fbpx

Dea di 1° livello a Sora: definitiva istituzione

Sora panoramaSora panorama

di Floriana Porretta

Dea di 1° livello a Sora
Dea di 1° livello a Sora

DEA. La definitiva istituzione del Dea di primo livello all’ospedale SS. Trinità di Sora, ufficializzata con grande soddisfazione del nostro Movimento Civico Sanità e Territorio attraverso l’invio di vasta documentazione presso lo stesso ospedale, e soprattutto col documento del 12 dicembre, ha finalmente messo a tacere coloro che in queste settimane e mesi hanno irresponsabilmente diffuso scetticismo a piene mani, in un cinico e meschino boicottaggio, forse inconsapevole, ma sicuramente incomprensibile di fronte ad un interesse collettivo fondamentale come la salute.

In questi giorni che hanno seguito l’ufficializzazione, invece, il silenzio dei partiti e degli amministratori ha fatto e fa davvero impressione.

Probabilmente in questa circostanza, proprio quando si tratta di sostenere l’interesse primario alla salute, si è raggiunto il massimo distacco tra i presunti rappresentanti del popolo e i cittadini, i quali assistono attoniti ad un immobilismo senza precedenti a memoria d’uomo.

Per non parlare della Commissione Sanità, la cui attività di questi mesi, se c’è stata, è rimasta sconosciuta ai più. Anche le ragioni della sua costituzione restano misteriose, ma forse l’assegnazione della sua presidenza ad un rappresentante della minoranza lascia pensare che servisse proprio a mantenere l’opposizione silente di fronte all’inconsistenza amministrativa.

Insomma, da quel che appare, sembra di trovarsi di fronte ad un organismo tanto cadaverico che non batterebbe un colpo neanche ad una seduta spiritica.

Le coscienze di tutti loro ne risponderà al momento del giudizio divino; le loro persone, più terrenamente, davanti al giudizio dei concittadini e degli elettori.

Ma, nonostante questo squallido spettacolo, l’istituzione del Dea di Primo livello ha lasciato in noi del Movimento Civico Sanità e Territorio, oltre alla grande soddisfazione, anche qualche insegnamento utile a tutti i cittadini.

Un primo insegnamento è che, quando si dispiega un’azione politica ben organizzata e tenace, arrivano anche i risultati. Quando invece i risultati non arrivano o sono negativi per i cittadini, è perché non c’è stata alcuna azione politica o è stata organizzata male e con cattive intenzioni.

Un altro insegnamento è che anche un Movimento come il nostro, che non ha nelle sue disponibilità i mezzi di cui possono disporre i partiti, può raggiungere risultati importanti per tutti, può ridare speranza nella buona politica, unico strumento disponibile per curare efficacemente il bene pubblico e gli interessi collettivi. Senza la buona politica si possono curare soltanto interessi ristretti e carriere personali.

Un ultimo, amaro, insegnamento è che i cittadini sorani riceveranno un danno incalcolabile, se dovranno tenersi ancora per tre anni un’amministrazione inerte, inconcludente, distratta da altri interessi, indifferente agli interessi pubblici e collettivi.

Da questo punto di vista, la maggioranza e le opposizioni non si distinguono, accumunate dalla stessa inerzia e dallo stesso modo d’intendere la politica amministrativa.

L’auspicio del Movimento Civico Sanità e Territorio è che al più presto si richiamino i cittadini al voto, per risparmiare a Sora un’agonia che costerà cara a tutti noi.

Noi ci siamo e faremo tutto il possibile per continuare a sostenere la sanità e il territorio, per dare alla città una buona politica e spazzare via da Sora quella cattiva, estranea ai cittadini, quando non loro nemica.

Sora 30 dicembre 2023


Città di Sora

Sanità Lazio

Floriana Porretta 390 min

*Floriana Porretta, Presidente del Movimento Civico Sanità e Territorio


Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Privacy Policy Cookie Policy