Menu
A+ A A-

La promessa del Surrealismo si avvera

  • Scritto da Fausta L'Insognata Dumano

fausta e il clochard 350-260di Fausta Insognata Dumano - Il signor Surrealismo un giorno bussò alla mia porta e mi disse: "Con me non diventerai ricca, in genere si diventa famosi dopo la morte, ma ti prometto incontri sorprendenti e la tua penna avrà sempre un soffio vitale per scrivere, per narrare....e da quel giorno di inciampi stravaganti ne vado facendo.
Sabato scorso al Pigneto, al numero 41 c'è un locale, stavo seduta tranquilla, all' interno del locale la mostra di Rocco Fluo, fuori io seduta con una sigaretta. Passa lui, si ferma, uno sguardo. Ha l'aspetto di chi ha eletto la strada come sua dimora, ho un sesto senso nel riconoscerli, ed una calamita per attirarli..... "Posso chiederti un favore???''Io non so mai dire no, contrariamente allo spettegulez di via Adige, ma questa è un' altra storia Sono una generosa....una sigaretta. Lui si siede, comincia a chiacchierare, un suo lungo monologo, dove ogni tanto riesco a mettere qualche punto e virgola.
Mi racconta il film della sua vita, che si intreccia ad altri film, non saprei indicare nell'incastro dove finisce l' autobiografia e dove inizia il fantasioso. Un ' infanzia triste, con un padre ricco conosciuto dopo, fratelli e sorelle, che vanno e vengono dalla Germania. Ah pure lui sarebbe stato a Berlino, tornando con il treno ha lasciato la valigia della vita con una radio.
«Mangio alla Caritas, ah che belle tette, ma tieni l' odore dei gay, vuoi venire alla festa dei gay???» Io di rimando "che odore tengono i gay??" «Le donne con questo odore si innamorano dei gay, come la Callas......Quelle con questo odore attirano i gay, fanno le turiste nel mondo dei gay.....»
Passa una troupe televisiva "Fatemi cantare"....poi mi guarda , "scrivo canzoni" Canta Mina. Rocco scatta la foto, urca sono due ore; "belle tette con l' odore dei gay" e Filippo decide che è ora di liberarmi, lui va via, trovo un biglietto «un giorno 7 mari e 13 fiumi si annulleranno tra l' ambrosia delle tette,agli angoli della bocca le stelle».
Ma tu lo sai chi è???? Lo chiamano il poeta calabrese, che semina poesie, le scrive sulle banchine, la leggenda narra che lavorasse con uno stilista, che si intrufolasse nei set cinematografici, in tasca tiene le foto di Maria Callas.......Portava Tempio, profumo nella versione uomo.....ah l' odore dei gay. Ma tu lo sai chi è??? Non lo riconosci, perché è invecchiato, ma ha fatto la sua storia, anni fa avresti fatto la fila per parlare con lui......ma tu lo sai chi è??? Che infinite sorprese la vita dei clochard!

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

 

Chi è l'autrice/l'autore
Fausta L'Insognata Dumano

Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici