fbpx

Partecipazione e informazione restano lontane

EditoriaEditoria e libertà d'informazione

Lettera ai Direttori di Ciociaria e Il Messaggero


di Floriana Porretta*

Partecipazione e informazione restano lontane
Partecipazione e informazione restano lontane

PARTECIPAZIONE Gentili Direttori di Ciociaria Oggi e Il Messaggero di Frosinone, Massimo Pizzuti (anche se sul sito del giornale compare ancora il vecchio direttore) e Giovanni del Giacco, sono la Presidente del Movimento Civico Sanità e Territorio, nato negli anni Novanta del secolo scorso e per ora operante prevalentemente a Sora.

L’Informazione nel Frusinate

Ritengo che i giornali da Voi diretti, presenti storicamente in provincia di Frosinone, nulla abbiano da temere per l’autorevolezza propria, pur in presenza di un’informazione online sempre più ragguardevole e spesso qualificata.

Perciò mi rivolgo a Voi nella vostra qualità di rappresentanti più autorevoli dell’informazione locale tutta.

Come Vi sarà certamente noto, in provincia di Frosinone sono proliferati negli anni decine e centinaia di movimenti e associazioni, tra i quali orgogliosamente ci annoveriamo, che si occupano dei temi di grande interesse collettivo, e spesso con grande competenza, come l’acqua, l’inquinamento, il paesaggio, l’archeologia, la sanità, l’immigrazione, la povertà ecc.

La Associazioni e la Partecipazione

Migliaia e migliaia di cittadini associati, ogni giorno impiegano il proprio tempo, e molto spesso anche i propri denari, per la cura di beni che altrimenti resterebbero dimenticati e negletti.

Tuttavia, tutto questo lodevolissimo impegno resta sconosciuto ai più, senza un’adeguata informazione. In particolare, manca quella dei vostri giornali, la più autorevole per antonomasia. Manca proprio la vostra, e ci chiediamo perché, senza riuscire a darci una risposta sicura e definitiva.

Perciò, quel perché lo voglio e lo vogliamo rivolgere proprio a voi.

Forse non è ancora chiaro che il vero e proprio disastro in cui versa la provincia di Frosinone non sarebbe stato possibile senza una diffusissima responsabilità individuale e collettiva, a partire da coloro che normalmente vengono annoverati (non sempre a proposito, come in questo caso) tra la cosiddetta “classe dirigente”: detentori di capitali, politici, amministratori, giornalisti, sindacalisti, professionisti, intellettuali ecc. ecc.

La responsabilità del disastro

La responsabilità del disastro è di questi soggetti, quindi anche della stampa.

A quest’elenco, naturalmente, vanno aggiunti anche tutti quei cittadini che per lunghi anni sono rimasti indifferenti o rassegnati ad un andazzo che invece non avrebbe dovuto essere tollerato.

Ma ora non è più così. Ora e da molti anni vi sono migliaia di cittadini che si sono associati e messi in movimento e non desistono, nonostante il palese, generalizzato e reiterato ostracismo da parte della stampa.

Siamo ben consapevoli che il problema non riguarda soltanto la Ciociaria, ma l’intero Paese. Tuttavia, questo non ci esime dall’affrontarlo per quanto di nostro interesse locale.

I cittadini in movimento sono costretti ad imbrattare opere d’arte, pur senza danneggiarle minimamente, per essere ascoltati. E poi li chiamano imbrattatori.

Ma gli imbrattatori della realtà sono quelli che li imbavagliano e li vorrebbero silenti in un cantuccio, a subire tutte le angherie che gli piovono dall’alto.

Ebbene, questo tempo è finito, anche se molti non se ne sono ancora accorti, e il cambiamento che si è determinato e si sta determinando è irreversibile.

Noi del Movimento Civico Sanità e Territorio, perciò, invitiamo tutti i movimenti, associazioni, comitati a mettere al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica il problema dell’informazione che non c’è, in provincia e altrove. E voi, illustri direttori, a dargli ascolto.

In questo momento storico sarebbe utile ed opportuno, anche per i mezzi d’informazione, scegliere da che parte stare. Possibilmente, dalla parte giusta della storia.

Sora 1° giugno 2024


Ciociaria Oggi

Il Messaggero Frosinone

Floriana Porretta 390 min

*Floriana Porretta, Presidente del Movimento Civico Sanità e Territorio


Grazie per aver letto questo post, se ti fa piacere iscriviti alla newsletter di UNOeTRE.it!

Privacy Policy Cookie Policy