Geografia del tifo calcistico in ciociaria

Augusto Anticoli

ByAugusto Anticoli

8 Agosto 2023
La mega maglia della Roma sul castello ben visibile dal ponteLa mega maglia della Roma sul castello ben visibile dal ponteLa mega maglia della Roma sul castello ben visibile dal ponte

Una volta c’era un legame tra Lazio e Frosinone, oggi è la Roma il riferimento*

di Augusto Anticoli

Tifosi romanisti di Ceccano
Club Colle Santa Maria associato all’Unione Tifosi Romanisti

Lo sport più popolare in Italia è senza alcun dubbio il calcio, che rappresenta una fenomenologia di massa e fonte di aggregazione sociale, nel caso specifico con i club di sostenitori che sono la spina dorsale e la forza di una società calcistica.

Come è cambiata la geografia del tifo calcistico negli anni nel territorio ciociaro?

Ci sono state evoluzioni che ne hanno modificato i contenuti, numericamente e socialmente. Una volta c’era un legame tra Lazio e Frosinone, una sorta di gemellaggio societario con passaggi di giovani promesse dalle giovanili baincocelesti al Frosinone.

In passato allo stadio Matusa, quando si giocava in tutte le categorie la domenica e dalle radioline, l’annuncio che segnava la Lazio, c’era un boato. Erano gli anni del secolo scorso, in cui accadde che G. Battista Lenzini, figlio di Umberto (presidente degli anni d’oro biancazzurri), fu presidente del Frosinone e la Ciociaria era una roccaforte del tifo laziale.

Oggi, i rapporti si sono definitavente interrotti con Lotito, antipatico e arrogante, che ha creato un solco profondo tra le due società. La famosa (negativamente parlando) ed esecrabile esternazione, quando disse che con il Frosinone, il Carpi, il Latina, la Lega di serie A sarebbe stata danneggiata per la vendita dei diritti televisivi e poi aggiunse che si doveva consultare la mappa geografica per vedere dove si trovavano…

Il presidente del Frosinone Maurizio Stirpe, un vero signore nei modi e di stile, rispose: “meno male che non sono mai stato laziale”, mettendo così una pietra tombale sul legame che univa i due club. E poi c’è da considerare che Maurizio e Benito Stirpe erano romanisti e assidui frequentori dell’Olimpico giallorosso. Maurizio Stirpe, infatti, ha sempre avuto come riferimento la Roma come si evince dalle sue dichiarazioni alla stampa. Risultato, la prima squadra di serie A che ha giocato al nuovo stadio è stata la Roma, amichevole vs Avellino, poichè il Frosinone era in tourneè in Canada.

La mega maglia sul castello
La mega maglia sul castello

Per Lotito la Lazio è di sua esclusiva proprietà, invece, per Stirpe il Frosinone calcio è dei tifosi e il presidente ne è un amministratore pro tempore. Una differenza abissale, tra ignoranza e signorilità!

Da considerare che in Ciociaria rispetto al passato, è cambiata la geografia del tifo calcistico. Storicamente ci sono sempre stati tanti tifosi della Juventus e poi interisti e milanisti. Sono squadre di caratura internazionale che hanno un bacino d’utenza globale e pertanto riscuotono anche da noi molti estimatori, ieri come oggi.

Ma da alcuni decenni si registra un’altra realtà che sta bruciando le tappe nel firmamento delle tifoserie locali, il fenomeno Roma. Dal debutto in serie A di Francesco Totti, un fuoriclasse che ha catalizzato l’attenzione dei media e l’ammirazione generale, bambini e giovanissimi in odore di tifo calcistico, con tale top player come riferimento, hanno scelto la Roma come squadra del cuore. Ecco il motivo principale per cui sono aumentati di tanto i tifosi romanisti in Ciociaria!

All’indomani dello scudetto del 2001, i romanisti di Ceccano destarono scalpore con una mega maglia giallorossa, a mò di striscione, che venne affissa sulla dorsale est del castello dei conti di Ceccano e precisamente nella parte che si erge verso la zona Ponte – Borgata.

