fbpx
Menu
A+ A A-

Ceccano. Comincia il censimento dei danni

BibliotecaCeccano esempio di umidità a gogò e muffa sui libri mindi Valentino Bettinelli per “Cives Ceccano” - Quattro anni e mezzo di amministrazione Caligiore ci lasciano una città allo sbando. Tra gli esempi più chiari di questo disastro, la nostra Biblioteca Comunale. Un fiore all’occhiello per la cultura dell’intera provincia, lasciato nel dimenticatoio dall’assessore di competenza, Stefano Gizzi, sempre pronto a promuovere eventi di dubbio spessore, e dal sindaco Caligiore, costantemente assente agli incontri con gli altri comuni e mai interessato alla costante degenerazione delle condizioni della De Sanctis.

Forse Gizzi è stato troppo impegnato nei tesseramenti del suo nuovo partito negli ultimi tempi. Attività con la Lega che evidentemente ha inficiato anche quello che doveva essere il suo lavoro principale, ovvero fare l’assessore alla Cultura. Quale maggior luogo di conservazione culturale può esistere, oltre ad una biblioteca?

Una disfatta su tutti i fronti per l’amministrazione Caligiore. Dall’interruzione del servizio di prestito intersistemico, fermo ormai da mesi, ai libri acquistati nel 2018 e tenuti negli scatoloni, fino ad arrivare, ultimo ma non meno importante, alle condizioni strutturali ed igieniche dei locali. Gli utenti sono costretti a visitare un luogo dove polvere e sporcizia la fanno da padrone e gli operatori costretti a lavorare in un posto completamente insalubre, mettendo a repentaglio la loro salute fisica. Per non parlare delle infiltrazioni di acqua che continuano, senza controllo alcuno, a logorare le strutture portanti di Palazzo Antonelli, sede di tutti gli uffici comunali. Altra piaga, quella della muffa che sta ormai attaccando i volumi collocati sugli scaffali. Il degrado e l’abbandono di un patrimonio pubblico merita delle risposte e noi di Cives le pretendiamo da chi ha causato tutto questo. Dov’è l’amministrazione che si era presentata come l’alternativa rivoluzionaria per Ceccano? E dov’è l’assessore tanto attento alla cultura? Gli slogan di quattro anni di nulla ci hanno lasciato questo scempio.

Tante le occasioni da sfruttare per ottenere fondi; presentare progetti di riqualificazione del patrimonio è vitale. L’obiettivo deve essere quello di riportare Ceccano realmente al centro del sistema bibliotecario con eventi all’altezza e un’attenzione mirata, utilizzando anche in maniera strategica la rete associativa, da mettere a sistema con le professionalità già in forze alla biblioteca comunale. Fondamentale sarà comunicare le volontà di Ceccano all’interno delle occasioni opportune, a differenza di chi ha quasi sempre disertato appuntamenti come le riunioni del Sistema Bibliotecario. Una biblioteca come la “De Sanctis” è un bene per tutti i nostri cittadini e crediamo sia fondamentale anche come realtà sociale sul territorio.

Come Cives intendiamo lanciare una sorta di rubrica di segnalazione dell’inconsistenza amministrativa dell’ex Sindaco Caligiore, partendo proprio da un punto nevralgico come la biblioteca, per proseguire con le nostre proposte sui temi più impellenti per la nostra città. Proseguiremo con tante altre iniziative propositive, per la popolazione e per il risveglio di un Comune che viene da un letargo politico-amministrativo inaccettabile.

Torna in alto
Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici