Acqua, una criticità assai sentita a Ceccano

Acqua per tutti

Molte spesso senz’acqua contrade e centro storico


di Progresso Fabraterno

Acqua, una criticità assai sentita a Ceccano
Acqua, una criticità assai sentita a Ceccano

ACQUA. In questi anni siamo intervenuti in diverse occasioni sul problema “Acqua pubblica”. Una criticità sempre più sentita da tutti i cittadini ceccanesi.

Molte contrade di Ceccano si trovano spesso senz’acqua, in particolare la zona del centro storico, in cui il servizio manca quasi costantemente.

È ormai diventato un problema sanitario, non più una situazione banalmente antipatica. Infatti, è complicato lavarsi, cucinare, usufruire dei servizi igienici.

Chi fortunatamente è dotato di autoclave ha sempre comunicato che molti di questi sono svuotati, soprattutto in estate.

I disservizi si aggiungono alle turnazioni notturne, che riguardano regolarmente diverse zone di Ceccano. Mancanze di acqua che complicano da anni la vita di migliaia di ceccanesi, inclusi bambini, anziani, persone con bisogni speciali. La condizione è con il tempo è diventata ingestibile.

Malgrado le numerose segnalazioni, la comunicazione continua ad essere inesistente o insufficiente. Molto spesso, infatti, non giungono comunicazioni né da parte di Acea Ato 5, né dal Comune di Ceccano.

Altre volte, invece, pervengono con estremo ritardo, o riportano informazioni sbagliate.

Da anni auspichiamo un intervento repentino dell’Amministrazione e del Sindaco Caligiore, per chiedere risposte alla ditta riguardo i continui disservizi. È necessario e doveroso nei confronti di migliaia di ceccanesi, che ogni giorno vivono nell’incertezza di poter usufruire di un servizio primario e fondamentale.

Inoltre, è fondamentale che Acea rispetti la carta dei servizi, affinché a tutti i ceccanesi non venga negato un diritto così importante e indispensabile.

Concludiamo il nostro intervento con una lettera di sfogo scritta dalla Segretaria di Progresso Fabraterno Aurora Ramandi, durante i giorni più difficili dell’emergenza idrica:

Valorizzare la Ceccano medievale è sacrosanto, ma non mi aspettavo che nel piano fosse compreso un ritorno al Medioevo.

Sono ormai anni che a Ceccano alta siamo costretti a sopportare una turnazione notturna, perché è necessario razionare l’acqua.

Ci ritroviamo coi rubinetti a secco dalle 20.30 di sera alle 6 di mattina, quando siamo fortunati. Situazione che procede a esasperare tutti i cittadini, i quali non possono usufruire dei servizi igienici in modo adeguato, che devono organizzare la propria vita attorno a questa turnazione assurda per lavare i piatti e curare l’igiene personale.

Nessun investimento, nessun piano per cercare di ammodernare il serbatoio, convogliare l’acqua. Nessuna iniziativa per garantire questo bene di prima necessità ai cittadini.

progressofabraterno 390 min
Acqua, una criticità assai sentita a Ceccano

Ma d’estate la situazione peggiora notevolmente: svariate volte ci ritroviamo senz’acqua durante il corso della giornata, senza alcun avviso o comunicazione, senza sapere quando tornerà a scorrere nelle tubature.

Pensate di vivere questo disservizio con temperature giornaliere di 40 gradi.

Immaginate persone che tornano da lavoro la sera, costrette a lavarsi con le bacinelle riempite in previsione della turnazione, perché l’acqua già manca. Obbligate a utilizzare lo stesso metodo la mattina dopo, perché l’acqua non è disponibile alle ore 6 come previsto.

Immaginate donne che affrontano le proprie mestruazioni con taniche d’acqua e bacinelle, avendo difficoltà anche a scaricare il water.

Pensate a persone con bisogni speciali, anziani, bambini e ragazzi accuditi da altri, malati.

Le esigenze sono infinite e la situazione è sfuggita di mano, è un problema sanitario dal quale né il gestore né l’Amministrazione ci sta tutelando. Anzi, i canali istituzionali versano nel totale silenzio, dimostrando che le necessità dei cittadini sono ancora una volta ignorate.

Per quanto ancora dovremo andare avanti così? Oppure è una strategia per attirare turisti?

“Visitate Ceccano per vivere un’autentica esperienza medievale!”


Progresso Fabraterno

Ceccano2030 su UNOeTRE.it


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Privacy Policy Cookie Policy

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Avatar

ByAutore/i esterno/i

Autori che hanno concesso i loro articoli, Collaboratori occasionali

Privacy Policy Cookie Policy