fbpx

Intollerante a caccia di nemici

Hiroshima e Nagasaki Skuola.netHiroshima e Nagasaki Skuola.net

Truman: Hiroshima, Nagasaki, maccartismo


di Michele Santulli

Intollerante a caccia di nemici. Foto di Joe O' Donnell Bimbo di Hiroshima con fratellino morto sulla schiena
Intollerante a caccia di nemici. Foto di Joe O’ Donnell Bimbo di Hiroshima con fratellino morto sulla schiena

INTOLLERANTE Dopo il periodo di tre mandati positivi alla Presidenza degli Stati Uniti di Franklin D.Roosevelt conclusosi con la sua dipartita aprile 1945, inizia sotto il suo successore Harry S Truman una parentesi di storia che per oscurantismo e violenza richiama a certi episodi della storia americana e non solo.

Intolleranza e pregiudizio cieco

La sua presidenza fino al 1953 e la vicepresidenza affianco a F.D.Roosevelt è una  parabola politicamente e internazionalmente molto discussa e critica che oggi ancora connota e tiene vive le sue tracce: intolleranza, pregiudizio cieco quasi paranoia, incentivazione della industria degli armamenti a detrimento del benessere pubblico.

L’atto che ne caratterizza già all’inizio, estremismo e indole, fu l’ordine di usare la bomba atomica contro il Giappone già sconfitto: agosto 1945, a tre giorni di distanza l’una dall’altra furono annientate Hiroshima e a circa 450 Km Nagasaki, forse un milione di morti e di invalidi e mutilati  nel giro di pochi istanti!

Tale terrificante iniziativa a guerre finite prova la spietatezza del personaggio e la totale assenza di scrupoli: colpa storica del popolo americano oppure inconsapevolezza?

Certo è che ancora Roosevelt sul letto di morte, Truman vice presidente, già  a febbraio sempre del fatale 1945, si assiste al tragico prologo e premessa del suo operato presidenziale: in accordo con i fratelli inglesi, per mera vendetta e ferocia iniziano i bombardamenti a tappeto delle città antiche della Germania ormai sconfitta,  distruggendone il patrimonio architettonico e artistico sedimentatosi nei secoli e annientando centinaia di migliaia di civili: Dresda¹,  Lipsia, Colonia, Amburgo, Lubecca, quasi rase al suolo, a gratificazione, e vendetta! dei due promotori, Truman e il fratello Churchill e a godimento dei fabbricanti di bombe.

Chissà che sarebbe potuto mai succedere se l’Italia in quegli anni fatali fosse stata ancora alleata di Hitler! San Pietro o il Campanile di Giotto o Venezia o Pisa o Siena…!!!

Distruzione di Dresda, febbraio 1945 ©Wikipedia
Distruzione di Dresda, febbraio 1945 ©Wikipedia

Iniziano a propagarsi i germi della diffidenza nei confronti della Russia nonché astio poiché è stata per prima e da sola ad espugnare Berlino e ad occuparla: tali dubbi divengono vero e proprio odio   e condanna del Comunismo, dimentichi dei milioni di vittime sofferti nella lotta contro i nazisti, a salvezza anche dell’Europa!

Il maccartismo

Ora con Truman presidente è una sequenza di violenze e di atti di ostilità: appoggio alla Corea del Sud, attaccata dalla Corea del Nord protetta  della Russia, attacco ai comunisti del Vietnam del Sud, a difesa della Francia, la cosiddetta Dottrina Truman, rigurgitante di bei propositi, in realtà tutta calibrata contro il Comunismo e la Russia, pur senza mai citarla!

Iniziava una vera e propria caccia alle streghe, con risvolti anche tragicomici: ad un certo punto emette un decreto speciale anche nei confronti dei sei milioni di pubblici funzionari americani per verificarne la buona fede e purezza ideologica e si immagini il lavoro e l’impegno: certo è che alla fine quasi cinquecento impiegati furono licenziati perché colpevoli di chissà che cosa.

E’ il cosiddetto maccartismo, la caccia spietata all’eretico, al dissidente, al comunista soprattutto. Inizia il famoso ponte aereo per Berlino contro certe presunte rappresaglie della Russia, inizia il cosiddetto Piano Marshall anche esso finalizzato nella sostanza ad avversare la diffusione del  comunismo in Europa.

