Menu
A+ A A-

La "puzza" mortifica Ceccano. No allarmarmismo, ma rintracciare le cause

  • Scritto da  Emanuela Piroli

ceccano monumento 350 260di Emanuela Piroli* - Il Sindaco è il responsabile della Salute Pubblica del territorio di competenza ed il Consiglio Comunale ne condivide la responsabilità (Dlg 833/78 e Dlg 299/99).


Quindi, anche se i sindaci non gestiscono il servizio sanitario locale, ad essi sono affidati poteri di controllo e di giudizio sull’operato della Asl e degli organismi competenti. I compiti del Sindaco sono ampi:
- deve conoscere lo stato di salute della popolazione
- deve prendere provvedimenti se le condizioni ambientali sono invivibili
- deve informare la popolazione dei rischi a cui può essere sottoposta da condizioni esterne.
Questo comporta un confronto costante con gli altri organi istituzionali, con i sindacati, con le associazioni.


E’ il Sindaco che per primo deve identificare le cause che generano disagi, malattie e morte e cercare di formulare un piano di prevenzione. Combatterle, mirare alla loro riduzione ed eliminazione.
E’ il Sindaco che deve promuovere , in collaborazione con la Asl, indagini sullo stato di salute della popolazione e sulle condizioni ambientali.


Il Sindaco ha la possibilità di:
- monitorare i dati epidemiologici
- verificare l’adeguatezza dei servizi
- fornire indirizzi
- monitorare le condizioni ambientali.


A questo punto mi chiedo, il Sindaco di Ceccano Roberto Caligiore, gli assessori, i consiglieri tutti, sono a conoscenza di ciò? E cosa hanno fatto in questi due anni? Sono consapevoli che nessuno ha maggiore responsabilità sulla salute pubblica della propria città, rispetto al Sindaco? E’ chiaro che deve farsi carico esso stesso delle problematiche che emergono?
E’ sua intenzione iniziare ad assumersi le proprie responsabilità? Oppure vuole perseguire nella pratica irresponsabile di scarica barile, ora alle vecchie amministrazioni, ora alla Regione, ora al Governo centrale?


Riguardo al caso specifico dell’inquinamento odorigeno che sta opprimendo la nostra città ormai da mesi, perché è intervenuto solo ora, tra l’altro in modo, a mio parere improvvisato e scoordinato, considerando le richieste di attenzione avanzate già da questa estate dai cittadini e da alcuni consiglieri di opposizione, con tanto di interrogazione?


Di contro, la funzione di controllo dell’assessorato regionale all’ambiente si attiva tramite l’ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente), l’agenzia preposta a prendere i provvedimenti. Per amor del vero e per fare chiarezza, è stata l’ARPA ad inviare il comunicato del 6 ottobre, in cui si specificava che nelle aree ispezionate non si riscontravano particolari anomalie, ma che avrebbero proceduto con ulteriori analisi e controlli. Del resto il Sindaco stesso ha provveduto a tranquillizzare genitori ed insegnanti nel giorno del suo sopralluogo presso la scuola Passo del Cardinale, proprio basandosi su quanto dichiarato dall’ARPA. Comunicato che in modo strumentale è stato attribuito all’assessore regionale Mauro Buschini, che semplicemente lo ha riferito. Ma si sa , avvicinandosi le elezioni regionali, ed essendoci chiari interessi elettorali, meglio approfittare subito e cavalcare l’onda, meglio adoperarsi a realizzare velocemente discutibili manifesti “contro”, che sono uno schiaffo alle più banali regole di rispetto tra istituzioni, piuttosto che cercare di fare squadra, di adoperarsi con la collaborazione reciproca superando i limiti della rivalità politica. Stiamo parlando di salute pubblica!


Troppo comodo, prima indifferenza e lassismo, ora attribuzione di responsabilità ad altri. In primo luogo da cittadina ceccanese, da madre, da medico e poi da rappresentante politico, scelta motivata dal solo interesse per l’impegno civico e per il bene comune, mi prendo la libertà di manifestare la mia contrarietà nei confronti di un modo di agire che sta diventando insostenibile oltre che inconcludente. Sono stufa di essere presa per i fondelli, e dovreste esserlo tutti! Il Sindaco vuole informarci sull’attività dell’ARPA, o devo farlo io che mi sono presa la briga di fare qualche telefonata? Allora, i tecnici dell'Agenzia, su richiesta dell'Assessore Buschini e della Polizia Locale di Ceccano hanno effettuato mercoledì 4 ottobre un sopralluogo con la Polizia locale di Ceccano percorrendo i seguenti tratti di strada:
- Strada ASI nei pressi del depuratore consortile ove non venivano avvertiti odori molesti;
- Località Tomacella (Comune di Patrica) ove non si avvertivano odori;
- Liceo Scientifico di Ceccano, raccogliendo informazioni da alcuni professori.


Il giorno successivo (giovedì 5 ottobre) è stato effettuato un sopralluogo sempre con la Polizia locale di Ceccano presso l’area consortile ASI (depuratore Colle San Paolo) per accertare l'origine degli odori molesti. Durante il sopralluogo sono stati avvertiti odori nauseabondi ma non riconducibili all’attività del consorzio ASI. Sono state ispezionate le varie aree dell’impianto non riscontrando anomalie di funzionamento. In data 06/10/2017 sono stati effettuati sopralluoghi presso alcune ditte.
L’Arpa sta procedendo con i monitoraggi, anche sabato ha effettuato sopralluoghi nei territori di Ceccano e Patrica, e conta di poter dare presto delle risposte riguardo la fonte della “puzza”e di poter prendere i giusti provvedimenti. E queste risposte verranno sollecitate, giornalmente, ma da chi? Di certo non dal Sindaco, che ha pensato bene di scaricare il peso sui cittadini stessi, inviando messaggi che hanno avuto il solo risultato di creare allarmismo.

*Emanuela Piroli del PD di Ceccano, ma soprattutto cittadina di Ceccano.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici