Menu
A+ A A-

Non c'è più un caro artista bizzarro e prof affascinante

  • Scritto da Fausta L'Insognata Dumano

giovanino giovannone volto 350 260di Fausta L’Insognata Dumano - Giovannino Giovannone in una giornata gelida è andato via, come nel suo stile, “Ciao, torno subito”, soltanto che questa volta non ha fatto a tempo a salutare tutti e non torna. Con lui va via un artista eccentrico, ma anche un compagno attento, sempre impegnato, che della politica ne aveva fatta la sua compagna inseparabile della vita, anche quando non è stato più espressione della politica partitica, consigliere comunale a Ceccano, ha continuato a vivere la politica come modello di vita, dando uno sguardo sempre ai bisogni dell'altro, amico degli ultimi, degli umili.
Con il suo impegno politico ha colorato di mostre la città di Ceccano, con i suoi colori ha realizzato uno striscione del partito comunista di Ceccano, lo striscione storico che ha accompagnato il PCI di Ceccano a lungo. AllievoLocandina di Giovannino Giovannone del Bragaglia, il liceo artistico negli anni caldi e proprio lì che si forma l'artista eccentrico.
Docente al liceo artistico di Priverno, ha guidato diversi artisti, curandone le mostre. Refrattario alla tecnologia, pur avendo un account Facebook non l'ha mai usato per divulgare le sue opere. Ha sempre partecipato a iniziative artistiche, estemporanee, ma non ha mai pensato di raccogliere il materiale in un sito.
Cercare il suo nome come artista in rete è come cercare Maria per Roma, tranne qualche articolo relativo all’Associazione delle Arti a Priverno. Associazione con cui ha realizzato di recente un’interessante mostra sul tema del rosone dell'Abazia di Fossanova.
Apparentemente poteva sembrare brontolone, ma in realtà era il suo essere bizzarro a prevalere. Gli appuntamenti con lui erano una coincidenza, non sapevi mai se fosse arrivato in orario, il problema risiedeva nella localizzazione del meridiano di Greenwich, nel fuso orario e nelle variabilità degli incastri. Nel torno subito...impossibile quantificare il subito.
Per non disperdere il suo valore artistico va curata una raccolta del suo linguaggio artistico, dei suoi lavori, a volte un figurativo, altre volte un metafisico, a volte arte come denuncia sociale.
Si dice che la sua lettura delle opere d'arte affascinasse, che le sue lezioni di storia dell’arte si colorassero con particolari che sfuggono ai manuali classici. Si narra che negli anni 80, in visita di istruzione a Venezia con gli studenti, un gruppo di turisti abbandonarono la guida per seguirlo. Che lieve gli sia la terra.

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it

Chi è l'autrice/l'autore
Fausta L'Insognata Dumano

Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici