fbpx

11 novembre ’23. Il PD c’è ed è in campo

PD con Elly SchleinPD con Elly SchleinPD con Elly Schlein

di Alessandro Mazzoli

11 novembre '23 PD, Piazza del Popolo Roma
11 novembre ’23 PD, Piazza del Popolo Roma

11 NOVEMBRE ’23. Sabato scorso, 11 novembre, il popolo del Partito Democratico ha riempito Piazza del Popolo a Roma. E’ stata una bella manifestazione e un passaggio importante per la battaglia politica che è in corso nel Paese.

La mobilitazione del PD dice alcune cose. Dopo l’elezione di Elly Schlein si cominciano a vedere gli elementi essenziali di un progetto di ricostruzione e rilancio del partito, i temi di un programma alternativo alla destra oggi al governo e l’avvio di un percorso per una nuova alleanza politica ed elettorale che possa incarnare una credibile prospettiva per l’Italia.

La necessità di indire una manifestazione nazionale è stata dettata dalla gravità della crisi internazionale, dalle scelte del primo anno di governo di Giorgia Meloni e dal bisogno di indicare al Paese un’altra strada possibile.

Il tentativo, che credo riuscito, è stato quello di mostrare un partito aperto e inclusivo riaffermando il profilo di una moderna forza progressista, di sinistra e popolare.

Sul palco hanno preso la parola esperienze vere e mondi reali della società italiana.

Si sono alternate le voci del mondo del lavoro, della sanità pubblica, dell’associazionismo, della cultura, dei diritti sociali e civili. Si è parlato di clima, di chi è stato colpito dalle alluvioni in questi mesi, del no all’autonomia differenziata.

11 novembre '23 PD, Piazza del Popolo Roma
11 novembre ’23 PD, Piazza del Popolo Roma

Si è data voce alle battaglie delle studentesse e degli studenti per il diritto allo studio e per la salute mentale. Casa, scuola pubblica, politiche per le persone con disabilità, sud, migranti e convivenza, lotta alle mafie.

Non solo un elenco di problemi, ma la fotografia nitida di un’Italia che conosce e vive le contraddizioni e le sofferenze di questo tempo e che esprime, insieme, dignità e coraggio per cambiare. E intende farlo recuperando il messaggio di fondo della Costituzione repubblicana che chiede di nutrire, alimentare e promuovere la democrazia, ogni giorno, non solo per non lasciare indietro nessuno ma per restituire cittadinanza ad ognuno.

A partire dal lavoro; dalla dignità del lavoro.

Il richiamo ripetuto di Elly Schlein all’astensionismo come problema da combattere è indicativo di un’idea di paese e di un’idea di democrazia.

Il come riportare al voto e alla partecipazione milioni di italiani deve essere un assillo per il PD. Anche per contrastare il nuovo disegno di riforma costituzionale (è davvero nuovo?) che la destra ha messo in campo e che rappresenta la rottura degli equilibri istituzionali perché indebolisce, in un colpo solo, il ruolo del Parlamento e del Presidente della Repubblica in nome di un “premierato” che non conosce pari in nessun paese del mondo.

Le sfide sono molte e di grande complessità. Basti pensare alla guerra e ad una crisi internazionale che cammina sul confine di un tragico conflitto globale. Cessate il fuoco è l’unica cosa da fare.

Cessate il fuoco per ridare spazio alla vita delle persone, dei popoli e ai costruttori di pace.

Ora bisognerà vedere quali effetti avrà la manifestazione del PD dell’altro ieri. Soprattutto quali effetti avrà dentro la vita del PD.

Se in ogni realtà territoriale, pur tenendo conto delle relative specificità, si adotterà il metodo dell’apertura, dell’ascolto, delle mani tese verso i problemi della società allora un’intera comunità politica avrà fatto un bel passo avanti.

Se prevarranno chiusure e pigrizie autoreferenziali sarà stata un’occasione persa. C’è molto lavoro da fare. Per tutti.

11 novembre '23 PD, Piazza del Popolo Roma
11 novembre ’23 PD, Piazza del Popolo Roma

Partito Democratico

Partiti su UNOeTRE.it


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Privacy Policy Cookie Policy

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Alessandro Mazzoli

ByAlessandro Mazzoli

Alessandro Mazzoli. Di Frosinone, vive a Viterbo dove è stato Segretario della Federazione Viterbese dei DS; Presidente della Provincia di Viterbo dal 2005 al 2010. Dal 2009 al 2010 ha ricoperto anche l’incarico di Segretario regionale del PD Lazio. Dal 2011 al 2013 nel coordinamento della segreteria nazionale del PD a guida Bersani. Già Deputato del PD durante la XVII Legislatura dal 2013 al 2018. Oggi nello staff del Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Locali Francesco Boccia.  

Privacy Policy Cookie Policy