I protagonisti del Festival Francesco Alviti

Pietro Alviti

ByPietro Alviti

5 Giugno 2023
Panorama di CeccanoPanorama di CeccanoPanorama di Ceccano

Ceccano. Il Festival Francesco Alviti è giunto alla sua XV edizione

di Pietro Alviti

Festival Francesco Alviti

Saranno più di 400 gli artisti che si esibiranno sul sagrato della Chiesa di S. Giovanni Battista a Ceccano, alle 21,30, in tredici serate all’insegna della musica, dell’arte e dell’amicizia.

E’ la XV edizione del Festival Francesco Alviti, che nacque da un’iniziativa degli amici di Francesco, nella tarda primavera del 2009. Il giovane percussionista era morto qualche settimana prima, dopo aver vanamente lottato contro il male che l’aveva colpito: furono gli amici a volerlo ricordare con la musica, l’arte che li aveva fatti conoscere e li aveva accomunati in tanti esperienze artistiche.

E ancora oggi sono gli amici di Francesco a promuovere la realizzazione del Festival. La nuova edizione prenderà l’avvio il 6 giugno con un divertente spettacolo teatrale Cirque Absurderie del gruppo di recitazione del Liceo di Ceccano, diretto da Andrea Di Palma.

Il Liceo sarà protagonista anche nella serata successiva, il 7 giugno, con il concerto del coro Ludica Vocalia Fabraterna, diretto da Vittoria D’Annibale e dell’orchestra Juvenis Harmonia Fabraterna, diretta da Massimiliano Malizia. Il Festival riprenderà poi il 15 giugno, giovedì, con il concerto della Amaseno Harmony Show Band, diretta da Nicolino Como e con la presentazione del romanzo Erba dei campi, di Alfredo Salulini, ambientato a Vallecorsa, durante le terribili ore del secondo conflitto mondiale. Il testo sarà presentato da Vittorio Ricci, rinomato autore di libri di storia sulla Monarchia Spagnola in Italia.

Il giorno successivo, venerdì 16 giugno, saranno di scena il cantautore Federico Palladini e la Scolopendra Band, con un raffinato programma di canzoni d’autore originali e riproposizioni di splendida musica d’autore. La settimana seguente, tutto sarà incentrato sulla musica classica, affidata ai gruppi del Conservatorio Licinio Refice di Frosinonelunedì 19 con la musica di Bach, padre e figlio, con il Concerto Brandeburghese n. 5, diretto da Francesca Vicari, cui seguirà, martedì 20, una serata dedicata al clavicembalo e alla musica barocca, con il duo formato da Maria Rosa Agresti e Riccardo Tiberia. Il concerto dell’orchestra di chitarre E-cetra, diretta da Eugenio Becherucci è previsto per mercoledì 21, con l’esecuzione di opere originali di autori contemporanei che mettono in luce la ricchezza timbrica della chitarra.  

Giovedì 22 giugno, antivigilia della festa di S. Giovanni, toccherà all’emozione e alla leggerezza dei quintetti per archi e fiati di Mozart, con Francesca Vicari e Mauro Verdozzi. Il giorno della Festa di San Giovanni, il 24 giugno, il protagonista sarà l’organo Catarinozzi 1736, gioiello del patrimonio artistico cittadino: dopo il vespro solenne affidato al Coro Josquin Des Pres e all’organista Guido Iorio, ci sarà un grande concerto d’organo in onore del Battista, nella cantoria che ospita il Catarinozzi 1736, con Juan Paradell Solé, organista emerito della Cappella Sistina, insieme alla flautista Camilla Refice.

Il Festival riprenderà poi lunedì 26 giugno con la serata dedicata alle percussioni: di scenail gruppo del Conservatorio Licinio Refice, diretto da Carlo Di Blasi.

Il giorno successivo, martedì  27 giugno, ci sarà il concerto della Banda Giovanile di Ferentino, diretta da Luigi Bartolini, recente trionfatrice del concorso nazionale a Riva del Garda, seguita mercoledì 28 giugno, dall’Orchestra di fiati di Ferentino, diretta da Alessandro Celardi, trionfatrice del concorso internazionale in Olanda nel 2022.

Il giorno seguente, 29 giugno, serata conclusiva del Festival, con Di tanti palpiti, un palco all’opera, affidata alle voci dei solisti del Coro Josquin Des Pres, i soprani Vittoria D’Annibale, Cinzia Cristofanilli, Mariagrazia Molinari, Veronica Spinelli, il mezzosoprano Fabiola Mastrogiacomo, il tenore Enrico Talocco con Chiara Olmetti al pianoforte. La direzione artistica del Festival è curata da Mauro Gizzi.

Hanno dato il loro patrocinio la Regione, la Provincia e il Comune di Ceccano. Il Festival si svolge in collaborazione con il Conservatorio Licinio Refice di Frosinone e con la Rete delle Associazioni di Ceccano, coordinata dalla Proloco.

Info 3358372762


Pietro Alviti Blog

Ceccano su UNOeTRE.it


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Privacy Policy Cookie Policy