Thomas Mann e le eroine della guerra

Michele Santulli

ByMichele Santulli

9 Aprile 2024
La guerra nella testa da ilmanifesto.itLa guerra nella testa da ilmanifesto.it

E’ troppo umiliante ricordare quanto è scritto nei Trattati di Roma


di Michele Santulli*

Thomas Mann e le eroine della guerra
Thomas Mann e le eroine della guerra

THOMAS MANN. Il parlamento europeo. E’ di pochi giorni la notizia che il Parlamento Europeo  ha votato quasi all’unanimità (contrari solo i 5 Stelle¹)  una cifra colossale di miliardi, tolta ai cittadini europei, a favore  dell’Ucraina per la sua guerra.

Deve erompere e perfino zampillare un fluido venefico molto efficace da parte della Commissione Europea e da parte dei capi degli stati membri, tra cui l’Italia, per riuscire a condizionare con tali risultati tutti questi personaggi del Parlamento Europeo che, accecati, hanno  colpevolmente anche loro azzerato tutti i principi costitutivi e fondativi della Unione Europea, a favore delle armi, oggi.

La parola di Papa Francesco, il Vicario di Cristo in terra, vale meno di zero, per i guerrafondai.  

E’ troppo umiliante  ricordare quanto è scritto nei Trattati di Roma  sui  doveri e obblighi dell’Europa Comunitaria, di pace e fratellanza verso tutto il mondo, ora perfino criminalmente abrogati, a favore della guerra di Biden e della NATO e di Zelenskiy.

E’ vero, è perfino  troppo facile, addirittura arricchente fare la guerra, arduo e intelligente favorire invece il colloquio e la pace e il benessere comune.

E il da poco defunto presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, ha scritto: “…oggi abbiamo bisogno di Europa, di un’Europa che sia e diventi uno strumento di pace”. “La pace è amicizia tra i popoli, è cooperazione tra gli Stati, condivisione di sovranità con gli organismi internazionali”.

Tutto saltato in aria, grazie alle ursule e ursuli, pedagoghi della guerra e della morte, servi di Biden e della NATO,  “..dalle armi che sparano, dalle bombe che esplodono, dal riarmo sul nucleare….”.

La nona Sinfonia di Beethoven alla fine contiene la corale dell’Inno alla gioia di Schiller:  è la glorificazione del regno della fraternità umana e della vittoria dell’uomo sulla oppressione e sulla tirannide politica, l’inno alla sua libertà: alle Menschen werden Brueder…seid umschlungen, Millionen!   fraternizzino tutti gli uomini ….abracciatevi anzi avvinghiatevi, a milioni!

La sinfonia è stata dichiarata inno dell’Europa nel 1972 e nel 2001 dall’UNESCO  musica e parole  dichiarate memoria del mondo e già nel 1964 San Benedetto, il Messaggero della istruzione,  della devozione e del lavoro, dichiarato Patrono dell’Europa: ora, labora et lege!

E’ una beffa del destino che l’Europa sia capitata in mano di bombaroli quali Scholz, Macron  & Co.  

Ecco pochi versi che sono la sintesi di tutto, anche della disumanità e ferocia implicite nel criminale provvedimento del Parlamento Europeo nonché dei capi di stato, ursule e ursuli, ecc:

LENIN, maestro di rivoluzioni e di guerre, scrisse: “Nessuno…..uscirà vincitore da questa guerra. La guerra non è un  giuoco, la guerra è una cosa  mostruosa, che costa milioni di  vite umane e  cui non è facile mettere fine!” (H.Carrère d’Encausse, Lenin).

Il lettore che ha curiosità e interesse, vada  alla famosa lettera di Thomas Mann in risposta a quella del decano della Univ. di Bonn del 1936 che  revocava la laurea honoris causa già concessa. Al posto di Germania e analoghi, immaginare Europa.
Küsnacht am Zürichsee, Capodanno 1937.

*© Michele Santulli

1) 9 i voti contrari e 32 i voti di astensione. ndr

Il Parlamento europeo

Michele Santulli
Michele Santulli su UNOeTRE.it

Privacy Policy Cookie Policy

 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Michele Santulli

ByMichele Santulli

Michele Santulli è ciociaro di Atina in Valcomino. Già insegnante nelle scuole superiori e temato in Germanistica alla Università di Pisa, poi, lasciata la scuola, antiquario per molti anni in Cassino. Ha raccolto neim suoi libri le proprie deduzioni ed osservazioni su aspetti e realtà eccezionali eppur sconosciuti della Terra di Ciociaria che marcano e contrassegnano la storia artistica e sociale dell’Europa Occidentale.

Privacy Policy Cookie Policy