fbpx
Menu
A+ A A-

Butterfly bondage, Æno in mostra a Roma! - La tua ispirazione e perchè bianco e nero

  • Scritto da Tania Castelli

Indice articoli

 

Da dove trai ispirazione per il tuo stile e la scelta del bianco e nero?
Alcuni hanno paragonato il mio disegno al disegno medianico che si ottiene in stato di trance o di uno stato di profonda meditazione, altri invece hanno dato una immagine ancora più "romantica" o inquietante (dipende dai punti di vista) affermando che le mie opere sembrano fatte in uno stato di possessione di un altro spirito.
Mi ha rassicurato anche il fatto che la rappresentazione non poteva essere discussa da nessuno perché gli animali erano inventati i vegetali erano inventati gli oggetti non ce n'erano o raramente, i tratteggi erano inventati, gli esseri umani scarsi con rappresentazioni dell'umanità rare e comunque sempre rappresentata come facente parte del mondo animale, o comunque direttamente a contatto con una parte inconscia che nemmeno io avevo esperito fino a quel momento.
Da lì è partito tutto.
Al'iniziol nascondevo i disegni e le opere, che avevano anche un ché di erotico, poi un mio amico li ha visti ed ha voluto assolutamente che li esponessi in una mostra. Questo accadeva a cavallo tra il 2009 ed il 2010.
Non ho mai trovato particolarmente interessante l'uso del colore. Preferisco l'alternarsi di buio e luce, giorno e notte. Al massimo la sfumatura di grigi che poi sono tutti i possibili passaggi dal nero al bianco.

E quei tocchi di rosso, così interessanti che ogni tanto fanno incursione nelle tue opere?Foto 6 350 min
Gli accenti di rosso rappresentano sempre la vita, sono sinonimi della vita. Alcuni li interpretano come ferite e in fondo perché no? Le ferite ne fanno parte, sono comunque un momento di crescita insieme al dolore che è rappresentazione anche di rinascita, di attraversamento. Invece negli ultimi anni ho cominciato ad introdurre nelle mie opere l'oro specialmente nelle "teste radianti". Sappiamo che il disegno è anche archetipico, cioè travalica le culture e le epoche storiche. Accade ad esempio che persone che fino ad allora non si sono mai incontrate, mai "contaminate" tra loro e che hanno fatto cose simili perché le forme sono archetipiche e nella nostra mente sono già presenti. Ad esempio nell'arte precolombiana, in quella primitiva africana, o quella aborigena, culture che non si sono mai toccate ma si ritrovano in tutte questo tipo di aspetti. Alla stessa maniera io li ho scoperti dopo averli fatti. Così è capitato che mi chiedessero se mi ispiro all'arte aborigena. Andando a rivedere alcuni miei disegni effettivamente l'ho potuto riscontrare ad esempio nei miei serpenti dove si trovano le sezioni interne come nell'arte aborigena che rappresenta l'interno del corpo animale. Altri vedono una diretta affluenza della mia arte direttamente dall'inconscio. La presenza delle sezioni interne dei miei animali oppure le forme umane stilizzate primitive sono un po' come alcune parti dell'Art Brut o nell'Outsider Art, che è un altro tipo di settore e che a me piace molto perché ognuno di noi ha la sua "parte matta". La mia è molto "educata" ma presente e mi sta dando molte soddisfazioni; sto imparando col tempo ad amarla e ad everne meno paura.

Ti intimoriva all'inizio? Avete fatto amicizia col tempo?
Ho scoperto che questa mia parte è quella che ha veramente dato la possibilità a tutta la mia parte artistica di esprimersi anche se in continuo divenire con una sorta di continuo incapsulamento su di sé. Io continuo a disegnare bozzoli, crisalidi, feti, gestazioni, come se ci fosse questa continua parte incapsulata che è in continuo cambiamento ed esce e ritorna continuamente. Forse le opere descrivono meglio il concetto e parlano da sé.

 

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici