Vene, meliloto e cumarina principio attivo

SaluteBenessere RubricaSaluteBenessere RubricaSaluteBenessere Rubrica

Impiegati nel campo delle patologie venose e linfatiche


di Dr. Antonio Colasanti

Vene, meliloto e cumarina principio attivo. Melilotus officinalis ©Amazon.it
Vene, meliloto e cumarina principio attivo. Melilotus officinalis ©Amazon.it

VENE. In tempi recenti il meliloto ed il suo principio attivo piu importante, la cumarina sono stati oggetto di studio ed impiegati nel campo delle patologie venose e linfatiche.

Questo ha permesso di inquadrare meglio il potenziale terapeutico del meliloto che ora è considerato come pianta ad azione antiedematosa linfatica e venosa -linfodrenante.

La cumarina incrementa la demolizione da parte dei macrofagi di proteine potenzialmente antigeniche che si accumulano nella matrice extracellulare.

La cumarina aumenta l’apporto di ossigeno ai tessuti grazie al miglioramento del microcircolo e migliora la membrana dei globuli rossi.

Inoltre gli estratti di meliloto aumentano la resistenza dei capillari, diminuiscono la permeabilità delle pareti vascolari, migliorano il ritorno venoso e la circolazione linfatica e manifestano attivita antinfiammatoria e antiedematosa.

La cumarina è in grado di stimolare il sistema reticolo endoteliale ed il potere di proteolisi dei macrofagi e non ha proprieta anticoagulanti per cui non incide sul tempo di coagulazione.


Il Meliloto

Antonio Colasanti

Dr. Antonio Colasanti

SaluteBenessere su UNOeTRE.it

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Privacy Policy Cookie Policy