonio architettonico della città sparisce coperta dal cemento colorato, come già successo solo pochi mesi fa con Piazza 25 luglio (in quella che a detta del Sindaco Caligiore sarebbe dovuta essere il salotto buono di Ceccano e che, ad oggi, non è altro che un grande parcheggio).

Quindi, per l’ennesima volta da quando è in carica questa amministrazione, si ignorano completamente le gravi problematiche da cui è afflitta la città ma..  si passa sopra i problemi con una colata di cemento stampato, immortalando tutto con l’ennesimo selfie!

L’amministrazione avrebbe dovuto e potuto partecipare al bando per un asilo nido comunale, che dovrebbe essere una priorità in un comune con circa 650 bambini e in cui i pochi nidi privati hanno  liste di attesa interminabili, prezzi non alla portata di tutte le famiglie (obbligando genitori e nonni ad accudire a casa i bambini, quando possono, oppure a portarli nei nidi di comuni più o meno vicini): invece si asfaltano i problemi delle persone!

Oppure, l’amministrazione avrebbe potuto e dovuto partecipare ai bandi riguardanti la prevenzione per il rischio idrogeologico, alto in alcune zone della città – a maggior ragione in un momento nel quale gli effetti dei cambiamenti climatici in atto si stanno facendo sempre più evidenti e pericolosi: invece si asfaltano i problemi dei cittadini! O ancora, l’amministrazione avrebbe potuto e dovuto partecipare ai bandi sul digitale per rendere nuovamente fruibile la mediateca, implementando anche le moderne tecnologie per renderla disponibile alle nuove esigenze dei cittadini. Invece si asfaltano i problemi delle persone!

Nel frattempo, le strade di Ceccano sono un colabrodo, gli impianti sportivi comunali sono abbandonati ( campetto Protani su tutti), intere zone del centro storico rischiano di collassare su sé stesse, le aree inquinate vengono al massimo transennate e mai bonificate, i luoghi della cultura e gli spazi pubblici vengono chiusi e si progetta di cementificarli, i mezzi di trasporto pubblico sono inesistenti e si pensa perfino di eliminare il servizio di scuolabus: l’importante è che una colata di cemento stampato seppellisca Ceccano!

CECCANO A SINISTRA 350 min

Piuttosto che pensare ai problemi e ai diritti dei cittadini, il Sindaco e la sua vassalla corte, preferiscono scimmiottare i signorotti della contea; peccato che nei secoli passati i conti ergevano castelli, salvavano chiese, costruivano strade e palazzi, si facevano mecenati di opere d’arte …mentre i moderni signori di Ceccano ricoprono la nostra storia con una colata di cemento stampato e piccioni sformati…sperando di fare tutto nel rispetto almeno formale della tutela del patrimonio architettonico della città (ne dubitiamo!).

Noi rilanciamo il nostro impegno a costruire una proposta seria e concreta per un’altra città possibile, un’idea alternativa di Ceccano per il futuro a cui vogliamo dare vita insieme ai cittadini, alle forze politiche, sociali, ambientaliste, associative, che insieme a noi vogliono lottare in difesa della bellezza e della storia di Ceccano:  il tempo è ora, il futuro è  adesso.

27 Maggio 2023

PRC-SE

Ceccano su UNOeTRE.it


Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Avatar

ByAutore/i esterno/i

Autori che hanno concesso i loro articoli, Collaboratori occasionali

Privacy Policy Cookie Policy