Logo
Stampa questa pagina

Il Gal di Esperia incontra l'Europa

GalEsperia Ue le due delegazioni 350 260 mindi Tommaso Cappella* - Interessante iniziativa quella intrapresa dal GAL (Gruppo Azione Locale) “Aurunci-Valle dei Santi” con sede ad Esperia, presieduto dal professor Giuseppe Moretti, e che comprende ben 13 Comuni (di cui 10 ciociari e 3 pontini), oltre a 10 associazioni di privati, 1 Comunità Montana e il Parco degli Aurunci. Sabato e domenica scorsi infatti si sono tenuti incontri, scambi ed esperienze con una delegazione del GAL rumeno “Asociatia Gal Codrii Pascalinor” che ha sede nel comune di Motca. Promosso da Luigi Maliziola, consigliere dello stesso ente, questo evento ha visto presente anche la dottoressa Daniela Amodei, direttore amministrativo e finanziario. Sono intervenuti anche Carlo Trelle, componente dello staff tecnico per la redazione del PSL (Piano di Sviluppo Locale), Carlo Gallozzi della Ugc, socio del Gal e presidente della O.P. Lazio “Le Badie”, Roberto Nardi, presidente dell'Osservatorio O.E.S.C.M.I. di Gaeta e Pasquale Ranucci, direttore del Flag di Gaeta. Per la delegazione rumena erano presenti il vice presidente del Gal dottoressa Delia Neculai, la direttrice dottoressa Amelia Carmen Sava, l'animatore territoriale dottor Cristinel Aioanei, il segretario dottor Gabriel Acatrinei, il responsabile finanziario Nicolae Grigoras Codrin, il coordinatore del gruppo imprenditori Vasile Tifoi e l'esperto dei progetti europei Doina Cociorvei.

Il primo evento si è tenuto sabato pomeriggio presso la sala consiliare del comune di Esperia. Le due delegazioni hanno illustrato le rispettive attività ed esperienze. Ha fatto gli onori di casa proprio il professor Moretti il quale, oltre a portare i saluti, ha anche elencato le varie attività e i settori che stanno valorizzando tutto il territorio e che comprendono la produzione di marzolina, olio di oliva, la viticoltura, il peperone doc, il miele, il tartufo, la mozzarella di bufala, oltre al settore turistico con la visita ai vari siti archeologici. E' toccato quindi al dottor Trelle entrare invece nel merito di alcuni progetti che stanno coinvolgendo la struttura del Gal per lo sviluppo e il recupero di alcune attività, anche dismesse del territorio, che potranno coinvolgere soprattutto i giovani. Tra i più interessanti quello che riguarda la riattivazione dei terreni agricoli abbandonati con la creazione di cooperative anche sociali che coinvolgano giovani, ex detenuti, ex tossicodipendenti e diversamente abili. Si creerebbe così una piccola imprenditoria che possa coinvolgere più soggetti possibili.

E' stata quindi la volta di Delia Neculai, vice presidente del Gal di Motca e dell'animatore territoriale dottor Cristinel Aioanei illustrare invece l'attività e i progetti dell'associazione rumena che comprende 5 Comuni. Hanno riferito che sono quattro le misure sulle quale si interviene: agricoltura, artigianato, sviluppo rurale per il pubblico e i servizi pubblici. Soprattutto hanno chiesto di poter avere una costante collaborazione per lo scambio di esperienze che possa portare anche alla elaborazione di progetti comuni da presentare alla Comunità Europea per accedere quindi ai relativi finanziamenti. L'incontro si è concluso con un omaggio da parte della delegazione rumena al Gal di Esperia. Domenica mattina invece le due delegazioni si sono ritrovate a Fondi per la visita all'impianto del “Frantoio Guglietta” con degustazione dei prodotti tipici locali. Infine, su richiesta del vice presidente Delia Neculai, nei prossimi mesi, il Gal di Esperia è stato invitato a Motca nella sede di quello rumeno.

*Giornalista volontario in pensione

unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.