fbpx

La rinuncia di Fassa Bortolo

La protesta di Artena, Cori, GiulianelloLa protesta di Artena, Cori, Giulianello

di Ina Camilli                                                         

La rinuncia di Fassa Bortolo. comitatoresidenticolleferro 350 min
La rinuncia di Fassa Bortolo. Comitato Residenti Colleferro

RINUNCIA. Il Comitato Residenti Colleferro, nel dare seguito all’azione legale intrapresa nei confronti della Fassa Bortolo srl, l’8 gennaio 2024 è intervenuto ad adiuvandum nel giudizio proposto dalla società dinanzi al Consiglio di Stato contro l’appello, contenente la richiesta di concessione di istanza cautelare, alla sentenza del Tar del Lazio.

Il Tribunale, lo scorso novembre, si è pronunciato sul ricorso presentato dal Comune di Cori e ad adiuvandum da questo Comitato ed altri, per l’annullamento della Determinazione riguardante il Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale (PAUR) del «Progetto di ampliamento dello Stabilimento Fassa di Artena», comprese le Determinazioni dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) e della Valutazione di Impatto Ambientale (VIA).

Il Tar con la sentenza del 6.11.2023 ha ritenuto il ricorso fondato nel merito e, accogliendolo, ha annullato il provvedimento impugnato.

Contro tale decisione, la Fassa Bortolo ha proposto appello, chiedendo l’accoglimento dell’istanza cautelare, alla quale peraltro ha rinunciato nell’udienza dello scorso 11 gennaio.

Il Consiglio di Stato dovrebbe fissare a breve, con ordinanza, l’udienza per la discussione del merito del ricorso.

Nella sua memoria, il Comitato ha argomentato l’infondatezza dei motivi di appello avanzati dalla Fassa, l’inammissibilità dell’istanza cautelare e la tempestività della impugnazione del Comune di Cori.

Anche i comitati cittadini di Giulianello, Rocca Massima e Lariano si sono costituiti, mentre il Comune di Artena, avendo rilasciato parere favorevole, ha scelto di continuare a difendere il suo operato.

Come si ricorderà, la Determinazione del PAUR annullata dal TAR comprende un giudizio di compatibilità ambientale palesemente viziato da omessa istruttoria con riferimento all’impatto sulle matrici ambientali (acqua superficiale, acqua profonda, aria) e sulla salute pubblica.

La costruzione dell’impianto verrebbe autorizzata in violazione del vincolo dei 150 metri dai margini del fosso Scatavasso, con prevedibili danni conseguenti all’esondazione sulla flora e sulla fauna.

L’ampliamento dell’attività industriale prevede il passaggio della produzione da freddo a caldo con due forni di calcinazione a ciclo continuo, che utilizzerebbero 80 tonnellate al giorno, bruciando scarti di legno.

Ciò avrebbe pesanti ripercussioni negative sulla salute e sull’attività agricola del territorio, interessando anche i Comuni limitrofi, tra cui Colleferro (peraltro non convocato in sede di Conferenza di servizi), che registrerebbe un significativo peggioramento della qualità dell’aria, a carico della salute pubblica, oltre che per l’attività produttiva, anche a causa dell’intensificarsi del traffico veicolare.

La società infatti prevede di utilizzare anche il casello autostradale di Colleferro per il transito dei mezzi diretti allo stabilimento in entrata ed uscita.

La stessa Arpa scrive che la propagazione dell’inquinamento ambientale si estenderebbe nel raggio di ben 20 km.

Resta quindi alta l’attenzione dei cittadini per la salute e la sopravvivenza dell’economia locale.

Devono però essere le Amministrazioni locali ed i Consigli comunali direttamente coinvolti a promuovere la discussione pubblica e l’informazione, a difendere con i poteri ad essi conferiti il territorio ed assicurare che le attività economiche non siano in contrasto con la sostenibilità ambientale e l’inquinamento atmosferico.

*Ina Camilli, Rappresentante Comitato residenti Colleferro. Colleferro, 12.1.2024
Contrada Fontana degli Angeli00034 Colleferro – Roma comitato.residenti@libero.it – cell. 3357663418

Comitato Residenti Colleferro

Ina Camilli 350 min
Ina Camilli

Ina Camilli su UNOeTRE.it

Mi sono laureata in scienze politiche con 110 e ho sempre avuto un interesse speciale per il sociale, ma ho lavorato molto dentro e fuori casa e non ho potuto finora dedicarmi ad altro. Sono in pensione, dopo 45 anni di servizio alla Camera dei deputati. Come consigliere parlamentare ultimamente mi ero occupata di progetti di formazione per studenti ed esterni. Tuttavia sono riuscita da più di 10 anni a dedicarmi al volontariato, partecipando attivamente ad aggregazioni civiche di cui curo le pagine fb, i comunicati, la documentazione, ecc. Ho anche partecipato da candidata consigliera e sindaca alle ultime due elezioni comunali di Colleferro, dove risiedo, con liste civiche non apparentate, senza risultare eletta. La mia passione è la natura dove mi piace fare sport. Questa attività richiede disciplina e costanza e praticarla mi impone un po’ di sacrificio per mancanza di tempo. Questo in breve il mio percorso di vita fin qui. Il seguito sarà meglio.

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Ina Camilli

ByIna Camilli

Mi sono laureata in scienze politiche con 110 e ho sempre avuto un interesse speciale per il sociale, ma ho lavorato molto dentro e fuori casa e non ho potuto finora dedicarmi ad altro. Da poco più di un anno sono in pensione, dopo 45 anni di servizio alla Camera dei deputati. Come consigliere parlamentare ultimamente mi ero occupata di progetti di formazione per studenti ed esterni. Tuttavia sono riuscita da più di 10 anni a dedicarmi al volontariato, partecipando attivamente ad aggregazioni civiche di cui curo le pagine fb, i comunicati, la documentazione, ecc. Ho anche partecipato da candidata consigliera e sindaca alle ultime due elezioni comunali di Colleferro, dove risiedo, con liste civiche non apparentate, senza risultare eletta. La mia passione è la natura dove mi piace fare sport. Questa attività richiede disciplina e costanza e praticarla mi impone un po’ di sacrificio per mancanza di tempo.Questo in breve il mio percorso di vita fin qui. Il seguito sarà meglio.

Privacy Policy Cookie Policy