Menu
A+ A A-

Una goccia, un suono, il colore... di Giusy Milone

  • Scritto da Fausta L'Insognata Dumano

ceraecolore giusymilone 2Fausta L’Insognata Dumano - La location è la Villa comunale, la rassegna di arte visiva e contemporanea organizzata da Alfio Borghese questa volta arriva con una proposta artistica inedita, una sorpresa, la cera dipinta da Giusy Milone. L'artista, in città è nota come la docente di discipline plastiche del liceo artistico, che ha realizzato una scultura in piazza Vittorio Veneto con le sue studentesse, “Viola”, la donna marocchinata.
Alla Villa comunale per il suo battesimo, questa è la sua prima mostra. Ha meravigliato e stupito con le sue creazioni. Il titolo della mostra Kairos è l'incipit di questo racconto, Kairos è il momento giusto, un momento di un periodo indeterminato, nel quale qualcosa di speciale accade.
Conoscere Giusy all' artistico è un qualcosa di speciale che accade, da sculture in centro alla sua prima mostra, fatta di incontri tra colori, che producono forma. Dalla monocromia della scultura all' arcobaleno dei colori, ma utilizzando un materiale che si plasma, la cera.

Una goccia, un suono, il colore...

Un intreccio tra forma e colori. Una goccia cade lentamente, tranquillo, non è un' infiltrazione, è il suono che accompagna la mostra, la goccia che colloca il momento in cui nasce il colore, è una dimensione spazio temporale, la goccia in cui prende vita la sua opera. La goccia di cera calda scende, componendo una superficie eterogenea, mondi prendono forma, cera più cera colorata, cera ed altra cera, ma non fusione spontanea, perché lei plasma la cera per ottenere la sua visione e dal mio zaino mentale si è squadernata tanta letteratura, che prendeva forma nelle sue opere. I manichini che appaiono a gonfiare le poesie di Breton o di Elaurd, i circoli viziosi sui corpi di cera, in quanto la materia liquefatta ci appare un fantasma della carne come scrive Yuberman.......
Fermati allora ad osservare la vita che prende forma, plasmata dalle mani della giovane artista. Si dice che la Villa comunale sia diventata un trampolino di lancio verso scenari internazionali e noi le auguriamo di varcare con la sua arte palchi altisonanti. Il battesimo alla Villa ci ha fatto conoscere un'artista poliedrica, in fondo la Giusy è veramente poliedrica, conosce i segreti del mare, i misteri del vento, ha la patente nautica, una marinara, che sa “ancorare” manovrare, sfida il dio Nettuno. Nei periodi di precariato scolastico la Giusy ha fatto la marinara, è una centaura, sfreccia con la moto, ops direbbe L'Insognata, gioca pure in una squadra di calcio e allora chissà cosa altro del suo essere poliedrica scopriremo.
La mostra è aperta fino al 11 febbraio. La mostra è stata battezzata dall' assessore al centro storico Rossella Testa, dal prof Biagio Cacciola e ovviamente da Alfio Borghese.

 
Vuoi dire la tua su unoetre.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it

regime-attività

Chi è l'autrice/l'autore
Fausta L'Insognata Dumano

Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici