Conoscere bene il Comune Ceccano

Ceccano Palazzo-del-MunicipioCeccano Palazzo-del-MunicipioCeccano Palazzo-del-Municipio

di Angelino Loffredi

Conoscere bene il Comune Ceccano
Conoscere bene il Comune Ceccano

CONOSCERE. Per  partire in questo viaggio di formazione e di ricerca nell’interno dell’Istituzione comunale è necessario (almeno) saper rispondere ad una domanda: quanti sono a Ceccano i cittadini residenti?

Nell’anno 2023 i cittadini residenti nel nostro comune erano 22.365 ( 10.918 M, 11.447 D)

L’altro dato da conoscere riguarda il fatto che la popolazione, dopo una lunga, continua e lenta crescita raggiunge il punto più alto di cittadini residenti nel 2015 con 23.565 unità.

Da allora la decrescita è lenta ma continua. In nove anni Ceccano ha perso 1.200 unità.

Vale la pena inoltre sapere che nel 2022 i nati sono stati 159 mentre i deceduti sono stati 231.

Esiste un altro  dato che merita di essere ricordato: gli stranieri residenti nel nostro comune sono 812 ( 3,6% della popolazione ) Le comunità straniere più numerose sono quelle rumene( 201) marocchine(102) albanesi (83), nigeriane ( 68), ucraine( 51) Dati Istat, 1 gennaio 2023.

Nel momento in cui conosciamo queste informazioni si pongono altre domande alle quali, al più presto, bisogna sapere rispondere: come vivono, che lavori fanno, quante famiglie formano, dove pregano, quale è l’indice di abbandono scolastico dei figli ? E più in generale cosa fare per una politica d’integrazione ?

 I sette Settori

L’attività amministrativa del comune viene  esercitata  attraverso 7 Settori:

!) Personale, anagrafe ( Dirigente Diana D’Amico) con 12 dipendenti

2) Finanziario ( Dirigente Cesare Gizzi) con 8 dipendenti.

3) Lavori pubblici, ambiente, patrimonio ( Dirigente Diego Aureli ) con 15 dipendenti

4 ) Urbanistica  ( Dirigente Luca D’Annibale ) con 4 dipendenti.

5) P.I, formazione, cultura ( Dirigente Emanuele Colapietro) con 16 dipendenti.

6) Polizia Municipale ( Comandante Flaminio Alteri) con 16 agenti.

7) Servizi Sociali ( Dirigente Maria Elena Mendola) con 2 dipendenti.

L’insieme del personale dipendente il 1 giugno 2023 è composto da 73 persone.

A queste bisogna aggiungere i componenti lo Staff, (così viene denominato), del sindaco composto da 1 persona a tempo, 3 a part-time.

                          Si articola

  • Segreteria Sindaco ed Assessori
  • Rapporto con i cittadini e le istituzioni
  • Rassegna stampa quotidiana

Funzioni tutte particolari sono quella esercitate dal Segretario Generale. Esse sono disciplinate dal CAPO II, art. 71 dello Statuto Comunale e dal CAPO IV, art. 22 del Regolamento degli Uffici e dei Servizi, sintetizzabili nel seguente modo:

 1. Il Segretario comunale è nominato dal Sindaco, da cui dipende funzionalmente ed è scelto nell’apposito albo.

2. Il Consiglio Comunale può approvare la stipulazione di convenzioni con altri comuni per la gestione consortile dell’ufficio del Segretario Comunale.

Il Segretario Comunale, nel rispetto delle direttive impartite dal Sindaco, presta consulenza giuridica agli organi del Comune, ai singoli Consiglieri ed agli uffici

Riflettiamo su un dato: 73 dipendenti ma pensiamo anche al personale sanitario che manca, a quello della scuola, dell’università e dei centri di ricerca ecc. ecc e come non vedere un attacco che proviene da decenni verso lo stato sociale.

La sbornia liberista: 5 milioni di poveri, disuguaglianze che crescono, crisi climatica, pericoli di guerre.

 Quale è la spesa complessiva annua a carico del comune per l’insieme del personale dipendente ?  3 milioni 324 mila euro.

