Un fotoreporter per tanti avvenimenti

Tramonto dalla montagnaTramonto dalla montagna

Dario Pace, un santostefanese al servizio del paese!


di Augusto Anticoli

Un fotoreporter tanti avvenimenti
Dario con a sx Max Lampazzi al Carnevale dei Lepini
Un fotoreporter tanti avvenimenti. Dario con a sx Max Lampazzi al Carnevale dei Lepini

FOTOREPORTER Dario Pace, un santostefanese al servizio del paese! Un amico di Villa Santo Stefano e della sua gente che immortala con la sua impareggiabile arte fotografica.

Con dovizia di particolari unita ad acume professionale riesce a cogliere dettagli oggettivi e sfumature ambientali che trasferite in immagini creano cultura in natura. Dario Pace, infatti, per Villa rappresenta un personaggio della vita sociale da inserire di diritto nell’alveo della cultura locale, grazie a meriti acquisiti sul campo e soprattutto per amorevole empatia verso la popolazione che apprezza oltremodo le sue qualità, umane e professionali.

Una passione per la fotografia e video che ne fa un asso assoluto in ambito territoriale, al cospetto di colleghi fotoreporter, che nutrono stima nei suoi confronti. Come Giovanni Mura, un suo grande amico nonchè “socio fotografico ciociaro”, ipse dixit il simpatico Gianni, che aggiunge:

un amico semplice, con grandi doti tecniche, ma soprattutto umane. Ogni volta che interagiamo, lo facciamo in modo armonico”. Come Max Lampazzi, fotografo di Giuliano di Roma che lo definisce: “personaggio poliedrico, con spiccate virtù nell’arte fotografica, dedito alla divulgazione delle tradizioni locali”.

Dario e la famiglia. Cosa rappresenta il primogenito dei fratelli Pace in ambito familiare ben lo descrive la nipote Michela: “Per noi familiari è una persona su cui poter sempre contare, in ogni situazione, disponibile e pronto ad offrire aiuto. È molto calmo e paziente, soprattutto sa dare sempre il giusto consiglio. Ha un grande attaccamento alla famiglia e alle origini ed è sempre pronto a insegnarci qualcosa di nuovo. Ha trasmesso a noi tutti la passione per la storia familiare.”

La sorella Filomena ne traccia un ritratto introspettivo e al contempo avventuriero: “Dario è persona molto discreta, mai critica nei confronti degli altri, mai giudice dell’operato altrui. Amante dei viaggi, soprattutto viaggi estremi. Amante della natura, molto legato alle origini e al senso di famiglia”.

Dario Pace con la centenaria Maria Masi
Dario Pace con la centenaria Maria Masi

“Il nostro formidabile fotoreporter che tutto il mondo assai c’invidia!”.

Così l’incipit dell’articolo pubblicato sulla rivista “La Voce di Villa” di agosto 2015. Altra perla in rima per decantarne le lodi: “se una foto assai ti piace, c’è la firma Dario Pace!”. Ovvero, griffata dal suo stile anche un reperto fotografico riprende luce, con certosina pazienza e sapienza il restauro di foto antiche riacquista valore storico, grazie al suo innato talento.

Dario Pace è nato a Villa Santo Stefano il 27 febbraio 1960, primogenito di Augusto (proveniente da Ferentino) e Luigina Cristini. Ha frequentato le scuole Elementari e Media in paese, nel 1980 ha conseguito il diploma di Ragioneria a Frosinone.

Dario e la sua vita

Dario racconta la sua vita dopo il diploma: “Ho iniziato a fare lavoretti di ogni genere, d’estate, ad esempio, andavo nella campagna pontina, e dopo il servizio militare, nel 1985 ho iniziato a lavorare nel settore dei supermati a Roma, dove ho vissuto”.

Dopo il lavoro, Dario è tornato a vivere al paese natale, dove nel frattempo ha esercitato la sua grande passione per la fotografia immortalando eventi e manifestazioni di ogni genere.

Dopo il precedente articolo con il materiale fotodocumentale che si attestava sulle 20mila unità, oggi tale materiale è aumentato di numero, in maniera esponenzialmente imponente. Tutto ciò per la costante ricerca di nuove foto e documenti, sempre in divenire che si potrae da oltre 40 anni.

