fbpx

I soldi come si contano nella Contea?

Ceccano. PanoramaCeccano. Panorama

Nella Contea i soldi contano… oppure si contano sperperandoli?


di Ceccano2030

I soldi come si contano nella Contea?
I soldi come si contano nella Contea?

SOLDI. 7000 euro!!! Tanto è costato alle casse comunali l’inaugurazione in pompa magna – con annessa fanfara dei Carabinieri – del restauro del Monumento ai Caduti svoltasi domenica 24 marzo presso Piazza XXV Luglio.

Nient’altro che l’ennesimo sperpero di denaro pubblico, o meglio, l’ennesima dimostrazione dell’incapacità totale dell’attuale amministrazione di Ceccano di destinare risorse economiche ad opere o attività ben più urgenti e ben più utili per la comunità ceccanese, come l’
abbattimento delle barriere architettoniche presso il comando della Polizia Municipale o presso la caserma dei carabinieri, come anche negli uffici dove sono allocate le assistenti sociali.

E invece no: Caligiore sceglie di investire ben 7.000 € – prendendoli dal capitolo Cultura della voce bilancio preventivo, come si evince dalla Delibera n.54 del 15 marzo 2024 – in una cerimonia inaugurale che, sicuramente, poteva essere gestita ed organizzata valutando opzioni meno dispendiose, come l’accompagnamento musicale della banda comunale città di Ceccano, autentico patrimonio della nostra comunità.

E invece: settemila euro a scialare, prendendoli fra l’altro dalla voce Cultura!

Invece di destinarli, quei soldi, al miglioramento dei servizi bibliotecari, alla sistemazione dei
reperti romani per l’apertura di un museo archeologico, al ripristino della Mediateca e ad altri
importanti interventi indispensabili per Ceccano, l’amministrazione ha avuto la brillante idea di
sperperare 7000 euro di denaro pubblico per poche ore di spettacolo musicale.

Ma, ahinoi e ahitutti, la capacità di quest’amministrazione comunale di dirottare denaro pubblico in opere di dubbia utilità sociale è ormai cosa arcinota, come purtroppo narra la vicenda della “riqualificazione” di Piazza Mancini che verrà deturpata con lavori inutili e assolutamente non necessari, visto che in tale luogo bastava riparare la pavimentazione esistente – in cubetti di porfido – e utilizzare i fondi del PNRR per una messa in sicurezza di altri punti del centro storico, un’operazione questa sì reale e necessaria e non di pura facciata.

L’altra nota dolente che si aggiunge alla giornata del 24 marzo è l’assenza totale dell’amministrazione nel ricordare Luigi Mastrogiacomo, ceccanese trucidato dalla furia
nazifascista nell’eccidio delle Fosse Ardeatine.

E dire che la stele in sua memoria è collocata in piazza Municipio, proprio a ridosso del luogo in cui ieri il Sindaco inaugurava a suon di fanfara il restauro del Monumento ai Caduti.

Sarebbe bastata una semplice corona di fiori, e invece, ed evidentemente, per Caligiore & Co. non tutte le vittime di guerra meritano lo stesso rispetto istituzionale.

Siamo certi che, se Mastrogiacomo fosse morto in una foiba, avrebbe ricevuto un degno tributo alla sua memoria…

Ma anche qui non ci stupisce molto la cosa, considerando il modus operandi ormai noto con cui l’amministrazione tratta alcune specifiche ricorrenze, quali la Giornata della Memoria, da ultimo l’anniversario del massacro delle Fosse Ardeatine e quel 25 Aprile con cui si festeggerà la Liberazione dell’Italia dal nazifascismo.

Ceccano ha bisogno di altro, ha bisogno di ricordare per avere radici sulle quali costruire un futuro diverso, una idea di Città partecipata da progettare insieme alle cittadine e ai cittadini.

Noi di Ceccano 2030 restiamo convinti che la nostra città meriti una politica migliore, meriti
un’amministrazione migliore, capace di rappresentare e risolvere i problemi enormi della comunità ceccanese e, soprattutto, un’amministrazione virtuosa capace di gestire con più criterio il denaro pubblico.

Ora, vogliamo proprio vedere se, davanti a questa nostra protesta/proposta, avranno il
coraggio di dire di nuovo che «non ci sono i soldi…», che «è colpa di quelli di prima!», che «noi
siamo la svolta»
.

Di sicuro la svolta per Ceccano l’avete data, ma in negativo, e ormai è tutto sotto gli occhi di tutti!


Ceccano Ventitrenta

Ceccano2030 su UNOeTRE.it


 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Autore/i esterno/i

ByAutore/i esterno/i

Autori che hanno concesso i loro articoli, Collaboratori occasionali

Privacy Policy Cookie Policy