fbpx

Cina-Russia: abbracci ma due punti di vista

PechinoPechinoPechino

La vicinanza [geografica] limita anche le scelte strategiche…*

di Emanuele Rossi**


Qin Gang e Andrey Rudenko ©Xiang Shizhen, Renato Lu

Il ministro degli Esteri cinese, Qin Gang, ha incontrato il viceministro russo Andrey Rudenko a Pechino domenica 25 giugno. Ossia il giorno successivo alla ribellione di Yvgeny Prigozhin, l’oligarca della guerra privata che ha sfidato il potere putiniano. L’incontro tra due alti funzionari di Cina e Russia è stato raccontato diversamente nei rispettivi readout. Semplificando: Mosca ha parlato della situazione appena risolta, Pechino ha glissato (prendendo evidentemente distacco dalla vicenda, nonostante la tanto ripetuta “amicizia senza limiti”).

Qui Mosca “La parte cinese ha espresso sostegno agli sforzi del governo della Federazione Russa per stabilizzare la situazione relativa agli eventi del 24 giugno e ha ribadito il suo interesse a rafforzare la coesione e l’ulteriore prosperità della Russia”, dice il ministero del Cremlino. I russi stanno cercando di raccontare quanto accaduto come effetto di un piano dei rivali (occidentali) e intendono far passare la percezione che Vladimir Putin ne esca vittorioso, rafforzato, anche attraverso il sostengo di partner fondamentali come la Cina.

Qui Pechino La Cina nel suo statement non menziona i fatti di sabato 24. Si parla invece di “continuo approfondimento della fiducia reciproca” e della “necessità di garantire la stabilità e lo sviluppo a lungo termine delle relazioni tra i due Paesi e di salvaguardare gli interessi comuni di entrambe le parti”.

“Yao”, la parola chiave Per Marina Rudyak, sinologa della Heidelberg University, la parola chiave è “yao” ossia quella “necessità” di garantire la stabilità e lo sviluppo della relazione e salvaguardare gli interessi comuni. Perché? “Yao descrive qualcosa che ‘deve’ accadere, e può indicare l’insoddisfazione di Pechino per lo stato delle relazioni”, spiega. Rudyak ricorda che la ribellione è stata affrontata dal ministero degli Esteri solo durante una conferenza stampa, in risposta a una domanda specifica sulla valutazione della Cina riguardo all’accordo di Prigozhin con il batka bielorusso, Alexander Lukashenko. Il portavoce del ministero ha dato una risposta generale: “Questo è un affare interno della Russia. In qualità di vicino amichevole e partner di cooperazione strategica globale per una nuova era, la Cina sostiene la Russia nella salvaguardia della stabilità nazionale e nella realizzazione di sviluppo e prosperità”.

Perché ci interessa? La posizione presa da Pechino (almeno finora) non è sorprendente. La linea però è diversa da quella sostenuta da Mosca, e non è la prima volta che nonostante le narrazioni su un’alleanza indissolubile, Pechino dimostra come questa partnership sia complessa e per certi versi sbilanciata a proprio favore.

Per Rudyak, la differenza è minore ma significativa. Però va anche valutato che *“la vicinanza [geografica] limita anche le scelte strategiche: la Cina condivide un lungo confine con la Russia, con tutte le implicazioni” conseguenti, sottolinea l’esperta. Anche per questo, il principale timore di Xi legato alla guerra in Ucraina è una destabilizzazione in Russia. A questo si unisca che una posizione debole di Putin non è conveniente per la Cina, ed ecco le ragioni per cui la copertura dell’accaduto è stata limitata. La copertura dell’accaduto è stata limitata, ma l’attenzione massima.

**da Indo Pacific Salad – Formiche.net 


Formiche.net

Dal Mondo su UNOeTRE.it


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Avatar

ByAutore/i esterno/i

Autori che hanno concesso i loro articoli, Collaboratori occasionali

Privacy Policy Cookie Policy