fbpx

Il colpo di Prigozhin e tanti interrogativi

Il Cremlino a MoscaIl Cremlino a MoscaIl Cremlino a Mosca

Il colpo di Prigozhin ha fatto emergere anche un altro aspetto sempre sottaciuto dagli atlantisti

di Aldo Pirone

Evgenij Viktorovič Prigožin

Molti i commenti, le dietrologie, le ipotesi sui mass media di quel che è accaduto venerdì in Russia. La questione non è chiusa e potrebbe avere seguiti difficilmente immaginabili e intellegibili trattandosi di cose che avvengono ai vertici di un’autocrazia che ha mantenuto i sui arcana imperi anche quando era sovietica e comunista. Poche cose sono certe, non devono far gioire o, tanto meno, tranquillizzare. Il colpo di Stato di Prigozhin, così lo definisce Lucio Caracciolo, è la prima conseguenza interna agli equilibri politici autocratici interni al Cremlino. Sono un effetto della guerra di aggressione avviata da Putin contro l’Ucraina che non è stata un successo, anche se la partita, probabilmente, non è solo fra Putin e il “ribelle e traditore” Prigozhin. Bisogna vedere che succederà e che faranno il capo di stato maggiore Gerasimov e il generale ministro degli Esteri Shoigu obiettivi privilegiati degli attacchi politici insistenti fino al limite dell’insulto personale del capo della Wagner negli ultimi mesi. Arrivati perfino a ribaltare anche la vulgata di Putin sull’ “operazione militare speciale” per denazificare l’Ucraina.

Vladimir Putin
Vladimir Vladimirovič Putin

Per la prima volta è concretamente apparsa una realtà da sempre sottesa alla guerra e alla prospettiva della strategia della “vittoria sul campo”: all’autocrate Putin potrebbe subentrare qualcuno peggio di lui alla testa di un paese che è tuttora una potenza nucleare che possiede 6000 testate atomiche.

Solo degli insani di mente, che ovviamente non mancano, possono godere di quel che sta succedendo in Russia. Infatti le reazioni delle leadership non solo occidentali più avvedute sono all’insegna della preoccupazione e della prudenza. In questo senso la posizione cinese a sostegno di Putin in quanto garante almomento della “stabilità” dell’immensa Federazione russa è significativa.

Il colpo di Prigozhin ha messo subito in secondo piano l’andamento a rilento della controffensiva ucraina. E ha fatto concretamente emergere come inquietante un’incontrollata destabilizzazione della Russia.

Tutto ciò dovrebbe indurre ancor più tutti dai protagonisti sul campo e i loro alleati a intensificare gli sforzi per cessare la guerra e avviare una trattativa per la pace e la sicurezza di tutti.

Il colpo di Prigozhin ha fatto emergere anche un altro aspetto sempre sottaciuto dagli atlantisti forever e dalle vestali della democrazia e della libertà: all’affermarsi in Ucraina di una “pace giusta” è legata anche un’evoluzione positiva e democratica del regime autocratico russo.


Che succede in Russia. Piccola selezioni dei notizie

da Internazionale.it

da Corsera

Da SkyTG24

Aldo Pirone su UNOeTRE.it

Aldo Pirone

Aldo Pirone Link ai suoi articoli

Aldo Pirone. Giornalista. Vive a Roma. Redattore di Malacoda



 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Aldo Pirone

ByAldo Pirone

Aldo Pirone. Giornalista. Vive a Roma. Redattore di Malacoda

Privacy Policy Cookie Policy