La liberazione di Villa: 27 maggio ’44

80 annni la seconda guerra mondiale ©vatican news80 annni la seconda guerra mondiale ©vatican news

“Quando passò la battaglia”


di Augusto Anticoli

La liberazione di Villa: 27 maggio '44 - Soldati tedeschi a Villa primi mesi del 1944
La liberazione di Villa: 27 maggio ’44 – Soldati tedeschi a Villa primi mesi del 1944

LIBERAZIONE È tempo di ricorrenze per gli eventi bellici relativi alla seconda guarra mondiale, il 27 maggio sarà l’anniversario della liberazione di Villa Santo Stefano dall’occupazione tedesca. Infatti, sono passati 80anni dal periodo in cui la battaglia arrivò in Ciociaria, toccando il nostro territorio.

“Una forte emozione ti attanaglia leggendo il libro della battaglia”, così in rima per magnificare la ricerca storica in stile romanzato di Marco Felici.

“Quando passò la battaglia”, infatti, rappresenta una pietra miliare nella storia e nella cultura santostefanese, i personaggi e le situazioni belliche sono rappresentate da Marco Felici in maniera fluida e di facile comprensione.

Il 27 maggio 1944, era di sabato e fu il giorno dei giorni per Villa S. Stefano. Così lo descrive Marco Felici nel suo libro

Quando passò la battaglia – Villa Santo Stefano 1943/1944”.

Il Corpo di spedizione francese aveva previsto infatti una manovra risolutiva che con una doppia progressione avrebbe permesso sia la liberazione di Villa S. Stefano e sia quella di Prossedi.

L’azione sarebba iniziata alle 06.00 del mattino quando i fucilieri marocchini si sarebbero mossi da Amaseno infiltrandosi nella Macchia e seguendo il fiume, sorpreso le difese tedesche alle Mole, crocevia fondamentale per l’avanzata verso il paese.

La liberazione di Villa: 27 maggio '44 - Il libro di Marco Felici

Alle 09.00 le avanguardie francesi furono investite da un potente fuoco di artiglieria tedesca che rallentò notevolmente il loro passo. …con un pesante ritardo alle spalle, alle 12.00, nei pressi dei Muracci i marocchini uscirono allo scoperto e appoggiati dal tiro dei mortai attaccarono le buche tedesche alle Mole e lungo la provinciale.

La resiatenza tedesca fu strenua…soltanto alle ore 13.00 i francesi si impossessarono delle Mole… alle 15.30 via radio vennero comunicate le coordinate di tiro ai cannoni da 105 e 155… dopo un assoredante boato una tempesta di proietti investì completamente Villa S. Stefano, micidiali schegge si insinuarono dappertutto e ogni angolo del centro abitato venne devastato…i soldati tedeschi in fuga su Campo Lupino… al termine del cannoneggiamento verso le 20.00 si udì un’altra terribile esplosione, erano i genieri tedeschi che con cariche esplosive fecere crollare Ponte Grande…

alle ore 21.00, al termine di quella sanguinosa giornata, i francesi entrarono vittoriosamente in paese guidati dai carri M1 Stuart del Primo Squadrone condotti dal capitano Leroux… ma i francesi oltre la libertà portarono odio e violenza…

Il Municipio di Villa nel 1944

il giorno seguente, domenica 28, i mezzi corazzati americani e francesi entrarono in paese transitando per ponte Panciacca… ma invece di essere ricordato per la gioia di libertà quello divenne il giorno da dimenticare (per le violenze delle marocchinate, ndr)…

quella stessa mattina persone in fuga, era il gruppo di Don Amasio che informato della malvagità dei liberatori cercava di evitarli dirigendosi verso gli Acquaroni…

In quei terribili giorni, segue il bilancio dei civili che persero la vita: Giuseppe Ruggeri, Mario Anticoli, Zenobio Anticoli, Angelo Bonomo, Manni Fiocco, Rocco Fiocco, Giovanni Lucarini.

L’anniversario del passaggio della battaglia, rapportata alla cruda realtà delle dinamiche belliche in corso, in Europa e nel mondo, sia universalmente da monito affinche prevalga il valore assoluto della Pace, foriera di fede e speranza; Pace, simbolo di civiltà e contro le crudeltà, per il bene dell’umanità. 


Un libro sull Seconda guerra mondiale a Villa

Augusto Anticoli
Augusto Anticoli

Augusto Anticoli. Autore. Le sue note biografiche sono a fondo pagina

Villa Santo Stefano su UNOeTRE.it a cura di Augusto Anticoli


Privacy Policy Cookie Policy
Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Augusto Anticoli

ByAugusto Anticoli

Augusto Anticoli, studi classici a Casamari, ha lavorato nel commercio - distribuzione organizzata, appassionato di sport e tecnologia. Ha collaborato, sin dal suo albore, con il sito www.villasantostefano.com con ricerche e articoli su fatti e personaggi, attualità, storia e cultura. Articoli pubblicati anche su Ciociaria Oggi. Dall’avvento di Facebook, gestore e amministratore dei gruppi social riguardanti Villa Santo Stefano con notizie sulla vita sociale, info associazioni, manifestazioni, spettacolo, cultura, arte e quantaltro I gruppi socialmedia: Amici di Villa S. Stefano, x tt quelli di Villa S. Stefano, Gente di Villa, San Rocco La Panarda, Parrocchia Santa Maria Assunta Villa Santo Stefano... Il noto giornalista RAI, scrittore e saggista, l’illustre concittadino, Roberto Toppetta, gli ha detto: “Siamo due i giornalisti di Villa S. Stefano, io e tu!”

Privacy Policy Cookie Policy