Trasparenza

Il cittadino interessato, civilmente o politicamente impegnato che quotidianamente  vuole seguire l’attività amministrativa può collegarsi via internet cliccando su Ceccano Amministrazione Trasparente e poi scegliere Albo Pretorio on line. Bisogna anche sapere che queste pubblicazioni non sempre sono tempestive

Gli organi di governo del comune

 il Consiglio Comunale, la Giunta ed il Sindaco.

Il Consiglio è il massimo organo istituzionale rappresentativo della collettività locale in quanto eletto direttamente dai cittadini. Dovrebbe esercitare funzioni di indirizzo e di controllo politico-amministrativo . Il funzionamento del consiglio, nel quadro dei principi stabiliti dallo Statuto, è disciplinato dal Regolamento, che prevede in particolare le modalità per la convocazione dello stesso e per la presentazione e la discussione delle proposte.  La funzione di indirizzo consiste nella partecipazione del Consiglio alla definizione dei fini politico-amministrativi dell’ente che, costituendo i criteri-guida dell’azione politica e gestionale del Comune, di fatto vincolano il Sindaco, gli Assessori ma anche i responsabili dei servizi; la funzione di controllo consiste nel monitoraggio  al fine di accertarne la conformità all’indirizzo politico-amministrativo dell’ente.

Riflessione: sul tema degli indirizzi e sul controllo, il consiglio si dimostra all’altezza di tali compiti ?

Il Consiglio Comunale di Ceccano è composto da 16 Consiglieri  più il sindaco. Secondo la legge elettorale vigente 10 rappresentano la coalizione vincente, 6 l’insieme delle liste perdenti. Nel corso degli anni bisogna mettere nel conto il fenomeno della trasmigrazione o del nomadismo. Mi riferisco ai  Consiglieri che si spostano o che modificano il loro rapporto politico con gli elettori. Preciso, infine, che le donne presenti sono 4. Due fanno parte della maggioranza e due si collocano all’opposizione.

Riflessione: ridotta presenza femminile.

Il Consiglio Comunale è diretto da un Presidente eletto fra i consiglieri; coordina i rapporti fra Consiglio Comunale e sindaco, con la giunta, con le commissioni consiliari e con il Collegio dei Revisori dei Conti. Il suo funzionamento è disciplinato dall’articolo 16 dello Statuto Comunale

 La Giunta è l’organo esecutivo dell’ente locale. E’ composta dal Sindaco, che la presiede e  da un numero di Assessori stabilito dalla legge. Gli assessori vengono nominati dal sindaco e non possono essere consiglieri comunali.  A Ceccano i membri della Giunta oltre al sindaco sono 5 di cui due donne.

 Il Sindaco è un organo  del Comune attraverso il quale si realizza un’unione reale fra gli uffici;  il Sindaco è contemporaneamente capo dell’amministrazione comunale e ufficiale di governo, ossia è organo periferico dell’amministrazione comunale e rappresentante del governo in sede locale. Esercita  altre funzioni a cominciare da quella di essere massima autorità sanitaria locale, infatti è chiamato ad esercitare  poteri-doveri di controllo, anche preventivo, a tutela dell’ambiente e della salute pubblica.

 Indico questi poteri, queste responsabilità e penso ai pozzi avvelenati in contrada Acqua Santa. Dal 15 novembre 2022, l’Arpa ha rilevato un forte inquinamento dei pozzi:   10 microgrammi/L per il composto triclorometano e 0,2 microgrammi/L per il bromodicloretano, eccedenti il limite di legge pari rispettivamente a 0,15 microgrammi/L e 0,17 microgrammi, per litro. Dopo tanto tempo ancora non si ricevono segnali tranquillizzanti.

Penso anche che si è aperto un cantiere a Piazza Mancini nel quale gli operai non hanno a disposizione il bagno.

Al Sindaco competono inoltre: la rappresentanza politico istituzionale, in quanto organo monocratico dell’ente; la rappresentanza giuridico legale; la rappresentanza in giudizio, intesa come legittimazione ad agire o a resistere alle liti.

Delibera,  determina, ordinanza

Con il termine delibera (o deliberazione) ci si riferisce ad un atto formale che identifica la decisione  della Giunta o del Consiglio Comunale e gli effetti che dalla stessa scaturiscono. Con la stessa l’organo esprime i suoi indirizzi politico-amministrativi.

