Punto Nascite ASLRM5 deve essere attivo

Ina Camilli

ByIna Camilli

13 Febbraio 2024
StetoscopioStetoscopio simbolo sanità

Raccolta di firme per conquistare l’attivazione


di Fabroni – Camilli*

Punto Nascite a Tivoli deve essere attivo. ASL Rm5 e Osp.Colleferro
Punto Nascite a Tivoli deve essere attivo. ASL Rm5 e Osp.Colleferro

PUNTO NASCITE. Come si può non attivare il Punto Nascite in una ASL, avendo tutto il necessario per farlo? Attesa per eventuali sviluppi giudiziari.

In seguito al gravissimo incendio che si era sviluppato intorno alle 22.30 di venerdì 8 dicembre 2023 al San Giovanni Evangelista di Tivoli, in previsione dei tempi lunghi previsti per la riapertura dell’ospedale, era stato disposto il recupero delle attività e prestazioni sanitarie e il trasferimento dei reparti nelle altre strutture ospedaliere della Asl Roma 5, ad eccezione dell’Attività Ostetrica, che era stata soppressa a Tivoli e sospesa nei Presidi della ASL RM5 sino a nuova disposizione. 

Ebbene, ad oggi, trascorsi due mesi da quel tragico evento che ha causato la morte di tre pazienti, manca ancora un Punto Nascite sul territorio, malgrado l’Ospedale Coniugi Bernardini di Palestrina, della stessa Asl, sia stato dotato di tutti gli strumenti, le apposite strutture e il personale specializzato per ovviare a questa mancanza.

Come cittadini organizzati in comitati, noi, sin dal primo momento, abbiamo dato il via ad una raccolta firme contro questa disposizione insensata e priva di qualsiasi logica, se non pericolosa per le conseguenze che potrebbe generare, per far sentire la voce dei cittadini che non sono stati ascoltati e fatti partecipare alle decisioni che minacciano il loro benessere.

Abbiamo sensibilizzato le parti sociali e le forze politiche partecipando a manifestazioni, incontri e assemblee aventi per oggetto la crisi sanitaria nel nostro territorio. Abbiamo informato i media e l’opinione pubblica in ogni occasione. 

Come risultato della nostra azione abbiamo incontrato il favore della cittadinanza tutta e di una parte delle forze politiche, con la reazione indefinita di altre. In particolare, il PCI, condividendo le nostre preoccupazioni, ha depositato, nei giorni scorsi, un Esposto alla procura di Tivoli per ottenere la riapertura del Punto Nascite nella ASL Roma 5. 

Ci aspettiamo, nei prossimi giorni, azioni ancor più incisive, anche da altre forze politiche, che finora invece hanno deluso le aspettative dei cittadini. 

In attesa degli eventuali sviluppi giudiziari, invitiamo le cittadine e i cittadini del nostro territorio, che non lo abbiano ancora fatto, a firmare e a far firmare la Petizione a difesa del diritto alla salute e per la sicurezza delle donne partorienti per chiedere la riapertura immediata del Punto Nascite nel Polo Ospedaliero Palestrina-Colleferro: Firma la petizione

12 Febbraio 2024

*Presidente Coordinatore del Comitato Salute ed Ambiente ASL Roma 5, dott. Stefano Fabroni; Coordinatore del Comitato Libero “A difesa dell’ospedale di Colleferro”, dott.ssa Ina Camilli
Per firmare la petizione puoi inquadrare anche il codeqr

Comitato salute ASL RM5

A difesa Opsedale Colleferro

Sanità territorio su UNOeTRE.it


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Privacy Policy Cookie Policy

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Ina Camilli

ByIna Camilli

Mi sono laureata in scienze politiche con 110 e ho sempre avuto un interesse speciale per il sociale, ma ho lavorato molto dentro e fuori casa e non ho potuto finora dedicarmi ad altro. Da poco più di un anno sono in pensione, dopo 45 anni di servizio alla Camera dei deputati. Come consigliere parlamentare ultimamente mi ero occupata di progetti di formazione per studenti ed esterni. Tuttavia sono riuscita da più di 10 anni a dedicarmi al volontariato, partecipando attivamente ad aggregazioni civiche di cui curo le pagine fb, i comunicati, la documentazione, ecc. Ho anche partecipato da candidata consigliera e sindaca alle ultime due elezioni comunali di Colleferro, dove risiedo, con liste civiche non apparentate, senza risultare eletta. La mia passione è la natura dove mi piace fare sport. Questa attività richiede disciplina e costanza e praticarla mi impone un po’ di sacrificio per mancanza di tempo.Questo in breve il mio percorso di vita fin qui. Il seguito sarà meglio.

Privacy Policy Cookie Policy