fbpx

Arte che risveglia il dibattito

Colori per l'arte...Colori per l'arte...

Attorno a un dipinto live si aprono sentimenti e visioni


di Fausta l’Insognata Dumano*

Arte che risveglia il dibattito
Arte che risveglia il dibattito

ARTE. Sabato 23 marzo nella location del Chiostro di Sant’Agostino a  Veroli l’artista Rocco Lancia ha realizzato una  nuova tela.

Una performance con una ragazza di origine etiope e una cartina dell’Africa.

Sorpresa, conosco la modella, è stata una mia studentessa al liceo artistico, anzi nostra, con me c’è pure il prof.  Cacciola.

Attorno a quella tela nasce un dibattito o meglio una conversazione tra amici dell’artista.

Una conversazione a 360 gradi sul razzismo in Italia, dove il Ministro dell’istruzione vuole proporre delle classi ghetto, con i migranti isolati.

Ci  siamo battuti  contro le classi ghetto per i disabili. Non le accettiamo per i migranti.

Alla conversazione partecipano interlocutori diversamente impegnati nella vita e nel lavoro Luigi Vacana, Consigliere provinciale; Biagio Cacciola, Docente universitario ed ex del Liceo Bragaglia; Ivano Alteri, Consulente del lavoro e Paolo Autunno, Consulente per operatori e pubblici esercizi.

Ma poichè è una conversazione libera, ognuno dei presenti diventa ”un relatore, una relatrice”.

Arte che risveglia il dibattito
Arte che risveglia il dibattito

Nonostante le nostre radici vengono da una cultura dell’integrazione e dell’inclusione, la  scuola siciliana e i poeti arabi, molte parole siciliane sono legate all’arabo. Il nostro diritto nasce da quello romano, viene ricordato Caracalla e il suo editto sulla cittadinanza, altro che ius solis … in ricordo a Omar Neffati, l’attivista che si è ucciso a 27 anni, lottando per  il riconoscimento della cittadinanza.

La chiave potrebbe essere la culturas, perché  gli artisti stanno sempre avanti, basti pensare a  Piero Della  Francesca.

Arte come inclusione, l’attenzione è rivolta a Pistoletto. Di arte  non si vive, la battaglia dice Marina Navarra per fare ottenere il fondo  Bacchelli per l’artista Fausto Delle Chiaie, ma sempre da Marina arriva un chiaro riferimento all’autonomia differenziata.

Un razzismo primitivo è il leit  motiv lanciato con preoccupazione dal prof. Cacciola. Ma è la Cultura da inseguire e affermare, quella del bello risponde Vacana, che da alcuni  anni con “Provincia  Creativa”  cerca di individuare e valorizzare nei centri del frusinate.

Alteri pone l’accento sul come vivere, perchè senza soldi un artista non si può esprimere.L’arte è un diritto di chi crea e di vuole apprezzarla. Va quindi sostenuta e non sfruttata. E’ un po’ come il desidero di tanti che vogliono andare in vacanza nel sud, ma in ogni posto c’è un sud più sud da ammirare e non solo da sfruttare.

Una conversazione a più voci, un salotto letterario che mi appare in un chiostro, attorno alle tavolozze dei colori poggiati con maestria sul foglio di cellophane, preventivamente  messo dall’artista.

Un pomeriggio di arte “impegnata“, una volta si usava dire così.

*Fausta Dumano, Docente di Lettere del Liceo Artistico Statale “Bragaglia”- Frosinone

Rocco Lancia

Fausta Dumano su UNOeTRE.it


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Privacy Policy Cookie Policy

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Fausta L'Insognata Dumano

ByFausta L'Insognata Dumano

Fausta Dumano divenuta Fausta L'Insognata Dumano è laureata in lettere con tanti sogni nel cassetto. Giornalista, scrittrice, critica d'arte si è inciampata nella prima supplenza con il favoloso mondo degli studenti ed è rimasta intrappolata nel discount istruzione. Frequenta corsi di scrittura creativa, ha pubblicato alcuni libri di narrativa. Da sempre è impegnata nell'arcipelago della sinistra.Ambientalista nel dna, la mamma le parlava di difesa del verde, quando non era nell' agenda della politica tanto da creare la prima festa dell'albero ad Arpino negli anni 60. Impegnata nell'arte pubblica relazionale con artqube e 03100 (zerotremilacento) vive a Frosinone, per metà ciociara e per metà siciliana, cresciuta con due culture e stili di vita differenti... è fortemente convinta che la diversità sia un valore importante, per questo si impegna nelle associazioni che favoriscono l'integrazione. Ha insegnato nelle scuole operaie ai migranti, ai figli di un dio minore e in carcere. Perennemente innamorata dell'idea dell'amore, i capolavori indiscussi della sua creatività sono i suoi figli Venera e Matteo, che riescono sempre a strapparle un sorriso, anche quando tutti i pianeti si allineano contro.

Privacy Policy Cookie Policy