Ceccano, 50 sfumature di greenwashing

Ceccano panoramaCeccano panorama

Non risultati concreti da 10 anni a questa parte


di Collettivo Ceccano2030

Ceccano, 50 sfumature di greenwashing.
Ceccano, 50 sfumature di greenwashing. Aree verdi parco Siserno

CECCANO A Ceccano ormai l’unica cosa veramente “green” sono le facce verdi di rabbia dei cittadini nell’ascoltare le dichiarazioni di tutta l’amministrazione comunale in cui ci si vanta per aver organizzato il “greenpark”, per l’adesione ai protocolli proposti dalla onlus “plastic free”, per le bonifiche… parole, parole, parole…

Il degrado di parchi e aree verdi

Infatti, parchi e aree verdi di Ceccano versano nel degrado ogni giorno dell’anno, con giochi per bambini inservibili, ingressi inaccessibili (e spesso chiusi senza motivo), strade interne invase da rovi o erba alta e passaggi pedonali inagibili.

Nelle aree verdi, tagliare l’erba una volta l’anno, mettendole in sicurezza per un giorno in occasione di una festa per poi abbandonarle alle intemperie, non significa rendere più green la città fabraterna ma compiere una mera operazione di greenwashing!

In tema di “plastic free”, nulla è stato fatto dal Comune, a parte promuovere il consumo smodato di plastica in occasione di feste o eventi. E c’è pure il paradosso che questo è uno dei pochissimi comuni che (da anni!) non  comunica neanche la quantità di plastica raccolta sul territorio comunale.

Poi, rispetto alle bonifiche, non dimentichiamo che stiamo parlando di quella del Belvedere – fatta su parte di terreni di privati (risarciti a danno delle casse comunali), senza preoccuparsi neanche della manutenzione ordinaria visto che oggi quell’area si trova nuovamente nel degrado.

Se consideriamo che la percentuale di differenziata è in netto calo negli ultimi due anni, che gli alberi piantumati con i finanziamenti regionali si stanno seccando senza che l’amministrazione se ne occupi, che il monumento naturale  regionale Bosco Faito è abbandonato a sé stesso (e il Comune non si accorge nemmeno quando ne viene disboscato un ettaro e mezzo), che si vogliono cementificare le poche aree verdi presenti nel centro urbano, che la cura del verde si risolve nel taglio indiscriminato di alberi, di “green” a Ceccano non c’è veramente molto se non un’operazione di greenwashing.

Cos’è il greenwashing

Il greenwashing è una strategia di comunicazione per cui si dice di fare delle azioni che poi non vengono effettuate o si usano risorse per iniziative-spot invece di investire in interventi strutturali oppure si presentano come ecosostenibili delle attività che non lo sono.

Bisogna farlo sapere ai ceccanesi: l’interesse e le posizioni “green” sbandierate sulla stampa e sui social da molti esponenti dell’amministrazione comunale sono solo di facciata.

Non c’è nemmeno un risultato concreto in merito da dieci anni a questa parte, così come a livello di sensibilizzazione dell’opinione pubblica ben poco è stato fatto; non si può nascondere come questa giornata organizzata dal Comune sia solo un’operazione per sfruttare il tema dell’ambientalismo, investendo in una sola giornata risorse che sarebbero potute essere utilizzate per interventi strutturali sul verde pubblico rendendo possibile vivere la natura a Ceccano ogni giorno. 

Per questo, perché vorremmo vivere in un comune “green” e non tolleriamo nessun tipo di greenwashing, abbiamo elaborato delle proposte concrete in merito, applicabili in un tempo ragionevole con spese esigue per le casse comunali, e stiamo preparando iniziative concrete per la nostra città che proporremo in iniziative che organizzeremo nelle prossime settimane: il tempo per dare vita a un’idea alternativa di città è oggi, il futuro di Ceccano comincia adesso!

 Collettivo Ceccano 2030


Ceccano Ventitrenta

Ceccano2030 su UNOeTRE.it


Privacy Policy Cookie Policy
Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Privacy Policy Cookie Policy