Napoli. 1ª festa nazionale per la pace

Fermate le bombe - foto de Il Fatto QuotidianoFermate le bombe - foto de Il Fatto Quotidiano

Terza edizione del “Il Coraggio della Pace. Disarma”


di Claudio Grassi

NAPOLI. 1ª Festa Nazionale per la Pace ©Comune di Napoli
NAPOLI. 1ª Festa Nazionale per la Pace ©Comune di Napoli

NAPOLI. Care e cari, la terza edizione del “Il Coraggio della Pace. Disarma”, svoltasi a Napoli nella straordinaria cornice del Complesso Monumentale di San Domenico, in centro storico, è pienamente riuscita.

Oltre cinquecento persone, nel corso della giornata, hanno partecipato, seguendo con attenzione le interessanti relazioni dei relatori e delle relatrici, l’intervento di Michele Santoro e il concerto di Piernicola Pedicini e la Brigata Fra Diavolo.

Il tanto lavoro e l’impegno che abbiamo impiegato per organizzare questi due giorni è stato ampiamente ripagato dall’accoglienza della città, la grande partecipazione e il calore che hanno accompagnato tutte le sessioni, da mattina a sera.

Abbiamo avuto un riscontro molto positivo sia da chi ha partecipato che dai relatori e le relatrici intervenuti. La nostra associazione riceve tanto, ma offre anche molto a chi la frequenta.

La solidarietà con il popolo palestinese e la condanna nei confronti del massacro che il Governo israeliano sta attuando è stata unanime, così come la necessità che si fermi l’invio delle armi in Ucraina.

La richiesta del cessate il fuoco sia a Gaza che in Ucraina è stata individuata come azione necessaria per aprire negoziati che portino alla fine delle guerre.

Da questo punto di vista il fatto che per ben tre volte gli Stati Uniti hanno posto il veto per questo obiettivo la dice lunga su chi non vuole raggiungere la pace.

In molte relazioni le guerre in corso sono state inquadrate in un contesto globale di scontro tra mondo unipolare e multipolare.

Tanti gli interventi che hanno approfondito il nesso tra guerra e crisi economica, aumento, peggioramento delle condizioni di vita più fragili.

Guerra e capitalismo un altro tema che ha attraversato la giornata.

La nostra Associazione – che ha avviato il suo percorso il 23/24 settembre a Firenze al Teatro dell’Affratellamento con una iniziativa contro la guerra in Ucraina – ha poi sviluppato 20 iniziative per il cessate il fuoco a Gaza in tutta Italia che si sono concluse con la seconda edizione de Il Coraggio della Pace – Non è una striscia. E’ Gaza – allo Spin Time di Roma.

In ultimo la terza edizione de Il Coraggio Della Pace a Napoli, in cui abbiamo compiuto un passo ulteriore di grande importanza.

Nella riunione della domenica mattina infatti è stato approvato lo Statuto e, quindi la nostra associazione, che oggi conta circa 500 iscritti, è costituita a tutti gli effetti.

Prossimo appuntamento a settembre, per la prima festa nazionale del Il Coraggio della Pace. Saranno quattro giornate attraversate da dibattiti, rassegne culturali, proiezioni, concerti, con una nostra assemblea conclusiva tra gli iscritti e le iscritte, ma come sempre aperta a chi vorrà partecipare.

Su questo appuntamento ci mettiamo subito a lavoro.

Voglio ringraziare chi è intervenuto/a a Napoli: Emiliano Brancaccio, Ali Rashid, Elena Basile, Moni Ovadia, Domenico Gallo, Roberto Romano, Stefano Fassina, Sergio Segio, Piernicola Pedicini, Vauro, Monica Di Sisto, Eliana Como, Luigi de Magistris, Michele Santoro, Emanuele Profumi, Roberto D’Agostino, Collettivo di fabbrica Gkn, Gianni Tognoni, Franco Dinelli e Roberta De Monticelli che ci ha sorpreso scrivendo un bellissimo articolo sulla nostra iniziativa pubblicata dal Manifesto, che vi alleghiamo.

Un particolare ringraziamento a Linda Santilli, Serena Cavalletti, Angelica Gatti, Sandro Fucito, Piernicola Pedicini che hanno reso possibile l’evento con il loro impegno.

Non abbiamo paura.


L’ombra delle bombe e il coraggio della pace | il manifesto

Cronache&Commenti

Iniziative e resoconti


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Privacy Policy Cookie Policy

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Avatar

ByIgnazio Mazzoli

Nato nel 1943. Fondatore e direttore di UNOeTRE.it. Risiede a Veroli in provincia di Frosinone. Lazio. Italia.

Privacy Policy Cookie Policy