PSI. Chiusura di Psichiatria a Frosinone

Asl OspFr big

Graverà sulla fascia più debole e già penalizzata della società


di Psi “Sandro Pertini” Ceccano

Frosinone ospedale 350 ok min

È di questi giorni la notizia della chiusura del SPDC di Frosinone.

Una chiusura che graverà sulla fascia più debole e già stigmatizzata della società. Il reparto di Psichiatria dell’ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone rimarrà chiuso  almeno fino a settembre.

L’Azienda sanitaria locale deve fare i conti con la carenza di medici e, se in altri casi ha avuto la possibilità di riorganizzare i reparti a rischio, stavolta sembra non voler trovare alternative.

Chiudere il reparto di Psichiatria in un momento di forte disagio sociale, vuol dire lasciare le persone fragili e le famiglie in balia degli eventi.

Sarebbe necessario avere delle risposte degne di tale nome dal Presidente Rocca.

Dove andranno a finire le acuzie?

Il ricovero psichiatrico obbligatorio avviene nei reparti psichiatrici, gli SPDC. Il ricovero psichiatrico forzato dura 7 giorni. Dopo questi 7 giorni il TSO può essere sciolto laddove non esistano più le condizioni per il trattamento obbligatorio, oppure può essere prorogato qualora vi sia la necessità.

Dove verranno ricoverate le persone sottoposte al TSO?

È stato progettato un piano per non far gravare questa chiusura(si augura momentanea) sui cittadini?

Dopo la scelta della Regione Lazio di stanziare oltre 22 mln in  accordo con ospedali privati romani per oltre 350 posti letto, quest’ultima mossa fa pensare all’intento di far sprofondare in un baratro senza ritorno la sanità pubblica Ciociara.

Si ritiene necessaria una presa di posizione contro questa scellerata amministrazione Regionale che pensa soltanto a rimpinguarsi  le tasche.

Si ricorda al presidente Rocca che la “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività”.

È il momento di riappropriarci dei nostri diritti.

Si invitano i gruppi politici e le associazioni presenti sul territorio a partecipare alla mobilitazione.

È necessario fare gruppo e difendere ad oltranza il diritto alla salute.

Comunicato stampa PSI sezione “Sandro Pertini” di Ceccano.


PSI Frosinone

Regione Lazio Sanità

Ceccano su UNOeTRE.it


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Avatar

ByAutore/i esterno/i

Autori che hanno concesso i loro articoli, Collaboratori occasionali

Privacy Policy Cookie Policy