Menu
A+ A A-
Promozioni Google AdSense

"Retrospettiva grafica di architetture impossibili" di Roberto Iaboni

  • Scritto da Fausta L'Insognata Dumano

RobertoIabonidi Fausta L'Insognata Dumano - La location è ancora una volta la villa comunale,mentre al piano di sopra continua la mostra dedicata a Rosalba Archiletti, la ragazza che sognava Sanremo, al piano di sotto sbarca Roberto Iaboni con "Retrospettiva grafica di architetture impossibili". Intanto va detto che un filo invisibile lega le due mostre,nonostante sia una casualità l' essersi intrecciate -entrambi sono figli d' arte cresciuti al liceo artistico Bragaglia di Frosinone.Roberto Iaboni,docente,architetto è la prima volta che apre le sue opere con una mostra,a spingerlo è stata Elena Sevi,a sostenerlo e incoraggiarlo la figlia .Non è semplice aprire le proprie creazioni, mostrarsi,sottoporsi al''giudizio'', alle critiche..La mostra è stata battezzata dall'instancabile Alfio Borghese, il direttore della rassegna di arte visiva moderna e contemporanea.

Assenti le istituzioni, presente invece l'ex commissario della provincia, il dottor Patrizi. Va registrata un'altra casualità, il folletto misterioso che "muove l' impianto di riscaldamento, quando sono presenti le "Autorità" si aziona, appena vanno via l' impianto si spegne. Avevo notato questa casualità, mi sono avvicinata al Patrizi "venga spesso e resti a lungo, soprattutto nei mesi invernali". Anche l'arrivo del primo cittadino produce gli effetti di funzionamento dell' impianto. Nonostante la partita del Frosinone, il traffico in tilt, per l'architetto la sua prima mostra è stata accolta da "un bagno di folla", per l'occasione si è quasi riunita al completo la sua classe del liceo artistico. Sembrava un set cinematografico il Bragaglia ieri e oggi, gli studenti di un tempo, quelli di oggi, i prof artisti, numerosi architetti, il click di fotografi importanti come Aontonio Grella e Stefano Strani.

Architetture impossibili, architetto del cielo, così lo definisce il Borghese, delle città future, della fantascienza che abbiamo visto in guerre stellari, con la sua fantasia costruisce movimenti ritmici paragonabili a motivi musicali. Io invece mi sono fatta accompagnare a visitare la mostra da Italo Calvino con le sue città invisibili ''Le città sono come i sogni, sono costruite da desideri e da paure, è delle città come dei sogni tutto l'immaginabile può essere sognato, ma anche il sogno più inatteso è un rebus, che nasconde un desiderio oppure il suo rovescio da paura". Mentre penso a Calvino, vengo interrotta dai discorsi di alcuni studenti, "origlio", geniale dicono all'unisono delle studentesse, sono del liceo, improponibile sentenziano loro, sono due studenti del geometra, guardo Roberto Iaboni "Hai stimolato il dibattito il dibattito tra i giovani".

 
Vuoi dire la tua su UNOeTRE.it? Clicca qui

 

La riproduzione di quest'articolo che hai letto è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
UNOeTRE.it by giornale online is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro

UNOeTRE.it è un giornale online con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per dare il tuo sostegno tramite il sito, clicca qui sotto sul bottone Paga Adesso. Il tuo contributo ci perverrà sicuro utilizzando PayPal oppure la tua carta di credito. Grazie

Sostieni UNOeTRE.it

Chi è l'autrice/l'autore
Fausta L'Insognata Dumano

Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici