fbpx

Monitoraggio ARPA di PM2.5. Appello

Avatar

ByAutore/i esterno/i

13 Marzo 2024
Inquinamento ambientale e da fumi da Skuola.netInquinamento ambientale e da fumi da ©Skuola.net

Per Frosinone Scalo: Un appello alle istituzioni e residenti dello Scalo


di Comitato No biodigestore a Frosinone – Valle del Sacco

MONITORAGGIO. Alla cortese attenzione di:

Sig. Sindaco Mastrangeli, in qualità di massima autorità sanitaria locale;

Commissione Sanità;

Giunta Comunale di Frosinone;

e, p.c. Cittadini tutti ed in particolare ai residenti dello Scalo.

MONITORAGGIO. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), autorità delle Nazioni Unite, incaricata di gestire e coordinare il settore della salute, riconosce nell’inquinamento atmosferico e le PM2.5 in particolare, tra i più gravi fattori di rischio ambientale per la salute umana, causa di ictus, cancro ai polmoni, malattie respiratorie croniche ed acute.

Essa elabora e produce le linee guida per la qualità dell’aria che raccomandano limiti di esposizione ai principali inquinanti atmosferici.

Nel 2005, l’OMS stabiliva, a protezione della salute umana, un limite del valore medio annuo del particolato fine di 10µg/m3 per le PM2.5. Tuttavia, nel 2021, a seguito di nuovi studi e ulteriori prove scientifiche raccolte sulla pericolosità e sui rischi associati a questo inquinante, ha ridotto il valore di soglia raccomandato riducendolo a 5µg/m3.

Monitoraggio ARPA di PM2.5
Monitoraggio ARPA di PM2.5

La legislazione italiana in linea con gli standard imposti dalla direttiva europea sulla qualità dell’aria, ha fissato il limite del valore medio annuo del PM2.5 a 25µg/m3, notevolmente superiore a quello raccomandato dall’OMS.

Tuttavia, di recente, l’Unione Europea ha adottato limiti più stringenti riducendo il valore limite medio annuo, da 25 a 10µg/m3 che è molto più vicino alle indicazioni dell’OMS.

La Commissione Europea riconosce altresì il diritto dei cittadini europei ad essere informati e ad essere risarciti in caso di danni alla salute causati da violazioni degli standard sulla qualità dell’aria.

L’accordo UE sulla nuova direttiva per la qualità dell’aria è stata definita una buona notizia per un Paese come l’Italia che conta 47mila decessi prematuri all’anno per il PM2.5 su un totale europeo di 253mila.

Sulla scorta dei valori del PM2.5 rilevati della centralina ARPA di Viale Mazzini e considerando la pericolosità che viene attribuita a questo inquinante, la letteratura scientifica riconosce una stretta correlazione tra la presenza di PM10 e PM2.5, per cui non si può non essere preoccupati e dormire sonni tranquilli.

Per monitoraggio ARPA di PM2.5
Per monitoraggio ARPA di PM2.5

Considerando i valori medi delle PM10 misurati da Arpa a Frosinone Scalo, più elevati, rispetto a quelli di Viale Mazzini, si può dedurre che allo Scalo anche le PM2.5, sebbene non monitorate, siano ancora più elevate.

Da stime che abbiamo ricavato su dati ARPA, si potrebbe dedurre, in un confronto proporzionale tra le PM10 di viale Mazzini e quelle di Scalo, che il valore medio annuo di PM2.5 allo Scalo sia pari a 21 µg/m3. Ma il dato reale ed ufficiale, per mancanza dello strumento di misurazione, non è disponibile e potrebbe essere persino peggiore ma non ci è dato saperlo.

Per monitoraggio ARPA di PM2.5
Per monitoraggio ARPA di PM2.5

Riteniamo che, in futuro, solo un campionatore ARPA del particolato fine PM2.5 installato nella centralina di rilevamento di via Puccini potrà fornire dati certi.

È diritto dei cittadini, a propria tutela, sulla qualità dell’aria che respirano, come ribadisce anche la nuova direttiva europea, essere informati e consapevoli. Non è solo il biodigestore che ci preoccupa, ma anche l’effetto che potrebbe avere sulle polveri sottili.

Se l’impianto venisse malauguratamente approvato, ciò porterebbe un aggravio del traffico sulla SR156 con il passaggio, per 312 giorni l’anno, di mezzi pesanti, pari a 6.492 viaggi anno, nel tratto via Valle Fioretta/via Selvotta, a meno di 400 metri dalla centralina ARPA di Frosinone Scalo.

Siamo consapevoli della presenza di numerosi plessi scolastici nella stessa zona, inclusa Corso Lazio, dove bambini e ragazzi trascorrono gran parte del loro tempo ogni giorno. I residenti sono a conoscenza del progetto?

Abbiamo assistito ad una campagna elettorale con aspre polemiche sull’inquinamento e la salute. Non abbiamo ancora visto azioni concrete per il biodigestore. Ce ne aspettiamo adesso, per il monitoraggio della qualità dell’aria.

Chiediamo al Sindaco Mastrangeli, nella sua veste di massima autorità sanitaria locale, alla Commissione Sanità ed a tutta la Giunta Comunale di Frosinone di attivarsi con urgenza per ottenere dalla Regione Lazio, il rilevamento del PM2.5 a Frosinone Scalo.

Segnaliamo alla cittadinanza che, a tal proposito, è stata aperta una petizione su Change.org denominata “Chiediamo monitoraggio PM2.​5 allo Scalo” che vi invitiamo a sottoscrivere, utilizzando questo link: https://chng.it/yDGNqLD9Y8

Vi invitiamo a sostenere, tutti insieme questa causa. Potrebbe essere uno dei modi, per non restare nella cronaca nazionale, solo per evidenze negative.

Frosinone, 12 marzo 2024


Ambiente su UNOeTRE.it


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Privacy Policy Cookie Policy

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Avatar

ByAutore/i esterno/i

Autori che hanno concesso i loro articoli, Collaboratori occasionali

Privacy Policy Cookie Policy