Il campionato del mondo di rugby 2023

Augusto Anticoli

ByAugusto Anticoli

31 Agosto 2023 ,
Haka danza maori benaugurale nello sport del rugbyHaka danza maori benaugurale nello sport del rugbyHaka danza maori benaugurale nello sport del rugby

Il rugby è uno sport nobile che insegna il rispetto dei valori


di Augusto Anticoli

Rugby World Cup

Alle rampe di partenza il campionato del mondo di rugby.

Lo sport della palla ovale, nel firmamento sportivo universale, riveste una funzione sociale importante: insegna il rispetto dei valori. Il rugby è uno sport nobile che affonda le radici nel passato, inventato in Inghilterra nel 1823, si è diffuso dapprima nelle colonie britanniche e poi in tutto il mondo.

Sono 80 i minuti di gioco effettivo, ai quali segue il terzo tempo, una tradizione consolidata nel mondo del rugby in cui, a fine partita, le due squadre e le due tifoserie mettono da parte le rivalità sportive per festeggiare insieme.

La Coppa del Mondo di rugby 2023 è la 10ª edizione della Coppa del Mondo di rugby, massima competizione internazionale di rugby a 15 organizzata da World Rugby. Il bilancio: 3 vittorie per la Nuova Zelanda e il Sudafrica, 2 l’Australia e 1 l’Inghilterra.

È in programma dall’8 settembre al 28 ottobre 2023, quindi dura 1 mese e 20 giorni, record per un mondiale sportivo, questo perchè si gioca ogni 7 giorni, poichè la fatica fisica dopo ogni match necessita di tali tempo di recupero. Il Mondiale si disputa in Francia, sono 9 le città prescelte e l’area di Parigi è rappresentata dallo Stade de France, impianto che sorge nella banlieue della capitale, a Saint-Denis, destinato a ospitare la finale.

Il rugby è stato il primo sport ad avvalersi della tecnologia per dirimere le fasi controverse di gioco con il TMO, che è uno strumento per aiutare gli arbitri e gli assistenti arbitro. Inoltre ha creato tornei spettacolari che si svolgono annualmente come il 6 Nazioni all’emisfero Nord con Inghilterra, Scozia, Irlanda, Galles, Francia e Italia.

Nell’altro emisfero c’è il Rugby Championchip, con Nuova Zelanda, Australia, Sudafrica e Argentina. 28 edizioni del RC che hanno visto vincitori, 4 volte Sudafrica e Australia e ben 20 volte gli All Blacks NZ. Cotanto divario nel deve trarre in inganno di partite dominate; in realtà, sono matches battagliati, appassionanti ed equilibrati fin quando non c’è il punto di rottura, cioè il break, quasi sempre nel finale, che decide il risultato.

Ecco, i mitici All Blacks (tutti neri) della Nuova Zelanda che hanno fatto la storia del rugby con i loro successi grazie ad un gioco fatto di fantasia, di attacchi micidiali (la cosiddetta marea nera) e difesa granitica. Fenominali nelle mischie, nel raccogli e vai e nella maul, ovvero, quando uno o più compagni di squadra del portatore di palla si legano ad esso. Formidabili nelle mete e nei calci di punizioni, che rappresentano le fasi in cui cambia il punteggio.
E poi come non ricordare la Haka, uno spettacolo nello spettacolo, ovvero la tipica danza maori che precede i loro match, creata appositamente per incutere timore agli avversari.

Il gruppo rock dei Rolling Stones, nel 1966 creò una favolosa hit mondiale, Paint it Black, (dipingilo di nero), ispirandosi alla leggenda degli All Blacks di cui ne è divenuto l’emblema universale con lo slogan iconico dipinto sui volti dei tifosi in tutto il mondo, Paint Il All Blacks. Quella degli All Blacks è una fama internazionale conquistata con vittorie di trofei e record di imbattibilità.

I pronostici circa la vittoria finale della Coppa del Mondo di rugby 2023 dicono che potrebbe toccare ad una squadra dell’emisfero nord, favorite Irlanda e Francia, ovviamente con All Blacks NZ, Springboxs SA e Wallabies AUS della partita.


Rugby 2023

Augusto Anticoli
Augusto Anticoli

Augusto Anticoli. Autore. Le sue note biografiche sono a fondo pagina

Villa Santo Stefano su UNOeTRE.it a cura di Augusto Anticoli


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Privacy Policy Cookie Policy

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Augusto Anticoli

ByAugusto Anticoli

Augusto Anticoli, studi classici a Casamari, ha lavorato nel commercio - distribuzione organizzata, appassionato di sport e tecnologia. Ha collaborato, sin dal suo albore, con il sito www.villasantostefano.com con ricerche e articoli su fatti e personaggi, attualità, storia e cultura. Articoli pubblicati anche su Ciociaria Oggi. Dall’avvento di Facebook, gestore e amministratore dei gruppi social riguardanti Villa Santo Stefano con notizie sulla vita sociale, info associazioni, manifestazioni, spettacolo, cultura, arte e quantaltro I gruppi socialmedia: Amici di Villa S. Stefano, x tt quelli di Villa S. Stefano, Gente di Villa, San Rocco La Panarda, Parrocchia Santa Maria Assunta Villa Santo Stefano... Il noto giornalista RAI, scrittore e saggista, l’illustre concittadino, Roberto Toppetta, gli ha detto: “Siamo due i giornalisti di Villa S. Stefano, io e tu!”

Privacy Policy Cookie Policy