La deliberazione non va confusa con la determina, detta anche determinazione dirigenziale,  provvedimento di un dirigente preposto a specifiche funzioni, in questo caso il riferimento è in direzione dei  responsabili dei 7 Settori prima indicati. Con la determina i responsabili dei servizi manifestano e dichiarano la propria volontà nell’esercizio della potestà di gestione finanziaria, tecnica ed amministrativa. Attraverso la determina, i dirigenti impegnano l’amministrazione verso l’esterno. In virtù di quanto esposto, dunque, si deduce che le deliberazioni sono atti normativi che indicano un indirizzo, una programmazione, mentre le determinazioni sono atti amministrativi attraverso  i quali si esplica la volontà del dirigente/responsabile del servizio dell’ente. Sostanzialmente, mentre con la deliberazione vengono fornite delle disposizioni o indirizzi le determinazioni hanno una valenza esecutiva.

Le ordinanze sono pratiche amministrative eseguite da sindaci o da dirigenti comunali legate a provvedimenti urgenti da prendere.

Statuto

Regolamento Consiliare

Collegio Revisori dei Conti: E’ composto da tre persone, di cui una esercita le funzioni di Presidente, e’ nominato dal Consiglio Comunale ed ha una durata triennale; accerta la regolare tenuta dei libri e delle scritture contabili,vigila sull’osservanza delle  leggi, dello Statuto e dei regolamenti, controlla il bilancio..

   Dopo aver descritto l’impianto generale e rilevato qualche osservazione politica per problemi di tempo mi fermo senza però dimenticare che siamo arrivati alla parte più corposa della attività comunale: il bilancio.

Senza entrare nei particolari, su cui potremo sentirci successivamente,anticipo qualche dato 

Veloci riferimenti finanziari

Entrate generali: 9milioni trecento24 mila euro

Composte da : Fondo solidarietà statale 3milioni487 mila

                         Addizionale IRPEF          1milione994mila

                         Tari                                   3 milioni

                         IMU                                   1 milione994mila

A tale proposito merita di essere evidenziato che negli ultimi tre anni c’é stato un impegno a ricuperare crediti  IMU 446 mila euro nel 2021, 726.000 nel 2022, 858.000 nel 2023. Anche per la TARI gli accertamenti hanno consentito a Palazzo Antonelli di incassare 611.000€ nel 2021, 747.000€ nel 2022 e 607.00€ nel 2023 a dimostrazione del buon lavoro messo in campo dall’Ufficio”. Forse proprio per questo vogliono regalare tale ricchezza finanziaria ed organizzativa ai  privati

                    Inoltre risultano esserci entrate straordinarie nazionali o regionali

Uscite: Personale 3 milioni324mila

             Rateo annuale per Mutui 477 mila394; interessi 391mila257 

             Raccolta Rifiuti  2milioni 900 mila

             Illuminazione. 500.00

            Spese per il diritto allo studio (Trasporto scolastico, mense ecc)

            Spese per i servizi sociali

Attività economiche esercitate in Ceccano al 1 gennaio 2024


Città di Ceccano

Ceccano su UNOeTRE.it


Privacy Policy Cookie Policy

 

Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all’aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it – Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

Sostieni UNOeTRE.it

 

Pagare con una carta

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari che s’impegnano gratuitamente. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest’articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l’autore. E’ vietato il “copia e incolla” del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l’articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l’insieme della pubblicazione. L’utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Angelino Loffredi

ByAngelino Loffredi

Angelino Loffredi: nato il 2 Luglio 1941 è stato collaboratore di Edicolaciociara.it dal 2000 e poi ha collaborato e collabora con UNOeTRE.it. Diplomato presso l'Istituto Superiore di Educazione Fisica del L'Aquila, è stato dirigente del Pci fino al suo scioglimento con i seguenti impegni nelle Istituzioni: Consigliere Provinciale dal 1970 al 1981, consigliere comunale a Ceccano dal 1970 al 1993, Sindaco di Ceccano dal 1981 al 1985.

Privacy Policy Cookie Policy