fbpx

Live painting di Rocco Lancia

Colori per l'arte...Colori per l'arte...

“Italian Africa” al Chiostro Sant’Agostino di Veroli


di Fausta l’Insognata Dumano

Live painting di Rocco Lancia. foto della bacheca del social di Rocco Lancia
Live painting di Rocco Lancia. foto della bacheca del social di Rocco Lancia

LIVE PAINTING. Lancia non può stare mai fermo.

Sabato 23 marzo 2024 dalle ore 16.00 al Chiostro di Sant’Agostino, dove è in corso la sua mostra sui miti, dipingerà dal vivo una ragazza di colore di nazionalità italiana.

Richiamando “Athena Nera” di Bernal, dove l’ autore proponeva di mostrare le radici afroasiatiche della civiltà classica.

Lancia vuole aprire un dibattito attorno alla questione “l’arte può sensibilizzare contro le disuguaglianze razziali”?

Monia Lauroni su “Anagnia.com” ha definito il Lancia un anti Vannacci ciociaro.

La Lauroni non ha certamente bisogno di presentazioni, ha collaborato con diverse testate provinciali e nazionali,s crittrice, poetessa.

L’artista contrappone i colori ai distinguo cromatici del generale, in aperta antitesi con il generale che ha dubitato dell’essere italiana di Paola Egonu.

Sicuramente questa performance di Lancia farà discutere a livello nazionale, il dibattito riapre anche l’annosa questione dell’ius soli. Lo stesso pittore ha la curiosità di sapere chissà cosa si pensa quando abbiamo una persona di fronte a noi che ha il colore della pelle diversa dalla nostra? e si domanda: Cosa significa Jus Soli per noi italiani? Siamo veramente un popolo pacifista?

Dopo la performance si aprirà un dibattito con i presenti.

*Fausta Dumano, Docente di Lettere Liceo Artistico Statale “Bragaglia”- Frosinone

*Rocco Lancia

Classe 1970, si forma tra l’Italia e la Francia, Parigi nello specifico, dove ha modo di conoscere persone e culture, incontrando quelle diversità che ancora oggi caratterizzano le sua produzione artistica e le sue attività. Oggi Rocco è direttore artistico dell’Associazione no profit “Artqube” promotrice,  attraverso la pittura. di pratiche ed attività per l’integrazione nella città di Frosinone.
L’artista nel 2017 dipinge le sue tele di oro e nero, sperimentandoli su tessuti poveri, proveniente da diversi angoli del mondo come la juta; che nelle mani dell’artista diventa espressione dell’amore per la conoscenza di altre culture.
In questa occasione oro – nero e juta sono lo strumento per esprimere la forza, la tradizione, la solarità, la preziosità di un cultura tanto ricca e tanto diversa come quella Napoletana.
Ora a Veroli presenta 35 dipinti di divinità italiche, magari anche con tratti africani…

Belle Arti su UNOeTRE.it


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Privacy Policy Cookie Policy

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Fausta L'Insognata Dumano

ByFausta L'Insognata Dumano

Fausta Dumano divenuta Fausta L'Insognata Dumano è laureata in lettere con tanti sogni nel cassetto. Giornalista, scrittrice, critica d'arte si è inciampata nella prima supplenza con il favoloso mondo degli studenti ed è rimasta intrappolata nel discount istruzione. Frequenta corsi di scrittura creativa, ha pubblicato alcuni libri di narrativa. Da sempre è impegnata nell'arcipelago della sinistra.Ambientalista nel dna, la mamma le parlava di difesa del verde, quando non era nell' agenda della politica tanto da creare la prima festa dell'albero ad Arpino negli anni 60. Impegnata nell'arte pubblica relazionale con artqube e 03100 (zerotremilacento) vive a Frosinone, per metà ciociara e per metà siciliana, cresciuta con due culture e stili di vita differenti... è fortemente convinta che la diversità sia un valore importante, per questo si impegna nelle associazioni che favoriscono l'integrazione. Ha insegnato nelle scuole operaie ai migranti, ai figli di un dio minore e in carcere. Perennemente innamorata dell'idea dell'amore, i capolavori indiscussi della sua creatività sono i suoi figli Venera e Matteo, che riescono sempre a strapparle un sorriso, anche quando tutti i pianeti si allineano contro.

Privacy Policy Cookie Policy