Piazza Mancini risponde all’assessore

Ceccano, il monumento ©La PiazzaCeccano, il monumento ©La Piazza

I residenti di Piazza Mancini a Ceccano replicano a Macciomei


da Pietro Alviti

Piazza Mancini Ceccano ©PietroAlviti
Piazza Mancini risponde all’assessore Ceccano ©PietroAlviti

PIAZZA MANCINI L’insinuazione che il Comitato dei Residenti del Centro Storico sia nato per fini elettorali è pretestuosa e del tutto risibile.

Qualsiasi azione portata avanti da un cittadino per il bene della “polis” è sicuramente un ATTO POLITICO, ma speriamo tranquillizzi l’assessore, sapere che il nostro è un comitato spontaneo, eterogeneo per età, professioni e ideali politici dei componenti, pertanto è APARTITICO ed autodiretto.

Non supportiamo nessuno se non noi stessi, in qualità di residenti che si aspettano semplicemente di poter comunicare all’ Amministrazione Comunale le proprie esigenze e le inerenti proposte risolutive.

Al contrario, sembra sia stato l’Assessore stesso ad approfittare del nostro comunicato per uno spot pubblicitario preelettorale.

In democrazia i cittadini hanno tutto il diritto di lamentarsi per l’incuria ed il degrado in cui versa il luogo in cui vivono, come pure di proporre a chi li amministra soluzioni alle problematiche denunciate, quindi ci ha stupito che l’Assessore ci abbia voluto rispondere solo ironizzando sul dissenso espresso e che non si sia minimamente interessato dei motivi che lo hanno provocato.

Il Sindaco Caligiore ci ha motivato i lavori con la necessità di “riqualificare e mettere in sicurezza la piazza” ma abbiamo constatato che: non c’erano voragini in cui cadere, nella piazza non si è mai formato del ghiaccio, anzi, spesso sono presenti 3 gradi in più rispetto ad altre zone, non c’è mai stato ristagno d’acqua e l’illuminazione era adeguata.

Peccato che tali problematiche, aggiungendo anche scorribande di topi che salgono perfino ai piani alti dei palazzi, immondizia, erbacce e scarsa illuminazione, consumo e spaccio di droga, si riscontrino nei vicoli del centro storico che vengono ripuliti solo in occasione della processione del Venerdì Santo.

Continuiamo a non capire perché si stia lavorando solo su Piazza Mancini, visto che perfino dalle foto pubblicate da vari quotidiani si possono constatare le ottime condizioni della piazza prima dell’inizio dei lavori.

L’ Assessore Macciomei si chiede perché a “opera quasi ultimata” si costituisca un comitato civico critico delle scelte dell’Amministrazione, a sua detta, note fin dal 2021.

Ovvio, perché solo il 18 marzo, dopo aver ricevuto invito protocollato e consegnato dal Messo Comunale per “comunicazione inizio lavori di riqualificazione di P.zza Mancini, nell’ambito dell’intervento PNRR per la messa in sicurezza del Centro Storico”, siamo venuti a conoscenza che il rifacimento della piazza stava per iniziare.

Il 20 marzo, infatti, abbiamo ricevuto un’altra comunicazione cartacea che indicava l‘inizio dei lavori al 2 aprile. 

Non prima, perché, dato che la follia della proposta dell’asfalto stampato era stata scartata, pensavamo che quei pochi cubetti di porfido saltati sarebbero stati riallocati da un bravo posatore con poche ore di lavoro, permettendo di dirottare i fondi stanziati su interventi più urgenti che saremmo stati ben felici di suggerire se solo ci avessero interpellato, anche in un incontro informale, come accade in campagna elettorale.

Ci teniamo a far presente che nella riunione del 20 marzo con il Sindaco, è stato comunicato esclusivamente l’inizio e la fine dei lavori, di come lasciare il passaggio per carico-scarico merci, eventuali mezzi di soccorso ed altre necessità.

Abbiamo chiesto se ci fossero altri progetti da realizzare con i fondi del PNRR è stato risposto “NON NE AVEVAMO ALTRI”.

Inoltre, alla riunione con i residenti NON era presente l’Assessore Bianchini, quindi nessuno ci ha illustrato il progetto, come invece riportato a mezzo stampa. Alla nostra richiesta di visionare il progetto è stato semplicemente risposto “è sul sito del Comune”.

 Perché non abbiamo fatto altre domande?  perché siamo rimasti basiti nel sentir parlare di messa in sicurezza della piazza e non dei vicoli del Centro Storico… siamo rimasti senza parole.

Intanto un suggerimento lo diamo: visto che tutto il Centro Storico è pavimentato con cubetti di porfido, quelli che state togliendo in piazza Mancini conservateli, così eviterete di riacquistarli per ripristinare quelli mancanti e non si dovrà pagare per il loro smaltimento.

Ascoltate la parola a chi in questi luoghi ci abita, non rispondete sempre accusando gli altri di manovre politiche, quando gli unici a darsi da fare per propagandare il vostro partito e il vostro orientamento politico al fine di ottenere consensi SIETE VOI.


Pietro Alviti blog

Pietro Alvti su UNOeTRE.it

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Avatar

ByAutore/i esterno/i

Autori che hanno concesso i loro articoli, Collaboratori occasionali

Privacy Policy Cookie Policy