Le bugie e il delirio del potere

“Rigenerare o rinnovare questo è il problema”?


di Maurizio Cerroni

Le bugie e il delirio del potere - foto fornita dall'autore
Le bugie e il delirio del potere – foto fornita dall’autore

BUGIE A proposito di cemento: le bugie e il delirio del potere. Ecco i fatti. La delibera Comune di Ceccano del 14 giugno 2019. Rigenerazione Urbana, o rinnovamento Urbano.

“Rigenerare o rinnovare questo è il problema”, amletico pensiero dei nostri amministratori cittadini. Questa è la delibera con la maschera! 

Nello stesso anno, mese di Dicembre 2019,  la pandemia era arrivata in Italia.

A Ceccano, in materia Urbanistica non venne fatta una sola riunione per coinvolgere i cittadini.

Visto che parliamo delle regole  generali e di pianificazione territoriale, approfondiamo: “Per rigenerazione urbana si intende una serie di interventi – pubblici o privati – mirati a valorizzare aree urbane degradate”.

Quando le parole fanno la differenza…

1)-Rigenerazione :
designa i programmi di recupero e riqualificazione del patrimonio immobiliare alla scala urbana che puntano a garantire qualità e sicurezza dell’abitare sia dal punto di vista sociale sia ambientale, in particolare nelle periferie più degradate.

Si tratta di interventi che, rivolgendosi al patrimonio edilizio preesistente, limitano il consumo di territorio salvaguardando il paesaggio e l’ambiente, attenti alla sostenibilità.

2)-Rinnovamento urbano:
Spesso si rivelano come interventi prevalentemente di demolizione e ricostruzione, a carattere più o meno apertamente speculativo.

Quindi, la delibera del consiglio comunale di Ceccano va in questo senso. Basta leggerla! Va nel senso opposto alla legge regionale sulla rigenerazione urbana.

Gli amministratori della destra ceccanese sono moralizzatori in giacca a doppiopetto. Come si fa a demonizzare gli amministratori del passato sulla questione Urbanistica che, come è stato ricordato, sono stati i protagonisti, prima della adozione poi della approvazione del PRG Comunale con la redazione dei rispettivi piani particolareggiati?!?

Le accuse immorali al PCI, DS, Socialisti sono prive di qualsiasi senso del pudore: questi signori  devono solo vergognarsi e le accuse vanno rimandate al mittente.

Infatti, i presunti custodi del verde hanno adottato la delibera consigliare del 14/06/2019, e, strumentalmente utilizzando in maniera distorta una legge regionale sulla rigenerazione Urbana, hanno aumentato come  un gioco d’azzardo del 30 % le cubature  su tutto il territorio Cittadino. 

Sicuramente questa è una delibera scandalosa! In quel momento la voce del consigliere Luigi Compagnoni si oppose con argomenti validi e non fu ascoltato da nessuno! A proposito di trasparenza, quella delibera è stata pubblicata senza riportare il verbale della seduta – con il dibattito del consiglio Comunale. 

Poi, la pandemia che ha imperversato per tre anni in Italia ha aiutato a far cadere l’oblio su questa delibera, ma i tempi sulle cose ingiuste che toccano la vita di tutti i cittadini non scadono mai. 

Per i curiosi, ecco l’oggetto della delibera Consilliare:
“COMUNE DI CECCANO
Provincia di Frosinone
deliberazione del Consiglio Comunale  Numero 12 del 14-06-2019
Oggetto : Legge Regionale 18 Luglio 2017 N. 7 Recante “Disposizioni per la Rigenerazione Urbana e per il recupero edilizio “, ARTT 2, 3, 4, 5, 6, 7E8- Disposizioni Attuative di competenza Comunale -Adozione variante Alle NTA del PRG ai sensi Dell ‘Art. 1. Comma 3. Della L.R. N. 36/1987 per l’applicazione ARTT. 3-4-5 della L.R. N. 7/2017”.

Le bugie e il delirio del potere - foto fornita dall'autore
Le bugie e il delirio del potere – foto fornita dall’autore

Qui, con  artifici di urbanistica da fare invidia alla stregoneria medioevale, si stravolge la Pianificazione territoriale del piano regolatore generale approvato dalla Regione Lazio nel 1993 per il Comune di Ceccano.

In alcuni articoli si parla del 20%, in altri articoli del 30%, di volumetria in più in tutto il territorio comunale, e il tutto alla faccia della rigenerazione urbana.

La rigenerazione urbana è nata per recuperare l’esistente abitativo e per salvaguardare il territorio. Perciò, le bugie e le false notizie vanno combattute.

Forse questa vicenda nata per contrastare il rischio di togliere il verde urbano di via Falcone, dove qualche anno fa venne adottato e poi approvato un piano particolareggiato “verde-pubblico”, può servire sdesso per allargare l’obbiettivo, attraverso l’unità e la partecipazione dei cittadini dobbiamo spiegare quello che è successo e determinato alle spalle di un’intera comunità. 


Ceccano

Ceccano su UNOeTRE.it


Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Avatar

ByAutore/i esterno/i

Autori che hanno concesso i loro articoli, Collaboratori occasionali

Privacy Policy Cookie Policy