La mega maglia ideata da Fabio Massa e realizzata insieme ad un gruppo di giovani del club era di 18×15 metri. L’autorizzazione all’esposizione è durata 7 giorni. Ricordiamo lo sbalordimento di meraviglia della gente sia in auto che a piedi sul ponte dell’Annunziata e zone limitrofe. Davvero, una cosa clamorosa che fece rumore a livello mediatico. Non c’erano ancora i social e i moderni cellulari, ma la notizia si diffuse comunque.

La stessa maglia fu esposta in curva sud durante la finale di supercoppa italiana contro la Fiorentina. Tutto ciò, a dimostrazione di una passione crescente che poi si è diffusa, tanto che oggi i romanisti sono in maggioranza nella città fabreterna, superando numericamente tutte le altre tifoserie. A riprova di ciò, il fatto che a Ceccano esistano due Roma club, quello storico fondato l’11 gennaio 1975 e diretto da Quirino Masi (associato all’Associazione Italiana Roma Club) e il nuovo che è stato fondato nel 2000 a Colle Santa Maria (associato all’Unione Tifosi Romanisti).

La Ciociaria non è più la roccaforte del tifo biancazzurro. A proposito di quanto successo a livello di tifoserie vs Lazio allo Stirpe, alcuni commenti in rete. “i laziali ci hanno preso per il c… per tutta la partita con insulti e volgarità di pessimo gusto, come mai successo prima, neanche i tifosi del Latina si erano spinti a tanto!” Conseguenza: nel dopopartita, ci furono scontri e tafferugli. Ormai è palese che quella che una volta era una squadra amica, oggi è nemica. Alcuni slogan su magliette e sciarpe del tifo gialloazzuro sono emblematici: “Nè laziali, nè romani, 100% ciociari”. Da notare la sottigliezza filologica, ovvero il riferimento ai romani e non ai romanisti!

Oggigiorno, la geografia del tifo calcistico è stata stravolta anche dai successi del Frosinone calcio, che imponendosi in ambito nazionale, ne sta rivoluzionando le natura, con il doppio tifo di una parte di tifoseria.

Il doppio tifo, un ossimero che imbarazza tanti tifosi negli scontri diretti, ma per molti alla fine la scelta ricade sui colori gialloazzurri della squadra calcistica del nostro territorio.

*Un’ultimora

Ad avvalorare la tesi di come la Roma sia oggi il riferimento per il Frosinone calcio, una novità, rappresentata dalla notizia del passaggio del giovane Cristian Totti alla Primavera del Frosinone. Il presidente del club neopromosso in Serie A, Maurizio Stirpe, ha commentato il possibile approdo a Frosinone del figlio d’arte: “Conosco bene Francesco da diversi anni, ha chiesto a me e al direttore Angelozzi di dare un’opportunità a suo figlio Cristian e siamo ben felici di farlo”, sottolinea il numero uno della società giallazzurra. “Non ho ancora avuto l’opportunità di conoscere il ragazzo, ma non mancherà l’occasione – conclude Stirpe -. Gli auguro il meglio a lui e a tutta la nostra squadra Primavera”.


La Roma

Il Frosinone

Augusto Anticoli
Augusto Anticoli

Augusto Anticoli. Autore. Le sue note biografiche sono a fondo pagina

Villa Santo Stefano su UNOeTRE.it a cura di Augusto Anticoli

              


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Privacy Policy Cookie Policy

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Augusto Anticoli

ByAugusto Anticoli

Augusto Anticoli, studi classici a Casamari, ha lavorato nel commercio - distribuzione organizzata, appassionato di sport e tecnologia. Ha collaborato, sin dal suo albore, con il sito www.villasantostefano.com con ricerche e articoli su fatti e personaggi, attualità, storia e cultura. Articoli pubblicati anche su Ciociaria Oggi. Dall’avvento di Facebook, gestore e amministratore dei gruppi social riguardanti Villa Santo Stefano con notizie sulla vita sociale, info associazioni, manifestazioni, spettacolo, cultura, arte e quantaltro I gruppi socialmedia: Amici di Villa S. Stefano, x tt quelli di Villa S. Stefano, Gente di Villa, San Rocco La Panarda, Parrocchia Santa Maria Assunta Villa Santo Stefano... Il noto giornalista RAI, scrittore e saggista, l’illustre concittadino, Roberto Toppetta, gli ha detto: “Siamo due i giornalisti di Villa S. Stefano, io e tu!”

Privacy Policy Cookie Policy