Il patrimonio fotodocumetale di Dario Pace, oggigiorno, rappresenta un surplus culturale di valore storico, quantomai apprezzabile, per la comunità di Villa S. Stefano.

Con tutte le Amministrazioni Comunali del paese, succedutesi negli anni, Dario è sempre stato ed è a disposizione per l’allestimento di mostre e convegni, tematici. Lo stesso accade con le associazioni locali e la Parrocchia per gli eventi religiosi.

Inoltre, vi è una proficua collaborazione con i ricercatori storici per la ricerca di nuovi materiali, alla base di una passione reciproca finalizzata alla valorizzazione del territorio e della collettività.

La passione per i viaggi

Anche fuori dai confini l’apporto in mostre fotografiche, come nel caso di Tor Bella Monaca a Roma, con tanto di attestato certificativo.

La passione per i viaggi di Dario Pace lo ha portato a girare il mondo con lo spirito dell’esploratore che intende conoscere le civiltà di paesi esotici, per assimilarne le usanze, con annessa cultura sociale.

Dario si affida all’agenzia, Avventure nel Mondo, un modo alternativo di concepire il viaggio. Dario ha viaggiato per l’Africa intera e in Europa è stato, tra le altre mete, in Finlandia, Islanda, Andalusia e poi in Asia: Emirati Arabi, Abu Dhabi, Dubai, Oman, Qatar, Borneo. Nelle foreste montagnose dell’Uganda, un’esperienza straordinaria, in cerca  degli ultimi gorilla di montagna. In Amarica latina, Dario ha viaggiato in Perù, Messico, Venezuela, Caraibi.

Per le soddisfazione personale, da ricordare il viaggio in Pakistan, un’avventura con una guida del luogo, esplorando le aree montuose, settentrionali e occidentali.

Dario ha realizzato un reportage fotografico e video-documentale che rappresenta il fiore all’occhiello delle sue produzioni.

Ha realizzato, infatti, una mostra fotografica all’ambasciata pakistana di Roma, ricevendo un attestato benemerito per aver divulgato la cultura pakistana nel mondo.

Dai numerosi viaggi e avventure ecco le considerazioni dell’esploratore Dario Pace:

I posti più belli al mondo sono tanti e non esiste il migliore, poichè ogni luogo custodisce peculiarità spettacolari insite nella natura, flora, fauna, civiltà, usi e costumi. Sono esperienze che insegnano molto”.

L’articolo su Dario Pace rappresenta un tributo quantomai doveroso, a coronamento di una carriera esplorativa improntata alla conoscenza del mondo ai fini divulgativi e didattici, da lectio magistralis in geografia sociale.

Dario Pace, un’icona popolare e sociale per Villa Santo Stefano, nel pàntheon della cultura paesana, da inserire a fianco di intellettuali che hanno fatto la storia, fornendo lustro, al paese e alla sua gente.

Dario in postazione
Dario in postazione

La Voce di Villa

Augusto Anticoli
Augusto Anticoli

Augusto Anticoli. Autore. Le sue note biografiche sono a fondo pagina

Villa Santo Stefano su UNOeTRE.it a cura di Augusto Anticoli

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Augusto Anticoli

ByAugusto Anticoli

Augusto Anticoli, studi classici a Casamari, ha lavorato nel commercio - distribuzione organizzata, appassionato di sport e tecnologia. Ha collaborato, sin dal suo albore, con il sito www.villasantostefano.com con ricerche e articoli su fatti e personaggi, attualità, storia e cultura. Articoli pubblicati anche su Ciociaria Oggi. Dall’avvento di Facebook, gestore e amministratore dei gruppi social riguardanti Villa Santo Stefano con notizie sulla vita sociale, info associazioni, manifestazioni, spettacolo, cultura, arte e quantaltro I gruppi socialmedia: Amici di Villa S. Stefano, x tt quelli di Villa S. Stefano, Gente di Villa, San Rocco La Panarda, Parrocchia Santa Maria Assunta Villa Santo Stefano... Il noto giornalista RAI, scrittore e saggista, l’illustre concittadino, Roberto Toppetta, gli ha detto: “Siamo due i giornalisti di Villa S. Stefano, io e tu!”

Privacy Policy Cookie Policy