fbpx
Menu
A+ A A-

Caligiore e l'albero di pero

  • Scritto da  Antonio Nalli

perosenzafrutti 350 mindi Antonio Nalli - Un uomo, possedeva nel suo giardino, un albero di pero, che puntualmente, di anno in anno, non portava alcun frutto. L’albero, cresciuto negli anni e divenuto assai robusto, divenne un giorno oggetto di richiesta da parte di un gruppo di fedeli.

La vicina Chiesa, aveva bisogno, in quel periodo, della statua di un Santo ed un gruppo di fedeli pensò di chiedere all’uomo di poter donare la sua pianta, che non portava frutto, per utilizzarne il legno e scolpire la statua.

L’uomo, all’inizio incerto, per il vuoto che la pianta avrebbe lasciato nel suo giardino, si convinse a donare l’albero.

Trascorse qualche anno. L’uomo stava attraversando un brutto momento della sua vita. Solo un miracolo poteva salvarlo e pensò di chiederlo al Santo la cui statua era stata realizzata con il suo albero.

Si recò più volte in Chiesa a pregarlo, ma nessuna grazia sopraggingeva.

Un giorno entrò di nuovo in Chiesa e con aria arrabbiata si rivolse con queste parole alla statua del Santo: “eri pero e non portavi le pere, ora che sei Santo puoi fare i miracoli?”

Questa storia zen ciociara, perché i ciociari sono molto zen, è la metafora perfetta per raccontare la figura di Roberto Caligiore, divenuto sindaco di Ceccano, dopo un trascorso di consigliere comunale senza mai aver portato avanti alcuna battaglia politica importante o risultati concreti sulle questioni urgenti nell’agenda ceccanese.

Inconcludente sulle questioni ambientali all’opposizione, tale è rimasto anche da Sindaco e così su svariate tematiche. Perfino quella della pubblica sicurezza.

Dopo aver trasformato il Palazzo del Municipio in una caserma, dopo aver scaraventato attraverso i social, l’odio gratuito delle sue truppe contro ogni persona che sollevava critiche nei confronti del suo operato, a dir poco trasparente, il sindaco Caligiore fallisce per sua stessa mano.

Il suo è un fallimento tutto personale. Un fallimento nato dall’anarchia del potere che credeva di poter conservare e custodire gelosamente, tenendolo costantemente sotto controllo.

Eletto con una maggioranza schiacciante, iniziò a vacillare perdendo in un sol colpo ben tre consiglieri comunali, dopo la mancata elezione provinciale della consigliera Bianchini, che aveva imposto a tutta la sua maggioranza come un diktat da rispettare ossequiosamente.

Un episodio che già evidenziava la totale inesperienza politica, dove non esiste dialogo, non esiste confronto, ma solo l’obbligo di obbedire agli ordini del capo. E da qui a breve gli venne affibbiato il soprannome di “ducetto” da parte del consigliere comunale Giulio Conti.

Un nomignolo che malgrado lo sberleffo del consigliere dell’opposizione, racchiude quanto di più sinistro questa amministrazione abbia realmente messo in atto con azioni concrete, in modo particolare con la delibera bavaglio con la quale si è tentato di silenziare l’opinione pubblica.

Caligiore ha accumulato una serie di disastri politici e non ha prodotto alcuna azione concreta per rilanciare una città morente. Una città che sa di morire ma intanto neanche prova a vivere.

Inutile è stata la propaganda fatta sulla demolizione dell’ex ospedale di viale Fabrateria Vetus per tentare di risorgere dalle ceneri.

Inutile è stata l’elezione del Senatore Ruspandini, che per Ceccano non ha fatto e non farà nulla di concreto.

Si tornerà alle elezioni, con la speranza di intravedere fin da ora, la concreta possibilità di spazzare via ogni rigurgito clerico fascista, del quale, francamente, questa città non ha alcun bisogno.

 

 

 

Articoli e  news di questo giornale online direttamente sul tuo Messanger  clicca qui

aspetta che appaia tutto il testo - 6 righe

 

 

youtube logo red hd 13 Iscriviti al nostro canale Youtube di UNOeTRE.it 

 

Sottoscrivi abbonamento gratuito all'aggiornamento delle notizie di https://www.unoetre.it - Home

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

 

Sostieni UNOeTRE.it

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore. E' vietato il "copia e incolla" del solo testo sui socialnetwork perchè questo metodo priva l'articolo del suo specifico contesto grafico menomando gravemente l'insieme della pubblicazione. L'utilizzo sui socialnetwork può avvenire soltanto utilizzando il link originale di questo specifico articolo presente nella barra degli indirizzi del browser e originato da https://www.unoetre.it

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

 

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici