Sora entra nel GalVerLa del PNA

da ©Facebook/GARVERLAda ©Facebook/GARVERLAda ©Facebook/GARVERLA

Con Broccostella, Posta Fibreno, Pescosolido e Fontechiari


di Nica Paolini

Sora entra nel GalVerLa del PNA
Sora entra nel GalVerLa del PNA

SORA Con l’ingresso nel partenariato del Gal dei Comuni di Sora, Broccostella, Posta Fibreno, Pescosolido e Fontechiari, viene a costituirsi un raggruppamento di 25 Comuni di oltre 100.000 abitanti omogeneo per cultura, storia, vocazioni economiche ed identità territoriale.

In questo territorio, Sora ha storicamente svolto un ruolo centrale per gli scambi commerciali fin dal 1283 quando Carlo I° d’Angiò concesse “Universitati Sore Privilegium Conficiendi Forum Quolibet Die Dominico” dove la parola “Forum” sta per mercato o fiera.

La creazione di un partenariato locale omogeneo – di un ‘Gruppo di Azione Locale’ (GAL) di queste dimensioni – è una caratteristica originale e importante per l’approccio allo sviluppo economico (dal basso), proprio della strategia LEADER.

La nuova assemblea dei soci del GAL, che ha il compito di individuare e attuare una strategia di sviluppo locale, prendere le decisioni circa l’assegnazione delle risorse finanziarie e la loro gestione, ha adottato l’approccio bottom-up, ossia che gli attori locali partecipino al processo decisionale circa la strategia ed alla selezione delle priorità da perseguire nella loro zona.

L’esperienza ha dimostrato che l’approccio bottom-up non deve essere considerato come alternativa (o contrapposizione) agli approcci topdown delle autorità nazionali e / o regionali, ma piuttosto comestrumento di interazione con esse, al fine di ottenere risultati complessivi migliori.

Il presidente del GAL arch. Loreto Policella:

“Ringrazio tutti i sindaci, con l’ingresso dei nuovi comuni di Broccostella, Posta Fibreno, Pescosolido, Fontechiari e di Sora in particolare, si ricostruisce la contiguità territoriale necessaria al GAL per competere all’assegnazione Regionale dei fondi con una propria strategia. Il 9/10/23 abbiamo consegnato in Regione il nostro Piano con una richiesta di 5.711.000,00 euro”.

Il GAL ha elaborato la sua Strategia di Sviluppo Locale (SSL) per il periodo 2023/27, prevedendo una serie di opportunità, per enti pubblici e privati cittadini, che permetteranno di accedere a contributi pubblici per la realizzazione di progetti volti a favorire lo sviluppo locale:  diversificazione e  multifunzionalità nel settore agricolo;  realizzazione di infrastrutture per la popolazione;  miglioramento dei servizi di base a livello locale; interventi nel settore commerciale e artigianale; avvio di nuove attività per la produzione e commercializzazione di prodotti all’interno dell’economia rurale.

Insomma, si guarda al futuro con entusiasmo e progettualità ma forti di una prestigiosa tradizione.

L’assetto istituzionale del GalVerLa

Due i punti all’ordine del giorno dell’assemblea svolta martedì 23 aprile dal Gal.

Al primo l’ingresso dei nuovi soci privati, associazioni, enti e imprese che spaziano dal sociale, all’accademico, artistico e culturale senza dimenticare il mondo della musica o la tutela delle boschi e della biodiversità.

Un voto unanime ha accolto i nuovi soci che, entrando a far parte del GalVerla, daranno un apporto di alto livello al partenariato pubblico/privato e già consolidato del Gal in grado di supportare e promuovere innovazioni di grande respiro.

Sora entra nel GalVerLa del PNA con Broccostella, Posta Fibreno, Pescosolido e Fontechiari
Sora entra nel GalVerLa del PNA con Broccostella, Posta Fibreno, Pescosolido e Fontechiari

Di seguito, si è passati al secondo punto, all’elezione del nuovo Consiglio e dei rappresentanti in Consiglio della Conferenza degli Enti Locali:

Broccostella, Terelle, Sant’Elia Fiume Rapido, Atina e Belmonte sono i Comuni chiamati a far parte di questo organismo che sarà utile, se non fondamentale, nel rappresentare in consiglio le contingenze dei territori di pertinenza e vicinali in modo diretto ed efficace.

Unanime anche il consenso per l’elezione del Consiglio di Amministrazione, formato da due rappresentanti degli Enti locali, il sindaco di Campoli Appennino Pancrazia Di Benedetto, da quello di Monte San Giovanni Campano Emiliano Cinelli e tre Privati, uno per il mondo agricolo, nella persona di Loreto Policella (CIA), uno per le imprese con Daniele Del Monaco (Legacoop) e un altro a rappresentare il mondo del sociale, Gianrico Rossi (ACLI).

Dunque, il neo eletto Cda si propone, proprio in forza di questa eterogeneità, di riuscire a permeare con successo il tessuto sociale del territorio garantendo ogni realtà dalla pubblica, alla associativa, all’imprenditoriale.

E, proprio a questo riguardo, è intervenuto il confermato Presidente Policella che ha voluto evidenziare l’urgenza di riprendere velocemente il cammino interrotto.

Quanto alle innovazioni apportate al consesso dei soci, al Consiglio ed, infine, al Cda esse sono state studiate e volute proprio al fine di rendere le procedure più snelle e le azioni più celeri ed efficaci; tutto questo per assicurare che il supporto necessario, in termini di azioni e fondi, a enti locai, imprese e associazioni, sia non solo celere ma anche costante.


Gal.Ver.La

Note provinciali


Privacy Policy Cookie Policy
Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Avatar

ByAutore/i esterno/i

Autori che hanno concesso i loro articoli, Collaboratori occasionali

Privacy Policy Cookie Policy