Menu
A+ A A-

Dove il monumento ai “Caduti di tutte le guerre” di Umberto Mastroianni?

  • Scritto da Fausta L'Insognata Dumano

monumento mastroianni 350 260di Fausta L’Insognata Dumano - Il monumento ai “Caduti di tutte le guerre” di Umberto Mastroianni fu commissionato nel 1971, il germe dell’idea nasceva negli anni 70, concepito quindi nel contesto della città come si presentava ai suoi occhi negli anni 70. Collocare storicamente la scultura è fondamentale per capire quale sia oggi la giusta collocazione. Nel 1977 fu collocato nel piazzale ”del curvone” in via Mazzini, nel luogo dove sono stati trucidati i tre giovani toscani, tredici vite in un cappello, una storia da studiare, una pagina dolorosa poco nota.
Una collocazione nel '77, temporanea, come risulta da un carteggio esposto in una mostra dedicata allo scultore alla villa comunale. Il monumento era stato concepito “per dominare la città”. La scultura è l'assemblage macchinistico di tutte le false ideologie, che hanno schiacciato l'uomo da sempre, sono gli strumenti che l'hanno macerato e distrutto, che l'uomo continua a produrre per il proprio terreno e peggiorativo “Miserere” così scrive Floriano De Santi, uno degli autorevoli studiosi dello scultore Mastroianni.
L'amministrazione Ottaviani l'ha “restaurato”, il monumento nel corso degli anni aveva subito una forte attività corrosiva da parte degli agenti atmosferici che ne avevano compromesso la bellezza e l'integrità, tanto che quando sono arrivata a vivere a Frosinone sul finire degli ottanta lo sentivo chiamare “la ferraglia”. Una spina dolorosa per chi come me è cresciuta nel paese che valorizza il Mastroianni. Ad Arpino grazie alla felice intuizione dell'on. Massimo Struffi trova sede nel castello di “Ladislao” la prestigiosa “FONDAZIONE MASTROIANNI”.
L'operazione del restauro è stata finanziata con i fondi della Lottomatica stanziati anni fa e ripescati dal bilancio comunale e sono stati integrati con un contributo Parmalat Solac. Il restauro era stato preceduto in rete da polemiche «in tempo di crisi spendere soldi per “la ferraglia”». La miopia di chi pensa che investire sull' arte e la cultura non sia una risorsa, una crescita per il territorio.
Oggi la scultura si trova al centro di uno scontro “dove collocarla”. Sono scesi in campo il 16 giugno 2015 Iacovissi del Psi ''Si al restauro, no al trasloco”. L'articolo è stato pubblicato da L’Inchiesta. Recentemente è sceso in campo Arduini, della fFamma tricolore annunciando una raccolta firme per non spostare il monumento dal sito storico voluto dall' artista ('sigh????? vedi volontà dell’artista nel carteggio, il monumento è stato concepito per dominare la città). Giorni fa sulla bacheca Facebook Angelo Pizzutelli, ex assessore alla cultura esprimeva il suo parere contrario allo spostamento.
Il monumento dovrebbe essere collocato all' ingresso dell'autostrada come biglietto da visita, come “Benvenuto” Un'opera d' arte non deve essere spostata dal luogo dove è stata concepita, di questo io sono fortemente convinta. La scultura di Mastroianni non è stata concepita per essere confinata nell'attuale piazzale. Primo, non era la Volontà dello scultore, poi dal 77 la scenografia attorno alla scultura si è modificata, da un lato il non poetico “monumento” del multipiano, la cattedrale del parcheggio, che domina la scena, tre nel piazzale dedicato ai “Martiri toscani” sorge un nuovo monumento di Alberto Spaziani, dedicato appunto ai martiri. Due linguaggi artistici differenti. Penso che la scultura Mastroianni meriti una degna collocazione, che la valorizzi e fondamentale sia il contributo del mondo dell'arte, dei critici, degli studiosi del Maestro.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo UNOeTRE.it

regime-attività

Chi è l'autrice/l'autore
Fausta L'Insognata Dumano

Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici