“Ridurre pesticidi e aumentare aree protette”

Natura. DolomitiNatura. DolomitiNatura. Dolomiti

Via libera del Parlamento europeo alla legge sulla natura. Opposizione di destre e Coldiretti

Da ecologia@peacelink.it di Alessandro Marescotti 12 luglio 2023

parlamento europeo 460 min

Il testo è passato con 336 voti favorevoli, 300 contrari e 13 astenuti. Che cosa prevede la legge sul ripristino della biodiversità?

La legge prevede con obiettivi vincolanti per gli stati membri di ripristinare il 20% delle aree terrestri e marine in modo da fermare la perdita di biodiversità entro il 2030 con misure di ripristino della natura e successivamente estendere lo stesso concetto a tutti gli ecosistemi che necessitano di ripristino entro il 2050. Un obiettivo per garantire sicurezza alimentare, resilienza climatica e salute e benessere per popolazione, fauna e flora.

Fra i passaggi più importanti della Nature Restoration Law la volontà di ridurre pesticidi chimici del 50% entro il 2030, l’aumento delle aree protette, gli sforzi per salvare gli impollinatori, ma anche l’idea di garantire nessuna perdita di spazi verdi urbani entro il 2030 e programmare un aumento del 5% entro il 2050.

Contrari alla legge erano diversi esponenti delle destre europee e del Ppe, decisi a far valere gli interessi del mondo dell’agricoltura, la pesca e l’agroalimentare.

Anche l’Italia, in un voto precedente, si era espressa contro la legge così come diversi europarlamentari di destra italiani avevano preannunciato voto negativo.

Alla fine hanno perso, così come le associazioni di categorie (da Coldiretti a Copa Cogeca) che negli ultimi mesi si erano spese per tentare di affossare la Nature Restoration Law e difendere gli interessi dell’agricoltura.

da Giacomo Talignani, Repubblica


Natura Restoration Law

L’Italia vota contro

L’Ambiente su UNOeTRE.it

Cronache su UNOeTRE.it


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Privacy Policy Cookie Policy

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Avatar

ByAutore/i esterno/i

Autori che hanno concesso i loro articoli, Collaboratori occasionali

Privacy Policy Cookie Policy