Enrico Berlinguer: luoghi e parole

Ivano Alteri

ByIvano Alteri

30 Gennaio 2024
Enrico Berlinguer. Luoghi e parole

Mostra presso l’ex Mattatoio di Roma, dal 15 dicembre 2023 all’11 febbraio 2024.


di Ivano Alteri

Enrico Berlinguer: luoghi e parole
Enrico Berlinguer: luoghi e parole

ENRICO BERLINGUER. È in corso a Roma una interessantissima mostra dal titolo “I luoghi e le parole di Enrico Berlinguer”, presso l’ex Mattatoio, dal 15 dicembre 2023 all’11 febbraio 2024. La mostra è stata ideata organizzata e realizzata dall’Associazione Enrico Berlinguer, “per la conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale della sinistra italiana”, nell’ambito di un progetto finanziato dalla Struttura di Missione Anniversari nazionali ed Eventi sportivi nazionali e internazionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e promossa dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale e Azienda Speciale Palaexpo, in occasione del centenario della nascita del segretario comunista.

Una delegazione di frusinati, organizzata da Oltre l’Occidente, vi ha fatto visita la scorsa domenica.

Di questa, facevano parte anche due esponenti storici del Pci ciociaro, Francesco Notarcola e Angelino Loffredi, che hanno integrato con i loro ricordi e le loro riflessioni i materiali, cartacei, informatici, audiovisivi, esposti nella mostra, rendendo per noi altri partecipanti ancora più viva quella memoria che si vuole conservare, preservare e riattualizzare.

Anche chi pensi di conoscere direttamente e profondamente i fatti e le circostanze lì narrati non mancherà di provare una forte emozione a ripercorrere con la memoria quei momenti, spesso drammatici ma anche esaltanti e coinvolgenti, che hanno segnato la storia d’Italia del Novecento ma anche, e forse soprattutto, contribuito a riempire di senso milioni di piccole storie individuali.

È, questo, un primo elemento che salta agli occhi e al cuore del visitatore: la politica di allora coinvolgeva milioni di persone, che partecipavano a feste e manifestazioni oceaniche, comizi dalla forza prorompente, con parole d’ordine dalla chiarezza cristallina, prese di posizione coraggiose, inequivocabili, scandite sillaba per sillaba dall’oratore e sottolineate dagli applausi degli ascoltatori attenti, il tutto percepito da ciascuno alla stregua di un giuramento collettivo di adesione e partecipazione consapevole alla lotta per l’emancipazione di un intero popolo.

Non suscita sorpresa, perciò, incontrare di tanto in tanto per le sale qualche visitatore con gli occhi lucidi.

Ma la scansione temporale e tematica della mostra consente anche uno sguardo sinottico su quarant’anni di storia che fornisce al visitatore un senso compiuto ed organico di quelle vicende, sottolineando, da una parte, la grandezza del pensiero e dell’opera berlingueriana e, dall’altra, la grandezza politica di quei tempi, tale che, per chi li abbia conosciuti anche solo in parte, il confronto con l’oggi diventa straziante.

Ancora più intensa è l’emozione nel sorprendersi a constatare come gli stessi interlocutori di Berlinguer, quelli che ieri consideravamo irriducibili avversari, il cui appellativo, democristiano, usavamo come epiteto, appaiano anch’essi sotto una luce tutta nuova, anche coloro per i quali non avremmo mai pensato di spendere una buona parola.

Insomma, ciò che emerge nel percorrere l’itinerario della mostra è una tanto grande quanto misconosciuta verità: l’Italia ha avuto per quarant’anni, quelli della Prima Repubblica, una classe politica, tutta, di eccellentissimo valore, che ha prodotto per il popolo italiano degli avanzamenti di civiltà straordinari, per di più partendo dalle condizioni assolutamente disastrose in cui l’avevano ridotta il fascismo e la sua guerra.

Una mostra da non mancare, per chi non voglia perdere l’occasione di rimettere in ordine le idee, di individuare e fissare i valori perenni che hanno guidato i comunisti italiani nel corso del Novecento, di essere fieri della propria storia e, soprattutto, di preservare nella testa e nel cuore quei “mattoni” culturali, morali e politici necessari alla costruzione di una casa futura, per le presenti e future generazioni.

Frosinone 29 gennaio 2024


Associazione Enrico Berlinguer

Futura Umanità

Storia e memoria del PCI su UNOeTRE.it


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Privacy Policy Cookie Policy

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Ivano Alteri

ByIvano Alteri

Ivano Alteri: Libero professionista di Frosinone, esperto in problemi del lavoro, ha collaborato prima con edicolaciociara.it sul cui sito ha pubblicato interventi relativi al mondo del lavoro e alla politica più in generale. Ha collaborato alla ricerca sugli infortuni sul lavoro svolta dall'associazione Argo per conto della Provincia di Roma, poi pubblicata dalla stessa. Dalla nascita di unoetre.it è membro della sua Redazione

Privacy Policy Cookie Policy