Menu
A+ A A-

Il messaggio dell'Insognata a tutti noi

  • Scritto da Ivano Alteri

faustalinsognatadumanodi Ivano Alteri - Il nostro è il parere di un non addetto ai lavori, di un modesto osservatore delle cose dell'arte; ciò, tuttavia, non c'impedisce di pensare che l'Insognata, la curatrice di questa pagina, stia svolgendo un lavoro eccellente per la città di Frosinone e il territorio, oltre che per l'arte e gli artisti.

Viviamo in un luogo in cui, da alcuni decenni a questa parte, certi mostruosi interventi antropici sono quasi riusciti ad oscurare la straordinaria bellezza che qui la Natura ha prodotto. Questa terra ha incantato nei secoli centinaia di artisti, autoctoni, italiani e stranieri, pittori e poeti, che hanno cantato le sue colline, le sue valli, la sua flora rigogliosa e il quieto clima; ma non è ancora riuscita ad incantare noi che semplicemente e immeritatamente ci viviamo. E così, vi possiamo trovare orripilanti discariche un po' dappertutto, più o meno legali, più o meno pericolose; fiumi che per migliaia di anni hanno fornito vita agli uomini e agli animali ora ridotti a fogne a cielo aperto; reperti archeologici di valore inestimabile e d'interesse straordinario, che anziché farci esultare di gioia creano "allarme", perché d'ostacolo alla speculazione edilizia; abusivismo mostruoso nelle campagne, che ha svuotato i centri urbani, in una sorta di processo antistorico di dis-urbanizzazione, assai sintomatico di gravi patologie sociali; testimonianze architettoniche di antichissima e ineguagliata bellezza, semi sconosciute anche a chi ce le ha sotto gli occhi tutti i giorni, probabilmente anche a coloro che poi restano estasiati per un rudere ristrutturato a casa del diavolo... Diceva Dante che la Natura è figlia di Dio e l'Arte è sua nipote; beh, qui sembra amaramente evidente che dei nipoti ce ne freghiamo allegramente. Tragedy! direbbe l'Insognata.

In quest'amena situazione, insognata qual è, ella straripa dal discount istruzione giannini, ex carrozza, ex gelmini (scuola pubblica, per gli entusiasti), attraversa a ritroso la landa, e insognatamente inizia a sussurrare su facebook che in un posto così lei non vuole più vivere. E lo fa raccontandoci le sue storie, le storie di artisti, viventi o già avvolti dall'oblio e dal mistero, delle loro opere e mostre, prima su Unoetre.it ed ora anche qui sull'Inchiesta, forse nella recondita speranza che essi sappiano e vogliano insegnarci la bellezza, che noi invece stiamo uccidendo; o per lo meno che sappiano creare in noi un'indistruttibile idiosincrasia per la bruttezza, sotto ogni sua più mentita spoglia, con la quale invece stiamo imbrattando la tela della nostra terra.

Il suo è un appello accorato ai poeti, pittori, attori, musicisti, agli artisti ciociari tutti, perché assumano la responsabilità e l'impegno di sensibilizzare le nostre coscienze, perché ci aiutino ad uscire da questa desolazione; ma anche a noi, perché iniziamo a provare dolore nel vedere l'obbrobrio che ci circonda, e perché esso abbia definitivamente fine.

E allora anche noi, che ci siamo infine insognati, ma non siamo degli ingenui, ne tanto meno degli impolitici, e neanche lei lo è, siamo tentati di lanciare una provocazione che più ingenua e impolitica non si può: ci piacerebbe vedere Fausta Insognata Dumano, con le sue scarpe da ginnastica e le tute preventivamente sporche di colore, detenere l'Assessorato alla Cultura del comune di Frosinone, ora, in piena autonomia, con adeguati finanziamenti, alla guida e al seguito degli artisti, al servizio dell'arte, al cospetto dei cittadini, instancabilmente all'opera per l'edificazione della bellezza. Per vedere se è vero che è possibile cambiare la città, come dice il sindaco, cambiando; che siamo davvero al di sopra della nostra nomea, che l'arte può fare davvero miracoli. Noi pensiamo di sì, perché l'arte innalza i cuori ed adorna le menti; ma noi siamo insognati. Chissà se un giorno s'insognerà anche il sindaco Ottaviani!

La riproduzione di quest'articolo è autorizzata a condizione che siano citati la fonte www.unoetre.it e l'autore

Creative Commons License
unoetre.it by giornale on line is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

Sostieni il nostro lavoro.

unoetre.it è un giornale on line con una redazione di volontari. Qualsiasi donazione tu possa fare, fra quelle che qui sotto proponiamo, rappresenta un contributo prezioso per il nostro lavoro. Si prega di notare che per assicurare la nostra indipendenza, per parlare liberamente di argomenti politici, i contributi che ci invierete non sono deducibili dalle tasse. Per fare una donazione tramite il sito, cliccare qui sotto. Il tuo contributo ci perverrà sicuro attraverso PayPal. Grazie

Io sostengo 1e3.it
Chi è l'autrice/l'autore
Author: Ivano Alteri

Bookmaker with best odds http://wbetting.co.uk review site.

Privacy Policy

Privacy Policy

Sezioni

Pagine di...

Notizie locali

Strumenti

Chi siamo

Seguici