Nell’aprile 1949 viene promossa la nascita della NATO cioè degli Stati Europei, che assieme al Canada e agli Stati Uniti, debbono proteggere l’Europa dalla Russia, l’ONU fondata quattro prima, dietro nobili motivazioni, in realtà è solo un monumento alle belle promesse  e alla comoda sistemazione dei figli e nipoti ecc. degli uomini politici degli stati membri!

La ricerca del nemico a tutti costi

La NATO in realtà è fino ad oggi l’arma degli Stati Uniti contro il nemico storico che si sono creati, la Russia,  e gli Stati europei ne sono servi e servette! Si promuove e sprona la ricerca nucleare i cui testi ed esperimenti vengono verificati in uno sperduto atollo del Pacifico, si inizia e si porta avanti la cosiddetta guerra fredda,  diventata una componente della vita nazionale europea: dopo tanti anni, vediamo che oggi è diventata…perfino bollente!

Peculiari della sua presidenza anche un acuirsi della segregazione razziale e della intolleranza nel tener vivo il famigerato Ku Klux  Klan nei confronti dei neri in certi stati specie del Sud.

Charlot. Chaplin e il cane ©Wikipedia
Charlot. Chaplin e il cane ©Wikipedia

Due episodi di storico abuso sociale e morale mi preme richiamare alla memoria riferiti alla presidenza di Truman, il resto alla curiosità  e ricerca del lettore.

L’attore e regista Charlie Chaplin detto Charlot, inglese, da quarantanni circa è in America: è l’attore più famoso e più celebrato e più amato nel mondo intero, come nessun altro personaggio, mai, nella storia dell’uomo: è l’attore che ha fatto ridere e piangere coi suoi film per quaranta-cinquantanni tutta l’umanità!

Dietro iniziativa di un malato di mente chiuso nel proprio studio, che riuscì a dimostrare secondo lui e i propri sodali, che l’attore nutriva sentimenti pro comunismo, nel 1952 fu sbarrato il suo rientro negli Stati Unti! Gli Stati Uniti persero Charlot che andò ad insediarsi sul Lago di Ginevra.

L’altro episodio di assoluto fondamentalismo fu la condanna alla sedia elettrica dei coniugi Ethel e Julius Rosenberg, scienziati, accusati di spionaggio a favore della Russia: i documenti desecretati ne  hanno confermato la innocenza.

Oggi assistiamo che Biden è degno allievo di Truman, con la differenza che Biden è una grande intelligenza unita a una grandissima, più che italica, furbizia,..altro che vecchio rimbambito!!

1) Gli alleati ultimamente non ne avevano imbroccata una giusta sul campo di battaglia, Patton aveva appena detto che questa guerra erano ancora in grado di perderla, Churchill era stato costretto a chiedere a Stalin se per piacere poteva anticipare l’offensiva in programma a est in modo di far riprendere fiato agli Angloamericani ancora scossi dall’offensiva Tedesca di Bastogne, in quelle condizioni di frustante inferiorità stavano per andare alla conferenza di Yalta ove avrebbero trovato uno Stalin restio a fare concessioni , bisognava mostrare ai sovietici di che cosa era capace la potente aviazione angloamericana. Dresda distava poco lontana dal fronte Russo quindi……giù 300000 morti (Alfredo Cesanelli da Wikipedia)


Perché il bombardamento di Dresda non è considerato un crimine di guerra?

Michele Santulli
Michele Santulli su UNOeTRE.it

Privacy Policy Cookie Policy Termini e Condizioni
Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Michele Santulli

ByMichele Santulli

Michele Santulli è ciociaro di Atina in Valcomino. Già insegnante nelle scuole superiori e temato in Germanistica alla Università di Pisa, poi, lasciata la scuola, antiquario per molti anni in Cassino. Ha raccolto neim suoi libri le proprie deduzioni ed osservazioni su aspetti e realtà eccezionali eppur sconosciuti della Terra di Ciociaria che marcano e contrassegnano la storia artistica e sociale dell’Europa Occidentale.

Privacy Policy Cookie Policy