Menu
A+ A A-

PD Ceccano. Assemblea del 7 aprile

  • Scritto da  Emanuela Piroli

partito democratico bandiera350 250di Emanuela Piroli - Non è mia intenzione procedere con l’analisi del voto in questa sede, o comunque non nello specifico, l’obiettivo di questa iniziativa è cercare di fare un passo avanti, e di farlo insieme.
Chiaramente il punto di partenza è la sconfitta elettorale del 4 marzo, di certo non inaspettata, ma forse di un’entità tale da essere percepita come “epocale”, “tragica”, sconfitta del PD, ma anche sconfitta di tutto il centro sinistra. E se vogliamo allargare la discussione, ad essere penalizzati sono tutti i partiti tradizionali, di contro sono state premiate forze politiche che hanno rappresentato il voto di protesta. Voto di protesta, sicuramente, ma anche un voto che è espressione di una voglia grande di cambiare, di provarci.
Si può anche evidenziare che mentre il centrodestra conferma il suo bacino di voti, anche se diversamente distribuiti rispetto alla connotazione storica, questo non può sicuramente dirsi per il centrosinistra nel suo complesso.
Ma in politica si vince e si perde, e noi di certo non ci scoraggiamo, poiché, se è vero che la fine delle ideologie politiche ha portato ad una mancanza di riferimenti per l’elettorato, è altrettanto vero che l’attenzione dell’opinione pubblica è rivolta molto di più ad una politica del fare che si presti alla soluzione dei problemi concreti delle persone. In questo senso c’è molto da fare.
Questa sera, però, vorremmo concentrarci sulla situazione di Ceccano. Il 2020 è vicino, l’appuntamento elettorale amministrativo è alle porte e bisogna iniziare a costruire, per non farci cogliere impreparati.
E vorrei iniziare toccando tre punti problematici in particolare, sperando di dare degli spunti alla discussione.

1) Il primo è, appunto, il crollo dei consensi di tutti i partiti del centro sinistra, perché perde il PD ma con esso tutti i partiti rappresentativi della sinistra storica.

E questo, è, a mio parere, il primo problema da affrontare. Dobbiamo chiederci perché il nostro elettorato non si riconosce più nei valori storici della sinistra. E non c’è una risposta banale basata solo sull’attività di governo e simili, che sicuramente ha influito, perché altrimenti non si spiegherebbero i risultati delle liste della sinistra alternativa né di Nicola Zingaretti alla Regione.
Bisogna, quindi, capire cosa fare per ricucire un rapporto di fiducia con il nostro elettorato. Abbiamo convocato questo incontro proprio per creare i presupposti per iniziare a tracciare un percorso condiviso.
E se è vero che il voto locale è altra cosa rispetto a quello nazionale, non possiamo adagiarci su questa evidenza, né ignorare la situazione. In fondo, in un certo senso, Ceccano ha addirittura anticipato i tempi con la sconfitta del 2015, preceduta da quella del 2012, in cui comunque il PD era tra i vinti.

2) Il secondo punto che vorrei portare alla vostra attenzione è il difetto di rappresentanza dell’area a livello consiliare.

L’opposizione è evidentemente divisa, non riesce a compattarsi al fine di realizzare un’azione condivisa ed efficace per contrastare l’attuale maggioranza. Non sto facendo polemica, ovviamente, ma solo sottolineando che, a mio parere, è assolutamente necessario un coordinamento che sia in grado di impostare e guidare una azione congiunta di opposizione e che possa raccordarsi con l’azione dei consiglieri comunali di minoranza.
La maggioranza attuale già ci mette del suo per dimostrare incompetenza, disinteresse e inadeguatezza rispetto al ruolo amministrativo, ma al momento è libera di agire senza pressione oppositiva efficace.
Fare opposizione è oggi la nostra priorità. Opposizione coesa. Bisogna evidenziare costantemente, giornalmente, con atti concreti l’inerzia amministrativa di questa maggioranza, che tra gli interventi realizzati può contare qualche vaso di plastica, il pavimento di una sala del castello dei conti, lo spostamento del mercato del sabato, semideserto, l’appalto ad HERA, le bugie sulla risoluzione del contratto con ACEA, un bando per lo SPRAR ad hoc per qualche amico, e leggendo i nomi dei referenti della cooperativa è piuttosto evidente.
Dobbiamo quindi portare avanti una opposizione condivisa, organizzata, anche per dare l’idea che oltre a loro a Ceccano c’è altro, che esiste un’alternativa valida al governo cittadino.
Al momento questa alternativa non c’è. Necessario costruirla.
Oggi vi abbiamo coinvolto in questa iniziativa pubblica, per gettare le basi, a partire dal confronto, per iniziare a valutare le possibilità.
La nostra ambizione è aprire un dialogo con tutte le forze di opposizione, partiti e realtà civiche, alcune molto presenti sul territorio, con l’obiettivo finale di realizzare una coalizione ampia e competitiva.
Dico questo con trasparenza e franchezza, non possiamo più prenderci il lusso dell’attesa. Il voto ci aspetta tra due anni.
Auspico in una convergenza su una linea programmatica su cui lavorare da subito, per il bene di Ceccano. E il bene della nostra città non potrà che essere la forza motrice del progetto. Ceccano merita di più

3) Terzo ed ultimo punto. Problema strutturale.

Problema che nasce da eventi del passato, sicuramente seri e da non dimenticare, anzi da ricordare per evitare di compiere certi errori, che hanno contribuito a regalare Ceccano alla destra, dopo decenni di amministrazioni di centrosinistra. Vicende che hanno inevitabilmente creato fratture profonde, che è necessario risaldare. Sarebbe opportuno per superare il problema, guardare oltre, buttarsi dietro le spalle il passato, voltando pagina, rispetto a fatti superati, vecchi rancori, per aprire una stagione nuova proiettata al presente e al futuro.
Bisogna evidenziare costantemente, giornalmente, con atti concreti l’inerzia amministrativa di questa maggioranza Possiamo rappresentare noi quel cambiamento che tanto attrae l’elettorato, un cambiamento positivo e concreto, non solo demagogico.
Se ci guardo qui, insieme, non posso che avere fiducia.
Vedo persone motivate, impegnate già a vari livelli nella vita della città, rappresentanti di associazioni, di forze civiche e partiti, persone con esperienze politiche ed amministrative da rimettere in campo, vedo giovani con “la smania” di mettersi in gioco, persone di valore, principi e competenze di cui Ceccano potrà solo beneficiare.
Importante è essere inclusivi, non porre veti, non farsi condizionare da personalismi e rivalità.
Ciò che ripeto sempre, è che allo stato attuale c’è spazio per tutti. Ci sono vuoti da colmare, e se non saremo noi a farlo, provvederanno altri.

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it
Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici