Menu
A+ A A-
Promozioni Google AdSense

Di Gualdini raccogliere anche memorie orali prima che il tempo le disperda

  • Scritto da Fausta L'Insognata Dumano

salattagualdini 350 260di Fausta L’Insognata Dumano - La location questa volta è la saletta di via Matteotti a Frosinone, quella Gualdini per capirci, l'occasione è una mostra dedicata appunto ad “Ettore Gualdini”...., voglio raccontarvelo attraverso i ricordi che si sono scaraventati dentro la saletta dalle parole di chi l'ha conosciuto.
In prima fila un'elegante signora, ma timida, o forse troppo emozionata, in fondo su quel palco si alternano le voci di critici importanti del nostro territorio, “Marcello Carlino e Rocco Zani”....si parla di lui, di suo marito, Ettore. Quanto ad emozione non scherza neanche suo figlio, Alberto ....eh già esser figli di artista.. non è semplice narrare.....
Il “Gualdini” si affaccia con timidezza nel mondo dell' arte, ma sebbene autodidatta, diventa un punto di riferimento per le giovani generazioni di artisti, Purificato , un nome che affiora nella serata scrisse ''è testimone di un amore per la pittura che finisce con il palesarsi anche a chi guarda''......e così la Saletta stavolta sprigiona colori delicati e soffusi che animano le tele,.
Ogni tela meriterebbe un racconto, soprattutto, perché il figlio Alberto ti guida nel ginepraio dei ricordi, questa l'ha dipinta in Dalmazia, come si ostina a chiamare l' attuale Croazia, questa invece....i ricordi sono così limpidi, che sembra che tu stai osservando la scena....una pittura mediterranea di colore e di luce è il titolo poetico del vernissage.quadrodigualdini 350 260
Fermati , lasciati trasportare dalle parole di artisti come Mario Palma e Fernando Rea e ti ritrovi scaraventato negli anni 60, nella Saletta delle Arti, nel pieno centro storico, osserva sono ancora li, manca qualcuno “Vittorio Miele, Adolfo Loreti” ma stai respirando quell'aria, la saletta era un piccolo, ma confortevole locale, posto dinanzi alla tipografia Grande. La galleria munita di un piccolo soppalco permise allo stesso “Gualdini”, di realizzare cornici, per i quadri, che sarebbero stati esposti .In quel piccolo spaziosi sono agitati gli artisti.
ll “Gualdini” fu il promotore, riunioni infuocate, caotiche, mentre ascolti , sei dentro la storia di quel clima. Li dentro confluivano anche poeti e musicisti. Ti senti attraversare dal dibattito figurativi o astrattismo, ?? Un clima intenso, una vivacità culturale, andrebbero raccolte le memorie, orali, prima che il tempo le disperda.

Chi è l'autrice/l'autore
Fausta L'Insognata Dumano

Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici